Sanità, Cianfanelli su riorganizzazione ospedali dei Castelli

0
836
Emilio Cianfanelli
Emilio Cianfanelli Sindaco di Ariccia
Emilio Cianfanelli
Emilio Cianfanelli Sindaco di Ariccia

“Il potenziamento, e non la chiusura, dello Spolverini – dichiara il Sindaco di Ariccia Emilio Cianfanelli – è un grande traguardo per tutta la Asl Rm H. In esso infatti potremo sperimentare delle risposte sanitarie innovative quali la medicina di base e un ospedale di comunità a conduzione infermieristica”.

“L’approvazione dell’Atto Aziendale della Asl Rm H è – dichiara Cianfanelli – un risultato importante, frutto di un proficuo lavoro di confronto tra i vari attori ovvero Sindaci, Direttore Generale e Dirigente della Cabina di Regia per il SSR che ha permesso di convenire sul mantenimento dello Spolverini in esercizio fino all’apertura del Nuovo Ospedale dei Castelli Romani.

È stata così scongiurata con l’Atto Aziendale la chiusura dello Spolverini che anzi viene rafforzato, su iniziativa della Asl, accogliendo al suo interno la riabilitazione, la psichiatria, la neuropsichiatria infantile, igiene e profilassi e la farmacia.

Su richiesta dell’Amministrazione Comunale di Ariccia, poi, la struttura ospiterà gli ambulatori dei medici di base, una cosa questa estremamente importante ed innovativa per i nostri territori e per la Asl Rm H la cui risposta sanitaria sarà ulteriormente arricchita poiché lo Spolverini diverrà anche un ospedale di comunità ovvero una struttura per la degenza a conduzione infermieristica, dove gli infermieri potranno ricoverare quei pazienti che non trovano accoglienza nei reparti di medicina o in grado di seguire (a causa di impedimenti e/o difficoltà familiari) un protocollo terapeutico nel proprio domicilio.

Abbiamo poi proposto, nella riunione presso la cabina di Regia, la possibilità di – continua la nota del Sindaco – inserire nello Spolverini anche un Hospice per i pazienti oncologici terminali ad approccio multi specialistico. L’Hospice ha – conclude – una programmazione concordata con la Regione e pertanto sarà oggetto di successive riunioni per lavorare su tale opportunità”.

Print Friendly, PDF & Email