Rocca Priora, nuovo regolamento per utilizzo della sala Le Fontanacce

0
760
fontanacce
Le Fontanacce
fontanacce
Le Fontanacce

Con Delibera di Consiglio Comunale n°6 del 27 Gennaio 2017, è stato approvato il regolamento che disciplina l’uso della Sala Polivalente “Le Fontanacce”. I locali comunali si trovano in Via La Marmora, nel borgo di Rocca Priora tra il Comune e il Belvedere. Possono chiedere ed ottenere l’utilizzo dei locali e delle strutture: cittadini, comitati, associazioni, gruppi o partiti politici, organismi religiosi ed istituzioni scolastiche. Nella Nuova Casa della Formazione si potranno proporre corsi di formazione, spettacoli dal vivo, proiezioni cinematografiche, stages, convegni e congressi, esposizioni, attività con finalità culturali e ludiche. “Con questo regolamento rendiamo la sala polivalente “Le Fontanacce” un polo culturale e di formazione – spiega il Sindaco di Rocca Priora, Damiano Pucci. – Siamo convinti che concedere l’utilizzo per specifiche finalità possa contribuire non solo alla valorizzazione dell’immobile, ma anche alla promozione del territorio e della Comunità di Rocca Priora”. I soggetti interessati ad usufruire della sala dovranno presentare domanda di utilizzo (reperibile in Comune e sul portale istituzionale) presso la Segreteria del Comune di Rocca Priora almeno 20 giorni prima della data per la quale si chiede l’utilizzo. L’autorizzazione all’uso del locale è subordinata al pagamento di un importo, a titolo di rimborso spese per l’utilizzo delle strutture. TARIFFE Tariffa giornaliera residenti (dalle ore 8.00 alle ore 23.00): 60€. Tariffa oraria residenti: 8€. Tariffa giornaliera non residenti (dalle ore 8.00 alle ore 23.00): 130€. Tariffa oraria non residenti: 15€. “Con questa ulteriore iniziativa puntiamo a rendere il centro Storico e Il piccolo Borgo di Rocca Priora una realtà viva dove i cittadini possano trovare gli spazi per esprimersi – conclude l’Assessore alle Politiche culturali, Federica Lavalle. – Le Fontanacce saranno Casa della formazione e casa di tutti quei cittadini, singoli o associati, che cercano spazi di incontro e socializzazione considerando, altresì, la natura montana del nostro Comune e la necessità per almeno 8 mesi l’anno di organizzare attività al coperto”.

Print Friendly, PDF & Email