Rosa Saltarelli, “Le mie priorità per Tivoli”

La dottoressa Rosa Saltarelli è la candidata sindaco per il Movimento 5 Stelle a Tivoli alla amministrative del 26 maggio

0
308
rosa_saltarelli
Rosa Saltarelli

La dottoressa Rosa Saltarelli, dirigente medico presso l’UOC di Oncologia medica dell’Ospedale San Giovanni Evangelista, è la candidata sindaco per il Movimento 5 Stelle a Tivoli.

Dottoressa Saltarelli, ci spiega le ragioni della sua candidatura a sindaco di Tivoli?

“Ho accettato la candidatura con entusiasmo, per innescare un effettivo cambiamento nella gestione della cosa pubblica a Tivoli, la città dove vivo e lavoro da tanti anni. Per questo, se i tiburtini mi daranno e ci daranno fiducia, il mio intento sarà sempre quello di pormi come “il sindaco di tutti”, nel senso che l’azione amministrativa mirerà solo al bene comune e all’interesse collettivo, guardando oltre ogni particolarismo, in coerenza con i principi ai quali mi sono sempre attenuta nella vita e nell’attività medica”;

Dottoressa, perché ha scelto il Movimento 5 Stelle per la sua prima esperienza politica?

“Perché, come cittadina, ne condivido i valori di onestà, partecipazione, solidarietà e sostenibilità. Il Movimento 5 Stelle ha messo in atto una rivoluzione democratica che sradica i poteri e rovescia la logica politica consolidata, mettendo in primo piano i più deboli e i meno garantiti. Il nostro è l’unico movimento politico che cerca di ripristinare diritti democratici ormai dimenticati e con il quale mi sento totalmente in sintonia”;

Dottoressa, qualora diventasse Sindaco della città quali sarebbero i primi tre provvedimenti di inizio mandato?

“In primo luogo l’ambiente e, più in generale, la qualità della vita ed il benessere dei nostri concittadini. Vogliamo realizzare una nuova economia sostenibile e circolare a “rifiuto zero”: lo faremo incentivando i comportamenti virtuosi, con l’introduzione della tariffa puntuale e l’abbattimento della TARI. Quindi, attueremo la campagna “plastic free” del ministro Costa e implementeremo il “reddito energetico” per ridurre di 200 euro al mese le bollette delle famiglie tramite un apposito fondo rotativo pubblico per l’installazione gratuita di impianti per l’energia rinnovabile. Insomma, difesa dell’ambiente, città pulita, sviluppo sostenibile, meno tasse per cittadini e imprese.

Allo stesso tempo, intendiamo porre al centro dell’azione amministrativa le cosiddette zone “periferiche”. Tivoli comprende Villa Adriana, Tivoli Terme e vari nuclei abitati dove risiede circa la metà dei Tiburtini. Eppure, queste zone sono sempre state trascurate e, di conseguenza, presentano gravi carenze. Lavoreremo con impegno per la rigenerazione urbana, l’incremento dei servizi, la riqualificazione delle aree verdi, il miglioramento delle condizioni abitative, la realizzazione di nuovi alloggi per categorie svantaggiate, giovani coppie e anziani. Inoltre, intendiamo risolvere una volta per tutte gli annosi problemi di congestionamento in tutto il territorio tiburtino, con l’adeguamento della viabilità, la realizzazione di nuovi parcheggi, il potenziamento del trasporto pubblico anche con l’utilizzo di mezzi elettrici, i percorsi ciclabili.

Altrettanto importanti sono le azioni per il turismo e la cultura. A fronte dei tanti turisti in visita a Tivoli, la ricaduta economica è praticamente nulla. Tra le tante azioni che abbiamo previsto nel nostro programma in questo settore, lavoreremo da subito per l’utilizzo delle nuove tecnologie, nel segno della “Smart City”: un’app dedicata e l’installazione massiva di una rete di iBeacon per l’accompagnamento alla visita dei nostri attrattori e lungo la città. In questo modo, verrà fornita un’informazione capillare e i turisti saranno accompagnati in un percorso virtuale alla scoperta delle tantissime eccellenze del territorio: monumenti, certo, ma anche gli esercizi alberghieri ed extra alberghieri dove soggiornare, i ristoranti dove pranzare, i bar dove prendere un caffè o un aperitivo, i negozi dove fare acquisti”.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email