Sciopero lavoratori Lazio Ambiente di Frascati

I lavoratori di Lazio Ambiente di Frascati in sciopero da questa mattina per i mancati pagamenti degli stipendi e le condizioni di lavoro

0
852
lazioambiente
Lazio Ambiente

Dalle prime ore di questa mattina i lavoratori di Lazio Ambiente sono in sciopero. Tra le motivazioni addotte dagli scioperanti i perduranti ritardi nell’erogazione degli stipendi e le preparie condizioni di lavoro che i dipendenti vivono in questi giorni.

2 Maggio h.11:40 – Dopo il blocco dell’isola ecologica di Frascati, iniziato da qualche ora e di cui abbiamo dato notizia sopra, così dichiarano a Meta Magazine i dipendenti di Lazio Ambiente:

“Abbiamo deciso che ci fermeremo ad oltranza, anche domani (giovedì 3 maggio ndr). Finché non uscirà un comunicato della Regione Lazio, il Sindaco (Mastrosanti ndr) ha detto che ha parlato con l’assessore regionale Valeriani, che si è impegnato chiedendo una settimana di tempo per garantire il pagamento degli stipendi. Finché, però, non uscirà un comunicato in tal senso, noi proseguiremo su questa linea”.

2 Maggio h.11:45 –  Sbardella e Travaglini, “Vicini a dipendenti Lazio Ambiente, basta incertezze!”

“Il blocco delle attività presso l’isola ecologica di Frascati ci vede senza se e senza ma al fianco dei lavoratori. È ora di soluzioni concrete che devono vedere necessariamente un’accelerazione visto il disagio dei dipendenti espresso anche in pubblico durante la commissione consiliare di lunedì 30 aprile. Arrivare al blocco del cantiere è un atto estremo, indice dell’esasperazione a cui sono arrivati gli operatori di Lazio Ambiente. È del tutto evidente che il problema dei loro stipendi vada risolto. Sappiamo che la Regione è intervenuta in merito, ma le responsabilità dei Comuni morosi non devono e non possono più ricadere sui lavoratori. È arrivato il momento che ognuno per la sua parte faccia quanto è dovuto per assicurare il salario e la dignità a questi ragazzi, che ogni giorno lavorano in un clima di assurda incertezza, e alle loro famiglie”. È quanto dichiarano in una nota i consiglieri di opposizione Francesca Sbardella e Gianluca Travaglini.

2 Maggio h.11:50 – Iaia (Pd Frascati) : “Blocco isola ecologica, vicini ai dipendenti”

“Apprendiamo con sgomento, ma senza falso stupore, il blocco dei lavori dell’isola ecologica di Frascati da parte dei dipendenti. Come PD, responsabilmente, rifiutiamo la logica della polemica spicciola e rimaniamo vigili e attenti nei confronti di una vicenda che si trascina da mesi tra stipendi in ritardo e condizioni di lavoro oltre il limite della sopportazione. Monitoriamo la questione da mesi e rimaniamo preoccupati per ciò che accade. Comprendiamo le difficoltà nell’affidamento temporaneo, ma invitiamo l’Amministrazione ad agire il prima possibile senza ulteriori ritardi (la promessa sull’uscita da Lazio Ambiente il Primo aprile poi prorogata al 31 maggio) per il bene dei cittadini e a tutela dei lavoratori. Siamo e saremo responsabili interlocutori per ogni atto che vada in questa direzione”. Dichiara Luca Iaia, segretario del Circolo del Partito Democratico di Frascati.

2 Maggio h.13:10 – Il Comune di Frascati dichiara in una nota in merito al blocco dell’isola ecologica da parte dei lavoratori di Lazio Ambiente:

“Si porta a conoscenza della cittadinanza che in data odierna il servizio di raccolta dei rifiuti ha subito un blocco non preannunciato da parte dei dipendenti di Lazio Ambiente, per protesta verso il mancato pagamento degli stipendi di aprile 2018.

Il Sindaco di Frascati Roberto Mastrosanti ha preso immediatamente contatto con i dipendenti di Lazio Ambiente, con i Dirigenti della Società e con la Regione Lazio, al fine di agevolare e sollecitare una rapida soluzione della vertenza, che conduca al pagamento delle spettanze e alla fine del blocco al servizio di raccolta dei rifiuti.

L’episodio odierno conferma, purtroppo, le difficoltà di natura economico – finanziaria che attanagliano la Società regionale e che hanno determinato l’Amministrazione Comunale ad avviare un procedimento di urgenza per individuare un nuovo gestore che temporaneamente, in attesa dell’espletamento della gara per l’affidamento definitivo del servizio di raccolta e spezzamento, subentri nella gestione del servizio medesimo. Il procedimento, attualmente in corso, con riferimento al quale l’Amministrazione si sta avvalendo della consultazione dell’ANAC, e che verrà espletato con l’ausilio della Centrale Unica di Committenza (CUC) della Comunità Montana, dovrebbe auspicabilmente essere completato nel volgere di poche settimane.

L’Amministrazione comunale, infine, nell’esprimere e confermare la propria solidarietà a tutti i lavoratori per le difficili condizioni in cui sono costretti ad operare, ha comunque rappresentato il proprio rammarico e la propria preoccupazione per il disagio che il blocco sta causando a tutti i cittadini e formulato l’auspicio che la prospettiva di una ormai prossima definitiva soluzione della vicenda, che dovrebbe coincidere con l’affidamento del servizio suddetto ad un nuovo gestore, e il confermato impegno manifestato per le vie brevi al Sindaco da parte dell’Assessore Regionale competente di trovare una soluzione che consenta di gestire questa complessa fase di transizione della società Lazio Ambiente, induca tutte le parti a mettere in campo il massimo impegno, per garantire il regolare svolgimento del servizio già nelle prossime ore e giorni.

L’Amministrazione, riservandosi aggiornamenti sulla vicenda, invita la cittadinanza ad evitare l‘esposizione del rifiuto, per prevenire possibili situazioni di difficoltà per l’igiene pubblica e per il decoro cittadino”.

2 Maggio h.17:45 – Aggiornamento con la nota congiunta degli assessori regionali Sartore, Valeriani e Di Berardino:

“LAZIO AMBIENTE, REGIONE: “IMPEGNO PER SOSTENERE LIVELLI OCCUPAZIONALI”

“Come illustrato recentemente nel corso di un incontro con i rappresentanti sindacali della società Lazio Ambiente, l’Amministrazione regionale ribadisce l’impegno per individuare soluzioni adeguate a garantire i livelli occupazionali e retributivi dei lavoratori dell’Azienda di gestione dei rifiuti. Al tempo stesso auspichiamo l’impegno dei Comuni interessati a corrispondere le spese dovute per i servizi di gestione dei rifiuti urbani operati da Lazio Ambiente”. Lo dichiarano, in una nota, Alessandra Sartore, assessore al Bilancio, Massimiliano Valeriani, assessore ai Rifiuti e Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro della Regione Lazio”.

3 Maggio h.13:35 – L’Amministrazione Mastrosanti commenta il secondo giorno di interruzione del servizio di raccolta rifiuti da parte degli operatori di Lazio Ambiente, per il mancato pagamento degli stipendi di aprile 2018:

“Per il secondo giorno consecutivo il servizio di raccolta e spazzamento dei rifiuti a Frascati ha subito un blocco non preannunciato da parte dei dipendenti di Lazio Ambiente, che protestano per il mancato pagamento degli stipendi di aprile 2018.

L’Amministrazione comunale ha sempre sostenuto le ragioni dei lavoratori, curando il puntuale pagamento dei Servizi a Lazio Ambiente, intervenendo verso la società per garantire l’esatto adempimento degli obblighi ai lavoratori, avviando dopo anni di inerzia i procedimenti necessari a garantire per il futuro un servizio adeguato alle aspettative della Città, tenendo presente l’esigenza di salvaguardare i livelli occupazionali.

Per questo non può accettare che una protesta, seppure comprensibile, venga attuata con modalità tali da mortificare la città, la cittadinanza, gli operatori commerciali e le migliaia di utenti e visitatori, che quotidianamente usufruiscono di servizi e delle attività cittadine.

L’Amministrazione comunale è pertanto intenzionata a porre in atto ogni azione a tutela di tali legittime ragioni, perseguendo i comportamenti illegittimi che stanno producendo un grave vulnus alla Città, con l’auspicio comunque che il buonsenso prevalga e ognuna delle parti in campo si assuma le proprie responsabilità, garantendo in breve tempo un ritorno alla normalità.

L’Amministrazione, riservandosi aggiornamenti sulla vicenda, invita la cittadinanza ad evitare l‘esposizione dei rifiuti, per prevenire possibili situazioni di difficoltà per l’igiene pubblica e per il decoro cittadino”.

3 Maggio h.18:30 – Nuova nota del Partito Democratico di Frascati sul blocco della raccolta rifiuti di Frascati:

“Pd Frascati, “No alle minacce, al fianco dei dipendenti di Lazio Ambiente, auspichiamo maggior dialogo e solerzia dall’Amministrazione”

“Leggiamo con un certo stupore alcune parole dell’Amministrazione sul secondo giorno consecutivo di interruzione del servizio di raccolta e spazzamento dei rifiuti a Frascati. Il Comune avrebbe potuto fare fronte (essendo stato anticipato che anche oggi (3 maggio ndr) ci sarebbe stato il blocco) agli eventuali disagi con una raccolta straordinaria in vista del giorno di festa e per evitare lo scempio visto in queste ore, invece che minacciare i dipendenti di adire le vie legali per interruzione di pubblico servizio. Si tratta di una situazione al limite, i nervi sono tesi e non bisogna cercare ragioni o colpevoli. Ci vorrebbe una certa solerzia nella risoluzione dei problemi quanto una maggiore serenità nei rapporti con le strutture. Magari un po’ più di dialogo potrebbe evitare il proporsi di certe assurde situazioni.

Noi rimaniamo vigili sulla vicenda, in contatto con gli assessori regionali coinvolti che ci hanno assicurato l’impegno per una rapida risoluzione del problema. Restiamo disponibili a collaborare, in maniera responsabile quanto determinati a tutelare sia i cittadini, penalizzati dallo sciopero, che i dipendenti, esasperati dalla crisi dell’azienda e colpiti nelle proprie sicurezze personali dopo mesi di stipendi a singhiozzo e condizioni lavorative inaccettabili”. Dichiara il Circolo del Pd di Frascati”.

5 Maggio 6:30 – Nota congiunta di Massimiliano Valeriani e Alessandra Sartore sull’accordo tra Lazio Ambiente e Saf:

“RIFIUTI, REGIONE: “POSITIVO ACCORDO TRA LAZIO AMBIENTE E SAF”

Accordo raggiunto tra Lazio Ambiente e la società Saf di Frosinone: questa mattina negli uffici dell’Assessorato al Ciclo dei Rifiuti della Regione Lazio i responsabili delle due aziende hanno sottoscritto un’intesa che permette di superare le controversie legali e di garantire la regolare operatività dei servizi di gestione dei rifiuti nei Comuni interessati delle province di Roma e Frosinone. “Esprimo soddisfazione per l’accordo siglato dalle due società: viene scongiurato il blocco delle operazioni di raccolta e di trattamento dei rifiuti in diversi Comuni del Lazio e si favorisce il puntuale pagamento delle retribuzioni ai dipendenti di Lazio Ambiente. Ora auspico interventi in tempi brevi per sanare eventuali situazioni di criticità ambientale e la regolare ripresa di tutti i servizi di gestione dei rifiuti curati da Saf e Lazio Ambiente”, dichiara Massimiliano Valeriani, assessore al Ciclo dei Rifiuti della Regione Lazio. “Grazie all’accordo che è stato raggiunto tra Lazio Ambiente e Saf, i Comuni coinvolti non hanno più somme vincolate, ma potranno procedere ai pagamenti verso la società Lazio Ambiente. Il piano di rientro che è stato tracciato garantisce la copertura degli stipendi per i lavoratori della società e la regolare gestione dei rifiuti nei Comuni interessati”, aggiunge Alessandra Sartore, Assessore regionale alla Programmazione economica, Bilancio, Patrimonio e Demanio”.

5 Maggio h.21:40 – Rendiamo noto il post facebook pubblicato dall’Ufficio Stampa del Comune di Frascati sul servizio raccolta rifiuti:

“L’Amministrazione comunale comunica che oggi è ripreso il regolare svolgimento del servizio di raccolta rifiuti, pertanto i cittadini potranno conferire seguendo l’abituale calendario. La Società provvederà a breve ad asportare i materiali non raccolti nei tre giorni di interruzione del servizio”

5 Maggio h.21:45 –  Nuova nota del consigliere di E Ora Frascati Gianluca Travaglini e del capogruppo Dem Francesca Sbardella sulla fine dello sciopero dei dipendenti di Lazio Ambiente:

raccoltarifiutidoposciopero
Un immagine dei rifiuti a Frascati dopo la fine dello sciopero di tre giorni ad inizio maggio 2018

“Travaglini e Sbardella, “Bene ripresa della raccolta rifiuti. Non caliamo l’attenzione su problematiche lavoratori”

“Sta tornando alla normalità la situazione della raccolta rifiuti a Frascati – dichiarano i consiglieri di opposizione Gianluca Travaglini e Francesca Sbardella. Siamo contenti per i nostri concittadini a cui viene restituito un servizio fondamentale, rimaniamo però vigili sul destino dei dipendenti di Lazio Ambiente. Ringraziamo la Regione Lazio per l’impegno profuso in questi giorni per agevolare la risoluzione del blocco del servizio. I problemi non sono del tutti risolti -continuano Travaglini e Sbardella – ci vengono segnalate problematiche legate al ritiro di tutto quello che non è umido e cartone, come la situazione di saturazione in cui versa l’isola ecologica in cui in queste ore è stato scaricato il carico di 3 giorni di rifiuti non raccolti in precedenza per via della protesta messa in atto dai dipendenti. Non è il momento delle polemiche, ma ci piace sottolineare che i problemi si risolvono con i fatti, non con le promesse””.

Print Friendly, PDF & Email