Salviamo il cuore a Velletri ad aprile con Ncr

Prosegue il ciclo di convegni sulla salute promosso da Ncr. Il prossimo appuntamento è previsto per sabato 6 aprile alla Pegaso di Velletri

0
234
salviamo_cuore
Salviamo il cuore

Prosegue il ciclo di convegni sulla salute promosso dall’Associazione dei Nuovi Castelli Romani. Il prossimo appuntamento è previsto per sabato 6 aprile prossimo (ore 10/13) nella sede della Università Telematica Pegaso di Velletri – Palazzo Romani – in Corso della Repubblica 253. «Salviamo il cuore», questo è il titolo dell’incontro che, patrocinato dal Comune di Velletri e dalla Università Pegaso, vedrà la presenza di medici specialisti che terranno relazioni brevi e mirate a una prevenzione efficace.

Tra questi Cosmo Evangelista (Cardiologo Ospedale Celio di Roma) Paolo Caso (Geriatra Ospedale Sant’Andrea), Carola Evangelista (Angiologo Policlinico Umberto I). Introdurrà i lavori il Prof.Claudio Letizia (Professore di Ruolo in Medicina Interna, Dipartimento di Medicina Traslazionale e di Precisione, Università La Sapienza di Roma).Moderatore Enzo Labasi (Dirigente Scolastico).

«Le malattie cardiovascolari rappresentano ancora la prima causa di morte nei Paesi Occidentali – spiega Claudio Letizia -. Nella maggioranza dei casi, gli arresti cardiocircolatori sono determinati da un’aritmia nota come fibrillazione ventricolare, alterazione elettrica del cuore risolvibile solo con la somministrazione tempestiva e adeguata di una scarica elettrica tramite un defibrillatore. Intervento che può essere messo in atto anche da personale non medico se, nel momento e nel luogo dell’arresto cardiaco, è presente un defibrillatore automatico esterno utilizzabile da operatori con una formazione specifica. Ecco perché – sottolinea il medico – è necessario che in sempre più spazi di aggregazione sia presente un defibrillatore. La morte improvvisa per arresto cardiaco, infatti, le cui modalità sono imprevedibili, si manifesta anche in soggetti senza una cardiopatia acclarata. In Italia ogni annosono più di 50mila i decessi per morte improvvisa, patologia che rappresenta oltre il 50% delle morti per malattie cardiovascolari».

«Studi confermano la stretta correlazione tra stile di vita, fattori di rischio coronarico e malattie cardiovascolari – aggiunge Ettore Pompili, presidente onorario Associazione dei Nuovi Castelli Romani –. La finalità del nostro incontro, grazie all’ausilio dei medici che metteranno a disposizione le loro competenze in materia, è quella di informare comecon la prevenzione, rappresentata da un’alimentazione povera di grassi saturi e zuccheri ma ricca di fibre, con una costante attività fisica e con la correzione di fattori di rischio cardiovascolari come ipertensione, diabete mellito, fumo, obesità dislipidemia e stress, si possano prevenire le malattie cardiovascolari».

All’incontro, come sempre aperto a tutti e ad ingresso libero, porteranno il loro saluto Orlando Pocci (sindaco di Velletri), S.E. Mons. Vincenzo Apicella (vescovo di Velletri e Segni), Alessandro Bianchi (Rettore Università Telematica Pegaso) e Roberta Atzori(Direttrice Università Telematica Pegaso Velletri).

«L’informazione medica offerta dal convegno promosso dalla NCR, rappresenta un altro tassello nell’evoluzione della conoscenza alla base di ogni forma di prevenzione – afferma Roberta Atzori -. Siamo felici che proprio la nostra Università, luogo di formazione e trasferimento della conoscenza, sia la sede deputata per un importante incontro con finalità sociali come quello promosso dall’Associazione dei Nuovi Castelli Romani. Da partenostra la massima collaborazione perché le informazioni fornite siano veicolate al massimo e nelle sedi opportune. La salute è un bene prezioso da tutelare con ogni mezzo».

 

Print Friendly, PDF & Email