Sale la tensione ad Albano per manifestazione Forza Nuova

0
1016
oraziecuriazi
Ad Albano Laziale la tomba degli Orazi e Curiazi
oraziecuriazi
Ad Albano Laziale la tomba degli Orazi e Curiazi

Non accenna a raffreddarsi il clima ad Albano Laziale in vista dell’inaugurazione della sede cittadina di Forza Nuova. Riceviamo e pubblichiamo la nota ufficiale del Sindaco di Albano e la replica alle decisioni intercorse nella giornata di oggi da parte del Coordinatore cittadino di Forza Nuova Matteo Stella.

 

Ecco le parole del Sindaco di Albano Laziale Nicola Marini: “A seguito della nostra richiesta scritta (Prot. 41869), nel tardo pomeriggio di ieri insieme al Presidente del Consiglio Massimiliano Borelli ho incontrato il Questore di Roma, con il quale ci siamo lungamente confrontati sulle problematiche da noi sollevate che hanno evidenziato le legittime preoccupazioni della nostra Città. Il Questore ha fatto presente che – dichiara Marini – al di là delle informazioni che circolavano soprattutto sul web, l’iniziativa di Forza Nuova non aveva alcuna finalità celebrativa. Considerando la forte connotazione simbolica dell’11 ottobre (anniversario della morte di Priebke, il “boia delle Fosse Ardeatine”) e in virtù del fatto che la giornata di sabato avrebbe arrecato alla città oggettivi disagi soprattutto in termini di mobilità e attività degli esercizi commerciali, il Questore ha deciso di spostare a domenica 12 l’inaugurazione della sede di Forza Nuova. Ci è stato fatto presente – continua il Sindaco di Albano – che la Questura non può vietare ad una forza politica (oltretutto presente sulle liste elettorali) di inaugurare una propria sede, in base ad un principio costituzionalmente riconosciuto.
Per quanto concerne le prerogative che ha il Sindaco in questi casi, stamattina ho vietato qualsiasi occupazione di suolo pubblico (Prot. 42286): non verrà dunque rilasciato alcun permesso per i giorni di sabato e domenica.
Permettetemi infine – conclude Marini – due considerazioni: innanzitutto che l’immediato intervento della nostra Amministrazione, sostenuto da tutte le forze politiche del centrosinistra e dalla sensibilità cittadina, è riuscito ad avere la pronta attenzione e risposta da parte del Questore, che ringrazio per la disponibilità dimostrata; seconda considerazione, la libertà che oggi ognuno di noi ha di esprimere le proprie opinioni o di aprire una sede politica è frutto del sacrificio di migliaia di valorosi partigiani e semplici cittadini che hanno di fatto permesso alla nostra nazione di affermare quei valori democratici e antifascisti di cui andiamo orgogliosamente fieri e che continueremo a difendere da ogni tentativo di provocazione e di rivisitazione storica”.

 

FORZA NUOVA REPLICA ALLE DECISIONI DELLE AUTORITA’:

“Questa mattina abbiamo appreso la decisione dell’amministrazione di Albano e della Questura di Roma di voler spostare la contestazione dei centri sociali da sabato a domenica, in concomitanza con il nostro appuntamento e portando il rischio di incidenti ad un livello altissimo”. A parlare è Matteo Stella, coordinatore di Forza Nuova ad Albano Laziale che aggiunge: “Dopo la nostra decisione di ieri pomeriggio di voler spostare il nostro comizio a domenica per venire in contro alle richieste di tanti commercianti che ci avevano chiesto di non rispondere alle provocazioni dei collettivi antagonisti, le autorità competenti hanno preferito cedere al ricatto e all’arroganza di pochi contestatori invece di salvaguardare le attività commerciali del centro e la cittadinanza. Non sono bastati i teppisti che questa notte hanno tentato di sfondare la porta della nostra sede e hanno imbrattato i muri della città con scritte vergognose nei nostri confronti, non sono bastati gli spintoni e le minacce lanciate questa mattina da una banda di antifascisti verso due nostre ragazze che stavano volantinando. Sarà – continua Stella – dunque dovere dell’amministrazione comunale
prendersi la responsabilità di lasciare liberi per Albano collettivi antagonisti violenti che manifesteranno senza autorizzazione con il solo scopo di creare disordini.
Dal canto nostro – conclude Stella nella nota – denunciamo il comportamento irresponsabile del Comune che vuole creare un clima da guerra civile sul la pelle dei cittadini di Albano.
Non ci facciamo intimidire dai provocatori o dai loro burattinai e ribadiamo con ferma determinazione che domenica 12 Ottobre Forza Nuova sarà in via Cavour angolo via Aurelio Saffi dalle 16.30 e scenderà in piazza in maniera sobria e ordinata per parlare di progetti e programmi, per dare soluzioni ai problemi della città”.

Print Friendly, PDF & Email