Rocca Priora Calcio, a caccia di punti dopo pessimo avvio

0
982
Claudio Amelia
Claudio Amelia Presidente Rocca Priora Calcio
Claudio Amelia
Claudio Amelia Presidente Rocca Priora Calcio

L’inizio di campionato non è stato dei più felici per il Rocca Priora di mister Del Grosso. Dopo lo 0-3 interno col Città di Ciampino, è arrivata la sconfitta per 5-2 sul campo del Crecas Palombara. «A leggere il risultato può sembrare una disfatta – dice il presidente del club castellano Claudio Amelia -, ma in realtà non lo è stato. La gara è iniziata in salita perchè abbiamo subito due gol da polli nei primi minuti, ma è in quel genere di situazioni che i giocatori più esperti devono far pesare le loro qualità e trascinare quelli più giovani. La squadra, comunque, ha reagito e siamo andati al riposo sul punteggio di 3-2 per gli avversari, grazie a due marcature su calcio di rigore realizzate da Spina e Alauga. Nella ripresa abbiamo costruito due chiare occasioni da rete con cui potevamo anche ribaltare il risultato e invece il gol del 4-2 del Palombara ci ha tagliato le gambe. Comunque – aggiunge Amelia – ho visto segnali positivi dai nostri ragazzi più giovani, quelli del 1996». Domenica alle ore 11 al “Montefiore” il Rocca Priora proverà a “schiodare” da quota zero conquistando punti contro il Sant’Angelo Romano. «Li abbiamo affrontati in amichevole – sottolinea il presidente Amelia – e sono certamente una buona squadra. Nell’ultimo campionato si sono salvati in extremis, ma ormai conoscono la categoria. Dovremo fare attenzione al loro centravanti che fa la differenza, ma soprattutto non dovremo essere precipitosi. Chiediamo semplicemente alla squadra di fare quello che le chiede il mister». E’ chiaro che, per un gruppo giovane e “novizio” della Promozione, sarebbe importantissimo fare punti. «Il fattore psicologico è quello maggiormente condizionante per questi ragazzi – dice Amelia -. Se si sciogliessero, poi potrebbero far vedere tutte le loro qualità. Interventi sul mercato? Non è il momento di parlarne, vedremo più avanti se ci sarà da fare qualcosa».

Print Friendly, PDF & Email