Rocca Priora, Acea avvia fase di allacci al depuratore

Il Comune di Rocca Priora sulla comunicazione di Acea che annuncia la fase di avvio degli allacci al depuratore La Vetrice 2. 

0
91
ato2_logo-2
Acea Ato 2

“Rocca Priora, Acea avvia fase di allacci al depuratore

Vittoria storica per Rocca Priora,  Acea avvia la fase di allaccio nel La Vetrice 2

Questa mattina (venerdì 18 dicembre ndr) è giunta a Rocca Priora una delle notizie più attese da anni e su cui l’Amministrazione Comunale ha lavorato con grande impegno per raggiungere un risultato storico: il definitivo nulla osta da parte di Acea agli allacci in fogna che saranno convogliati nel depuratore La Vetrice 2.

“A seguito della messa in esercizio del nuovo depuratore intercomunale La Vetrice 2 sono venuti meno i motivi ostativi al rilascio di nuovi allacci alla fognatura Comunale afferente all’impianto e pertanto la scrivente Società sta eseguendo l’istruttoria delle istanze di allaccio in fogna presentate dagli utenti pervenute”, è quanto si legge nella lettera ufficiale a firma del responsabile Acea giunta oggi.

“Una vittoria storica per tutta la nostra città – commentano così la Sindaca Anna Gentili, l’Assessore Claudio Fatelli e il Presidente del Consiglio Comunale Damiano Pucci, i protagonisti che nel corso degli anni hanno seguito da vicino la vicenda del depuratore e che oggi possono dare alla cittadinanza una risposta concreta, frutto dell’impegno del Comune, alle tante richieste degli utenti che giustamente chiedevano di regolarizzare la propria situazione in attesa che si sbloccasse il depuratore La Vetrice 2, il quale si trova nel territorio di San Cesareo, è gestito dalla Regione Lazio e serve i comuni di San Cesareo, Palestrina e Rocca Priora.

“Già a luglio scorso avevamo avuto un importante assenso da parte della Città Metropolitana di Roma Capitale – continuano Gentili, Fatelli e Pucci – a questa necessaria quanto primaria questione delle autorizzazioni per gli allacci al La Vetrice 2. Primaria perché da qui parte anche tutto il percorso di risanamento del nostro territorio, in particolare delle sorgenti della Doganella, e primaria perché va a risolvere una serie di situazioni restate in sospeso negli anni legate all’aspetto igienico sanitario di tutto il versante sud della città, da via Belmonte verso la Doganella, e di tutta la frazione di Colle di Fuori. Grazie ad Acea per aver sbloccato le autorizzazioni e grazie anche agli uffici tecnici, alla Città Metropolitana di Roma Capitale, alla Regione Lazio, dall’onorevole Filiberto Zaratti, che avviò il grande lavoro di riqualificazione ambientale di cui oggi possono beneficiare migliaia di cittadini e al Vicepresidente Daniele Leodori che ha seguito con noi l’iter dando un prezioso e fattivo contributo alla sua conclusione. Questo dimostra che quando gli enti lavorano in sinergia ne beneficiano tutto il territorio e i cittadini””. Lo rende noto il Comune di Rocca Priora.

 

 

Print Friendly, PDF & Email