Sabato 25 maggio torna la Legion Run a Roma

Sabato 25 maggio 2019 i Legionari tornano a Roma con la quarta edizione della Legion Run. Tutte le info utili dell'iniziativa nella Capitale

0
148
legion_run
Legion Run
Dopo il grande successo delle precedenti edizioni, Atleticom presenta la 4^ Legion Run, l’entusiasmante prova OCR (Obstacle Course Race) non competitiva di 5 km con 21 ostacoli di fango, fuoco, acqua, filo spinato e ghiaccio da superare insieme alla propria Legione. Non è una competizione, ma una gara unica nel suo genere, studiata per offrire ai partecipanti l’opportunità di impegnarsi oltre i propri limiti affrontando una sfida fisica e mentale che regalerà momenti epici da condividere con amici, colleghi o familiari.  Un’unica regola: se la tua legione parte con trenta componenti, in trenta si deve arrivare, tutti insieme. Nessuno dovrà essere lasciato indietro. Tra le novità di questa edizione una bandana con un QR code che i partecipanti riceveranno nel pacco gara, tramite cui dopo la gara ognuno potrà visualizzare e acquistare su getpica.com tutte le proprie foto. Dopo aver fatto tappa a Parigi, Hong Kong, Budapest, Atene, Sofia, Lione, la Legion Run torna a Roma nella sua ormai storica sede, l’Ippodromo Militare 8° Reggimento Lancieri di Tor di Quinto.
Area Kids per piccoli legionari
Anche quest’anno verrà allestita un’Area Kids, un’ampia zona dedicata esclusivamente ai bambini dai 4 agli 11 anni,  delimitata e sorvegliata dallo Staff Atleticom. Nell’area ci saranno 20 istruttori abilitati e accreditati in competizioni OCR. Ben 10 ostacoli a misura di bimbo simili a quelli che si trovano nel nostro percorso Legion Run.
La pre-iscrizione o ricevere info è possibile inviando una email all’indirizzo f.nobile@atleticom.it o direttamente alla email dell’evento legionrun@atleticom.it . Nella email indicare i seguenti dati: NOME/COGNOME genitore con una email e NOME FIGLI/o e indicando la data nascita. La liberatoria verrà fatta compilare il giorno dell’evento, sul messaggio specificare se i genitori parteciperanno alla Legion Run e l’orario di partenza della propria legione.
Il villaggio
Per rifocillarsi dopo le fatiche della corsa sarà attiva dalla mattina fino a tarda serata un’Area Food. Nel villaggio tutti i legionari e il pubblico avranno la possibilità di provare Escalate, la nuova bevanda funzionale, energetica naturale appena arrivata in Italia. Jeep e Gruppo Rosati sono i Top Sponsor dell’evento anche per l’edizione 2019. Nel villaggio saranno esposte delle auto e sarà possibile anche effettuare gratuitamente un test drive dei nuovi modelli Jeep. Non finisce qui, tutti gli iscritti della #LegionRun comprando un auto del gruppo FCA presso il Gruppo Rosati, potranno usufruire di una promozione unica: 1 anno di garanzia inclusa nel prezzo.
L’ingresso all’Ippodromo di Tor di Quinto è libero e anche chi non partecipa alla gara potrà entrare e vivere la magica atmosfera dell’evento. L’invito a tutti i Legionari è di farsi accompagnare da familiari, amici e colleghi per condividere con loro l’emozione della giornata.
La location
I percorsi di gara saranno allestiti nel cuore di Roma, all’interno dell’Ippodromo dei Lancieri di Montebello a Tor di Quinto. Distante poche centinaia di metri da Ponte Milvio, è situato in un’area che vanta ben 32 ettari d’estensione ai piedi del Colle Parioli. Un sito naturale e paesaggistico assolutamente incontaminato.
COSTI DI ISCRIZIONE: Fino al 20 Maggio ci si potrà iscrivere alla quota di 50€ per i singoli e 45€ per i gruppi.
Dal 21 al 24 maggio la quota sarà di 55€ per i singoli e 50€ per i gruppi.
Il giorno dell’evento (salvo disponibilità di posti) la quota sarà di 70 €.
GLI OSTACOLI
1) ROMAN WALLS
Una serie di sette ostacoli. Ognuno dovrà superarli, ma attenzione, ogni ostacolo è circondato da filo spinato. È fondamentale passare né troppo in alto e né troppo in basso o ci si può graffiare.
2) OCULUS
I concorrenti dovranno salire la scalinata aiutandosi con la corda. Una volta in cima, è fondamentale ignorare l’altezza e afferrare con attenzione la pertica. Poi una rapida discesa di 5 metri che terminerà dentro una pozzanghera di 1.5 metri piena di acqua e fango.
3) PILUM LOGS
8 metri di tronchi di legno posizionati orizzontalmente ad una altezza di 1.5 metri da saltare, afferrare e superare almeno cinque volte. Ancora fondamentale l’aiuto della squadra.
4) FENESTRA
Una serie di pannelli con delle fessure nel mezzo da attraversare. Non sono né abbastanza basse da superarle con facilità, né abbastanza alte da poter far leva con le braccia per superarle.
5) LEGION CARRY
In spalla, a cavalcioni o in braccio. Non importa come. Bisogna correre portando il proprio compagno per 50 metri e poi viceversa. Quindi è fondamentale scegliere bene il proprio partner.
6) MURUS
Inutile provare a prendere la rincorsa per salire su dei muri verticali di 2,5 metri. Si è coperti di fango e non si avrà una presa sufficiente. Meglio farsi aiutare dagli altri.
7) LAMINIS
Si dovrà superare una parete inclinata alta 2.5 metri. Facile no? No, non si sale normalmente, ma dal retro della parete. In questo caso meglio fare gioco di squadra: saltare e afferrare non funziona quasi mai.
8) TEUTOBERG
I concorrenti dovranno strisciare con le mani e con le ginocchia sotto il filo spinato. Non sarà un terreno facile, in salita, in discesa e sulle rocce. Superato questo ostacolo, finalmente il traguardo.
9) PUNIC
I partecipanti dovranno strisciare nel fango per metri, sotto il filo spinato. Il fango entra ovunque. E per aumentare il divertimento anche gli schizzi di un idrante.
10) SALTARE
Poteva mancare un bel salto nel vuoto? Dopo essere saliti sulla cima della piattaforma, puntare lo sguardo verso i 2 metri di spazio davanti. Poi concentrarsi sull’obiettivo e prepararsi mentalmente all’atterraggio. Ogni parte del corpo potrebbe insinuare dubbi, ma è fondamentale non esitare per non mancare l’obiettivo: solo 2.5 metri di vuoto. Occorre saltare, distendere le braccia e afferrare la barra di ferro. Poi puntare i piedi sul muro inclinato per aiutarsi, oscillare sulla barra e cercare di arrampicarsi al muro per poi scendere usando la scala.
11) FUNIS
Sono realmente delle gabbie? No, sono delle barre di ferro con un ampio spazio tra loro. Ma non è solo questo. Ci sono delle corde su cui aggrapparsi, pneumatici agganciati alle corde su cui appendersi. Ci si dovrà aggrappare con le mani, attraversare e superare l’intera gabbia.
12) AQUEDUCT
I concorrenti dovranno immergersi dentro l’acqua infangata e passare sotto un muro (si, proprio con la faccia sotto acqua) non una volta, ma due.
13) LUTUM
L’obiettivo è superare un fosso di fango, una collina, un fosso di fango e cosi via. Meglio lavorare in squadra. Non si può descrivere quanto sia scivoloso.
14) OLD PILUM
Di nuovo gli 8 metri di tronchi di legno posizionati orizzontalmente ad una altezza di 1.5 metri. Obbligatorio saltarli, afferrarli e superarli, almeno altre cinque volte. Anche I migliori lottano per non arrivare ultimi. Indispensabile l’aiuto della squadra.
15) SCALEA AQUA
Obiettivo di questo ostacolo è salire 5 metri di scala in corda, poi saltare dentro un fosso di acqua e fango, afferrare la rete e salire. Con la massima attenzione a non cadere.
16) RUBICON
I concorrenti dovranno strisciare in una lungo corridoio, sommersi interamente da acqua e fango.
17) GLADIUS
Ostacolo davvero indimenticabile. Si dovrà saltare dentro un fosso pieno di ghiaccio e superare l’ostacolo sommergendo l’intero corpo e la testa. Non una volta, ma due. Ci si sentirà come trafitti da migliaia di spade.
18) COLOSSUS
I concorrenti dovranno scavalcare un ostacolo inclinato utilizzando l’assistenza dei propri compagni, per poi scivolare dell’altro lato in una fossa piena d’acqua.
19) LAPSUS
Uno scivolo d’acqua largo 5 metri per 30 metri di lunghezza, reso scivoloso dall’utilizzo del sapone.
20) MANIBUS
Due lunghe pareti angolate da superare in coppia. I due partner si fronteggiano e afferrano l’un l’altro braccia o spalle per attraversare le pareti lateralmente.
21) TITINEBELLUM
Un ostacolo alto 5 metri da scavalcare con una scala a catena, oppure a tubo di acciaio, oppure con una scala di metallo o ancora con una corda. I partecipanti devono scegliere uno dei 4 modi per salire fino in cima, suonare il campanello e poi scendere.
Print Friendly, PDF & Email