Sclerosi, novità da Aism e Inps

Sclerosi, da Aism e Inps nuova comunicazione tecnico-scientifica per la valutazione degli stati invalidanti. Lancio d'agenzia della Dire

0
265
salute
salute

Dall’Agenzia di Stampa Dire – www.dire.it – Assicurare alle persone con sclerosi multipla una valutazione medico legale realistica e corretta a fini lavorativi. Con questo obiettivo l’Associazione italiana Sclerosi Multipla e l’Istituto nazionale della previdenza sociale hanno deciso di aggiornare la ‘Comunicazione tecnico scientifica per l’accertamento degli stati invalidanti correlati alla sclerosi multipla’, ad integrazione di quanto già stabilito nel primo documento messo a punto da Aism e Inps nel 2012. Tra le novità contenute nella nuova Comunicazione, che ha ricevuto il patrocinio della Sin (Società Italiana di Neurologia) e della Sno (Scienze neurologiche ospedaliere), maggiore attenzione sara’ dedicata alla diagnosi, alla terapia e al follow up della malattia. Il documento e’ stato presentato a Roma all’Hotel Nazionale. “La revisione della Comunicazione tecnico scientifica – ha spiegato Paolo Bandiera, direttore Affari generali di Aism – è il risultato di una stretta e importante collaborazione con l’Inps, con il sostegno essenziale delle società scientifiche di riferimento Sin e Sno. Offre indicazioni ed elementi essenziali perchè i giudizi delle commissioni medico legali siano maggiormente accurati, uniformi, adeguati allo stato di salute e alla condizione di vita delle persone con Sm e alla complessità della malattia”. Secondo Angela Martino, presidente nazionale Aism, il documento e’ “uno strumento utilissimo- ha sottolineato- che consente a chi si presenterà davanti alle commissioni di avere un riferimento prezioso per predisporre al meglio la documentazione personale da produrre ed esercitare un ruolo sempre piu’ attivo e consapevole nell’intervenire da protagonista nel processo di accertamento”. La ‘Comunicazione tecnico scientifica per l’accertamento degli stati invalidanti correlati alla sclerosi multipla’, intanto, interviene “sia sull’accertamento dell’invalidita’, sia dello stato di handicap, sia della disabilita’ ai fini lavorativi – ha spiegato ancora Raffaele Migliorini, dirigente medico-legale Inps- rappresentando una buona pratica che, come dimostrano i dati, sta producendo un decisivo miglioramento del processo valutativo che viene riconosciuto sia dagli operatori che dai cittadini. La strada che stiamo percorrendo assieme con Aism e’ un modello collaborativo di particolare valore che l’istituto sta espandendo anche ad altre patologie”. In cinque documenti regionali di approvazione dei Percorsi diagnostico terapeutico assistenziali per la Sclerosi multipla la Comunicazione viene espressamente recepita come riferimento e raccomandazione da assumere in tutto il territorio regionale per assicurare un adeguato giudizio medico legale nella realtà della Ss. Le regioni sono: Veneto, Sicilia, Friuli, Calabria, Emilia Romagna. “I risultati, confermati dal ‘Barometro della Sm 2018’ di prossima uscita- hanno fatto infine sapere durante la conferenza- attestano come questo strumento si sia rivelato di grande impatto nel migliorare il processo valutativo nella sclerosi multipla, con una significativa riduzione nel corso degli anni delle persone con Sm che si dichiarano insoddisfatte del giudizio ricevuto”.

Print Friendly, PDF & Email