Sagra dell’Uva di Marino, cittadinanza onoraria per Vittorio Storaro

0
1025
Bertolucci e Storaro
Il regista Bernardo Bertolucci ed il fotografo cinematografico Vittorio Storaro
Bertolucci e Storaro
Il regista Bernardo Bertolucci ed il fotografo cinematografico Vittorio Storaro

E’ in programma per venerdì 4 ottobre, alle ore 16 a Palazzo Colonna, nel contesto dei festeggiamenti per la 89ma edizione della Sagra dell’Uva, la cerimonia di conferimento della Cittadinanza Onoraria al Maestro Vittorio Storaro al quale verranno consegnate le Chiavi della Città.

 

A comunicarlo il vice sindaco Fabrizio De Santis con il presidente del Consiglio comunale Stefano Cecchi che, domani, accoglieranno l’autore della fotografia cinematografica, conosciuto e apprezzato a livello internazionale, vincitore dei Premi Oscar, Gova e Bafta per la migliore fotografia.

 

«A dimostrazione di quanta bellezza sappia produrre il nostro territorio, nella unicità delle sue diverse realtà, nell’eccellenza dei nostri viticoltori e nell’estro creativo di chi è stato capace di far esprimere Marino con il linguaggio dell’arte a livelli altissimi – dice De Santis –  vogliamo quest’anno annoverare tra i nostri Cittadini Onorari un marinese di adozione come Vittorio Storaro. Il più famoso autore della fotografia cinematografica, capace di «Scrivere il cinema con la luce», definito il riassunto vivente della più elevata cinematografia mondiale. Tanto da aggiudicarsi ben tre Premi Oscar per Apocalypse Now di Francis Ford Coppola (1980), Reds di Warren Beatty (1982) e L’Ultimo Imperatore di Bernardo Bertolucci (1988)».

 

«Un gesto profondamente sentito e voluto dalla nostra comunità – aggiunge Cecchi – per l’ineguagliabile e prezioso contributo offerto da Vittorio Storaro alla divulgazione dell’arte italiana e per le sue qualità artistiche e professionali, premiate ai più alti livelli internazionali oltre che per la vicinanza, sempre dimostrata, alla città di Marino».

 

 

Chi è Vittorio Storaro:

 

Nato a Roma il 24 Giugno 1940, nel 1956 si é Diplomato Maestro Fotografico presso l’Istituto Tecnico Duca D’Aosta. Attua nello stesso periodo una iniziazione pratica di lavoro in un laboratorio Fotografico. Nel 1958 presso il “C.I.A.C.” si certifica Cineoperatore del Colore.  Nel 1960 il Centro Sperimentale di Cinematografia lo Diploma nella sezione di Ripresa Cinematografica. Il momento dell’esordio Cinematografico, tanto sognato, arrivò nel 1968 con “GIOVINEZZA GIOVINEZZA” diretto da Franco Rossi, Film che gli dette modo di esprimersi completamente inserendo in esso tutti quei concetti Cinematografici che gli sono propri, come un’impronta digitale della sua visione Fotografico-Figurativa.

 

Registi come Luigi Bazzoni, Giuseppe Patroni Griffi, Fabio Carpi, Giuliano Montaldo, Salvatore Samperi, Luca Ronconi, Bernardo Bertolucci, Francis Coppola, Warren Beatty con infine Carlos Saura ed Alfonso Arau, lo hanno portato ad una maturazione sempre più approfondita dello Stile Cinematografico che gli ha permesso nel tempo una sempre più Cosciente ricerca sulle possibilità creative luministiche dell’Immagine. L’espressione artistica di Storaro si concentra sin dagli inizi sulla LUCE, sulle sue possibilità di Scrittura, sul suo valore di Dialogo tra gli elementi contrastanti che la compongono, per passare successivamente ad esplorare dall’interno la Luce stessa scoprendone le valenze espressive dello spettro cromatico, i COLORI che la compongono, dedicandosi poi allo studio degli ELEMENTI fondamentali della vita ed alla loro possibile rappresentazione visiva. In questi ultimi anni la sua attenzione è stata rapita dalle intuizioni creative simbolizzate dalle MUSE, e dalla possibilità di pre-veggenza creativa dei VISIONARI.

 

Ha ricevuto numerosi Riconoscimenti e Premi Internazionali tra cui tre Premi OSCAR, conferiti dall’Accademia delle Arti e delle Scienze Cinematografiche di Los Angeles, per i Film: “APOCALYPSE NOW” diretto da Francis Ford Coppola, “REDS” diretto da Warren Beatty, “THE LAST EMPEROR” diretto da Bernardo Bertolucci. Le Accademie Cinematografiche: Italiana (DAVID di DONATELLO), Inglese (BAFTA), Spagnola (GOYA), Televisiva Americana (EMMY) e l’Europea (CINEMATOGRAPHY), gli hanno presentato per vari film il loro riconoscimento Accademico.

 

Ha ricevuto 3 LAUREE HONORIS CAUSA: dall’Università di Lodz in Polonia, dall’Università di Sociologia di Urbino e dalla Accademia di Belle Arti di Macerata.

 

Insignito del titolo di AMBASCIATORE DELL’IMMAGINE DI ROMA, è Presidente dell’ ASSOCIAZIONE ITALIANA AUTORI DELLA FOTOGRAFIA CINEMATOGRAFICA negli anni 1988-90.

 

E ‘ membro dell’ AMERICAN SOCIETY OF CINEMATOGRAPHERS A.S.C.,della  EUROPEAN ACADEMY OF FILM AND TELEVISION, dell’ ACADEMY OF MOTION PICTURE ARTS SCIENCES di Los Angeles, dell’ ACCADEMIA CINEMATOGRAFICA ITALIANA e Presidente Onorario ACCADEMIA DELLA LUCE.

 

E’ membro S.I.A.E., sezione OLAF, in qualità di: AUTORE LETTERARIO-AUTORE FOTOGRAFIA-AUTORE ARTI FIGURATIVE, PLASTICHE e FOTOGRAFICHE. Membro e Presidente dei più importanti FESTIVAL CINEMATOGRAFICI MONDIALI, ha ricevuto il PREMIO ALLA CARRIERA CINEMATOGRAFICA da: AMERICAN SOCIETY of CINEMATOGRAPHERS (Los Angeles-USA) CAMERIMAGE FILM FESTIVAL (Torun-Polonia), TELLURIDE FILM FESTIVAL (Denver-USA) – LOCARNO FILM FESTIVAL (Locarno-Svizzera) – THESSALONIKY FILM FESTIVAL (Thessaloniky-Grecia) – MACEDONIA FILM FESTIVAL (Bitola-Repubblica di Macedonia).

 

Ha insegnato “Scrivere con la Luce” alla ACCADEMIA INTERNAZIONALE delle ARTI e delle SCIENZE DELL’IMMAGINE de L’Aquila dal 1995 al 2004.

Conduce SEMINARI in CINEMATOGRAFIA presso Accademie-Istituti-Università di tutto il mondo           Il suo sogno in via di realizzazione é l’edizione di una serie di libri, tre volumi già pubblicati, sulla ispirazione pittorica, sulla conoscenza filosofica della LUCE, dei COLORI, degli ELEMENTI, delle MUSE e dei VISIONARI, che lo hanno accompagnato in tutta la sua vita creativa dal titolo, “STORARO: SCRIVERE CON LA LUCE ”

La sua aspirazione é il possibile riconoscimento legislativo del “DIRITTO D’AUTORE” per tutti gli Autori della Fotografia Cinematografica del mondo.

Print Friendly, PDF & Email