Romina Diana la Miss Curvy contro ogni discriminazione

Miss Curvy Romina Diana tra le ospiti d'onore alla prima edizione di Miss Perla dei Castelli Romani - Oltre i limiti dell'apparenza

0
1283
rominadiana
Romina Diana Miss Curvy
rominadiana
Romina Diana Miss Curvy

Dietro, o dentro, ogni Miss, come dietro o dentro ogni donna c’è una storia, che ne caratterizza la personalità. E’ certamente il caso di Romina Diana, plurititolata Miss Curvy, che sarà tra le ospiti d’onore nella prima edizione di Miss Perla dei Castelli Romani – Oltre i limiti dell’apparenza, che si terrà a Grottaferrata nella serata di venerdì 28 Settembre.

Romina come è iniziata la tua esperienza come modella curvy?

“Come molte bambine anche io sono sempre stata affascinata dal mondo della moda, ma fino ai 30 anni la mia è restata solo una passione sfumata”.

Alcuni oggi dicono che 30 anni per una modella segnano l’inizio della parabola discendente

rominadiana
Romina Diana Miss Curvy

della carriera, tu invece hai iniziato li: perché?

“In realtà sono stati i casi della vita che mi hanno spinto a buttarmi, Quello che era il mio fidanzato da tanti anni mi lasciò e per me quello fu uno schock che mi segnò. Presi qualche decina di kg di troppo, stavo male con me stessa e con la mia fisicità. Tuttavia avevo voglia di scrollarmi di dosso tutto, dimostrare e farmi valere. Ero consapevole che con il mio peso non rientravo nei canoni di una normale modella e allora cercando sul web ho scoperto il mondo dei concorsi per modelle in carne. Mi sono iscritta al mio primo concorso che era Miss Cicciona. Mi trovai subito a mio agio in passerella e già in quella mia prima volta vinsi il titolo di Miss Trop Model”.

rominadiana
Romina Diana Miss Curvy

Centro al primo colpo?

“Quel concorso e quel titolo mi aprì un mondo che mi permise di fare tante esperienze, farmi conoscere. Venni contattata e divenni modella over size per una marca di lingerie, vinsi altri titoli tra cui Miss Pin Up Over 35 WW2, partecipando a tantissimi eventi e sfilate, ma questa esperienza mi donò la cosa più importante”.

Quale?

“La sicurezza in me stessa, l’autostima, la forza per accettarmi e per confrontarmi col resto del mondo. La vergogna per il mio aspetto fisico, le prese in giro, a volte le umiliazioni ricevute, sono diventate un lontano ricordo. Allora ho deciso di fare un passo in più”.

Cioè?

“Quello di mettere a disposizione la mia sicurezza ritrovata di chi questa sicurezza ancora non ha: tutti coloro che, indipendentemente dalla loro condizione d’essere, uomini o donne, grassi o magri, belli o brutti, subiscono per un qualsiasi motivo una discriminazione. Volevo diventare la paladina dei più deboli, perché io infondo ce l’ho fatta a superare le mie fragilità e come me ce la possono fare tutti”.

rominadiana
Romina Diana Miss Curvy

Sei stata ospite d’onore al Gay Village vero?

“Si, sono molto legata a quel mondo perché oltre ad aver vinto anche li il titolo di Miss Frociarola, ho preso molto a cuore la questione delle discriminazioni contro le persone di diverso orientamento sessuale. Sono onorata di essere ben voluta e apprezzata da loro. Così come mi batto contro ogni fenomeno di bullismo. A giugno 2018 ho girato un video proprio sul bullismo invitata dallo Youtuber Lele Sarallo”.

rominadiana
Romina Diana Miss Curvy

Hai fondato anche un’associazione per questo vero?

“Si, sono stata coofondatrice dell’associazione Amarsi un Po’, della quale non faccio più parte per motivi personali, sono stata coideatrice del concorso di bellezza dedicato alle curvy: Miss Bella in Carne, ed ora che abbandonerò le passerelle in prima persona mi voglio dedicare alle ragazze più giovani che vogliono fare il mio stesso percorso, per aiutarle, stare loro vicino. Oltre all’aspetto interiore è la formazione della personalità che fa bella e forte una donna. Attualmente collaboro con Il concorso Miss Pin Up WW2 e abbiamo creato la sezione Curvy…”Curvyn’Up” rivolto a donne alte almeno 1.70 Curvy”.

Perché hai deciso di partecipare a Miss Perla dei Castelli Romani – Oltre i limiti dell’apparenza?

“Perché la direttrice artistica Isa Doglia è una delle persone che più mi è stata vicino nel

rominadiana
Romina Diana Miss Curvy

mio percorso, oltre ad essere una persona generosa e competente, in questo mondo doti rare. Ma soprattutto per la seconda parte del titolo dell’evento, che racchiude il vero messaggio e scopo sociale che ha. Proprio con Isa abbiamo girato circa tre anni fa un cortometraggio raccontando praticamnemte la mia storia e era intitolato proprio “Oltre il limite del peso,….” è molto toccante e racamando di vederlo sul mio canale Youtube. Raccontare e far conoscere la mia storia può essere utile a tanti e tante che oggi vivono i miei stessi problemi, e magari dalla mia storia possono ritrovare un filo di amor proprio, di orgoglio, di voglia di riscatto, per uscire dal proprio guscio di torpore e tornare a splendere di luce propria. Si può e si deve fare”.

rominadiana
Romina Diana Miss Curvy
Print Friendly, PDF & Email