Sagra dell’Uva di Marino, Ennio Calabria firma la locandina

0
2167
Ennio Calabria
Ennio Calabria artista
Ennio Calabria
Ennio Calabria artista

Recherà la firma di uno tra i più significativi esponenti del figurativismo europeo, il Maestro Ennio Calabria, la locandina ufficiale della 89ma Sagra dell’Uva di Marino, la manifestazione di genere più antica d’Italia che, ideata nel 1925 dal poeta Leone Ciprelli è in programma dal 4 al 7 ottobre prossimi.

«Ancora una volta – dice l’assessore alla Cultura Arianna Esposito –  la realizzazione del veicolo promozionale più importante della nostra Sagra è legata a un nome del mondo artistico. Dopo il Maestro Alfio Mongelli che, con la sua presenza ha onorato la scorsa edizione, il sapore, la tradizione e l’innovazione di una festa dedicata al vino nella quale emergono appuntamenti di spessore legati alla musica, alla cultura e ai sapori antichi di un territorio nel quale c’è ancora tanto da scoprire, sono raccontati da uno tra i più apprezzati pittori italiani. La locandina – va avanti la Esposito – racchiude in sé l’essenza stessa della festa, le sue radici, i suoi perché, il suo passato e il suo futuro. E ogni edizione, così come la locandina che la racconta e la rappresenta, è unica, esclusiva, irripetibile, indimenticabile ma, indissolubilmente, legata a tutte le altre. A tracciare un filo immaginario attraverso il tempo che parla di Marino e della sua storia. Come la storia che il Maestro Calabria narrerà nella sua personale “Il tempo, nel tempo” che abbiamo l’onore di ospitare al Museo Civico dal 4 al 25 ottobre».

Tra i nomi del mondo dell’arte, della musica e del cinema che, negli anni, hanno firmato, la locandina sono da ricordare il disegnatore Giorgio Forattini, lo scultore Umberto Mastroianni, i pittori e scultori marinesi Stefano Piali e Paolo Marazzi, lo scenografo preferito da Fellini, il pittore Rinaldo Geleng, il direttore della fotografia Premio Oscar Vittorio Storaro, l’attrice Gina Lollobrigida, il pittore e politico Alberto Sughi, il pittore e scultore Ugo Nespolo, lo scultore, orafo e incisore Giò Pomodoro, il compositore tedesco Hans Werner Henze e il pittore Cesare Berlingeri.

Print Friendly, PDF & Email