Rocca Priora ancora un rinvio

Rocca Priora ancora un rinvio della gara di campionato e Rosi guarda già alla prossima sfida contro il difficile Bellegra

0
56
rosi
Rosi - Rocca Priora Calcio

La Prima categoria del Rocca Priora non è fortunata col maltempo. In rapida successione, il gruppo di mister Paolo Lunardini ha visto cancellate sia la sfida di recupero di mercoledì scorso col Torpignattara (match che è stato a lungo oggetto di un ricorso dei capitolini) sia quella di domenica scorsa con la Roma VIII, entrambe (non) giocate al “Montefiore”: nel primo caso un abbozzo di nevicata aveva convinto il comitato a decidere d’ufficio il nuovo rinvio a un paio d’ore dalla sfida, mentre nel secondo si è arrivati fino alla mezzora circa prima dell’annullamento definitivo. «Domenica scorsa l’arbitro ha fatto una scelta inevitabile – racconta il difensore centrale classe 1997 Adriano Rosi – Avevamo cominciato a giocare e il campo, seppur inzuppato dalla pioggia, era in discrete condizioni. Poi, però, è venuta giù una forte grandinata che ha imbiancato il terreno di gioco rendendo quasi invisibili le strisce e a quel punto c’è stata la definitiva sospensione. A livello tecnico non avevamo iniziato molto bene, speriamo di essere in una giornata diversa nel giorno del recupero». Nonostante lo stop forzato, il Rocca Priora è rimasto a quattro punti dalla capolista Valle Martella. «La sconfitta della prima della classe in casa contro lo Sporting San Cesareo ci ha permesso di rimanere in zona e tra l’altro coi sei punti potenziali delle due gare da recuperare, saremmo in vetta. Ma questi calcoli hanno un valore relativo, noi pensiamo a guardare avanti facendo un passo alla volta. Le concorrenti? Il girone è molto equilibrato e non ci sono squadre molto più deboli o che ammazzano il campionato anche se Valle Martella e Atletico Monteporzio mi hanno fatto una buona impressione. Per quanto riguarda la nostra squadra ha iniziato la stagione in maniera un po’ incerta, poi si è compattata e ha trovato un bel ritmo, aiutata anche dagli innesti di dicembre di De Bernardo e Ansini. I risultati sono dalla nostra parte e venirsi ad allenare con questo gruppo rappresenta un piacere per il sottoscritto». Rosi guarda avanti, alla sfida di domenica che si dovrebbe (condizionale d’obbligo) giocare sempre al “Monterosi” contro il Bellegra. «All’andata fu una partita tostissima, sul loro campo non è semplice. Alla fine strappammo un pari e credo che pure domenica ci sarà da sudare, ma il “Montefiore” è il nostro fortino e vogliamo sfruttare il fattore campo».

Print Friendly, PDF & Email