Rugghia interviene su debiti municipalizzate Ciampino

0
1001
antonio rugghia
Antonio Rugghia
antonio rugghia
Antonio Rugghia

“Con la gestione delle aziende comunali sono state bruciate immense risorse della nostra comunità: il capitale sociale di Asp, 10 milioni di euro, é stato interamente consumato e l’azienda chiuderà il bilancio in perdita per il quarto anno consecutivo. Ad affermarlo è Antonio Rugghia – candidato alle primarie di coalizione del centro sinistra per la scelta del prossimo candidato Sindaco alle Amministrative 20104. Tutto ciò – prosegue Rugghia – comporta gravi rischi per l’occupazione nei settori delle farmacie, delle mense scolastiche e degli asili nido. La grave crisi di Asp é dovuta soprattutto alle scelte effettuate nel 2010 con la nascita di Ambi.En.Te spa. Gran parte del personale amministrativo e tutti i debiti, allora 6.5 milioni di euro, sono stati accollati all’azienda madre per lanciare la nuova societá nel “business” del servizio di raccolta dei rifiuti per altri comuni: cioé proprio quello che ha portato ASP alla soglia del dissesto finanziario. Ambi.En.Te spa (bilancio 2012) ha come clienti 12 comuni con un fatturato di 20 milioni di euro e giá vanta, dal 2010, crediti scaduti per oltre 17 milioni e debiti per 6,5 milioni con le banche e 1,8 milioni di euro con gli istituti previdenziali. E’ necessaria – conclude Rugghia – una radicale inversione di rotta. Risanare e salvare Asp, tornando alla sua missione originaria: gestire con rigore ed efficienza i servizi per Ciampino nell’interesse della popolazione e dei lavoratori; Trasformare Ambi.En.Te spa in una societá pubblica del ciclo dei rifiuti partecipata da tutti i comuni interessati al servizio, abbandonando rischiose avventure imprenditoriali, pagate – fino ad oggi – a caro prezzo dai cittadini”.

Print Friendly, PDF & Email