Sallustio presenta il suo programma sulla scuola

0
700
scuola
Scuola Ariccia
scuola
Scuola Ariccia

Riguarda proprio il comparto Scuola, l’anticipazione del programma elettorale di Luisa Sallustio, in corsa per la carica di Primo cittadino di Ariccia con il simbolo dell’Italia dei Diritti. L’ex presidente del Consiglio comunale ha voluto fornire un primo spunto sui contenuti della conferenza stampa di presentazione della sua candidatura che, a breve, verrà calendarizzata e resa nota. “La gestione  dell’apparato scolastico ariccino esige un’attenta e cauta riflessione che, necessariamente, deve tenere in considerazione fattori legati alle caratteristiche del nostro territorio, alle esigenze delle famiglie degli alunni e al principio di continuità rispetto ai lavori di intervento eseguiti fino ad oggi – ha dichiarato stamane la candidata che ha voluto esporre il suo piano di intervento scuola partendo dalle sue premesse: “Il filo di Arianna del mio lavoro di sindaco  saranno le istanze delle famiglie ariccine che, di fatto,  scelgono la scuola dei figli in base alla vicinanza rispetto alla propria abitazione, in un’area comunale multilivello di non semplice gestione, in cui trovano spazio strutture datate e bisognose di interventi, anche importanti”. Se oggi parlare di unico plesso scolastico risulta anacronistico, alla luce dell’aumentata richiesta di iscrizioni registrata negli ultimi anni e dell’estensione del territorio su piani d’altitudine diversi, il piano d’intervento di Sallustio punta tutto sull’ottimizzazione dei servizi scolastici e sulla coerenza nella pianificazione dei lavori futuri, rispetto a quelli eseguiti in passato: “Dalla raccolta delle segnalazioni dei cittadini e dalla mia esperienza di mamma – ha poi proseguito – ritengo corretto intervenire in direzione di un superamento delle difficoltà prodotte dal traffico locale in prossimità degli istituti e del problema sicurezza che coinvolge alcune scuole, in primis la “Crocifisso” dove la mancanza di un marciapiede non garantisce la sicurezza degli alunni. Per tale ragione, ho intenzione di mettere in cantiere un importante potenziamento del servizio di scuolabus con cui potremo ovviare ad entrambe le criticità. Particolare attenzione sarà destinata agli interventi a sostegno dell’accessibilità per gli studenti disabili. La mia esperienza decennale in consiglio comunale – ha poi chiosato – mi suggerisce che, a fronte di alcuni istituti che destano minori preoccupazioni, rimangono altre situazioni insolute. Mi riferisco al problema delle infiltrazioni alla Don Milani, alla Bernini e alla San Giuseppe, nonché ai danni nel tetto della palestra della scuola di Fontana di Papa, prodotti da un intervento per l’installazione di pannelli solari che non ha reso possibile lo svolgimento delle attività pallavolistiche”. Queste, infine, le conclusioni a cui è giunta la candidata: “E’ possibile intervenire strategicamente, in coerenza col lavoro già svolto nelle strutture scolastiche già esistenti ad Ariccia, per le quali è stato necessario un ingente investimento di denaro pubblico. La mia gestione partirà proprio da questa base, a cui affiancherò il valore aggiunto di un approccio razionale che nasce dal mio vissuto politico e di madre che tutti i giorni sperimenta i punti di forza e di debolezza del nostro sistema Scuola”.

Print Friendly, PDF & Email