Rocca Priora pareggia nel derby con Monteporzio

Il Rocca Priora pareggia nel derby con l'Atletico Monteporzio ma per Alessandro Sabelli c'è rammarico per il risultato

0
124
sabelli
Alessandro Sabelli - Rocca Priora Calcio

La Prima categoria del Rocca Priora non riesce a collezionare un’altra vittoria nel super derby con l’Atletico Monteporzio, ma il pareggio viene accolto comunque con soddisfazione in casa castellana. “Anche il Valle Martella ha pareggiato e dunque il nostro vantaggio di due punti potenziali (c’è un ricorso da verificare sulla vittoria della squadra di Zagarolo a Carpineto col Semprevisa, ndr) è rimasto invariato, ma ora c’è una gara in meno da giocare – è la riflessione del centrocampista classe 1982 Alessandro Sabelli – Qualche rammarico per la nostra sfida è rimasto: il primo tempo è stato equilibrato, poi nel secondo abbiamo decisamente preso in mano il pallino del gioco. Un mio tiro ha sfiorato il bersaglio e poi abbiamo avuto due ghiotte occasioni con Halauca e Casagrande senza riuscire a concretizzare la nostra superiorità. Di fronte, comunque, abbiamo avuto una squadra sempre molto tosta da affrontare e averla tenuta a sei punti di distanza è un altro fattore positivo. Infine vorrei ringraziare tutti i tifosi che sono venuti al campo per sostenerci con tanto affetto: avremmo voluto ripagarli con la vittoria, ma siamo comunque contenti di aver mantenuto la vetta della classifica solitaria”. La volata per il salto in Promozione riprenderà il 28 ottobre sul campo del Casilina fanalino di coda. “Sono un ex, ma dovrò saltare per squalifica quella partita visto che ero diffidato e sono stato ammonito – svela Sabelli – Dispiace non esserci, ma abbiamo un gruppo compatto e affiatato e sono sicuro che chi mi sostituirà, farà molto bene”. La situazione in vetta al girone F è davvero incerta. “Quanti punti ci servono per essere sicuri di vincere? Dodici – risponde con un sorriso Sabelli – Al di là di questo, ci sono degli scontri diretti come Valle Martella-Novauto e Valle Martella-Atletico Monteporzio che potrebbero favorirci, ma noi siamo padroni del nostro destino e dunque dobbiamo solo pensare a fare il massimo. La lunga sosta? Ci alleneremo con intensità e impegno e cercheremo di tenere il ritmo partita attraverso qualche amichevole, la classifica è uno stimolo forte…”.

Print Friendly, PDF & Email