Scommesse sportive, 3 metodi per guadagnare

Scommesse sportive, 3 metodi per trasformare una passione in una fonte di guadagno. Alcune info utili sul mondo del betting

0
3239
scommesse
Scommesse

Salutati gli ultimi sapori di analogico, oggi le scommesse sportive online hanno completamente fagocitato la vecchia schedina. Ai fedelissimi della tradizione è rimasta la consolazione di poter ancora contare sul rassicurante 1-X-2, con la sostanziale differenza che ora si può applicare la giocata a tutte le partite del mondo. Invece, per chi ha abbracciato con pienezza la modernità si è spalancato un mondo fatto di quote in continuo mutamento, bonus/malus di qualsiasi tipo, e un ventaglio di modalità di gioco pressoché infinito.

Esatto, oggi esistono scommesse che forse non avremmo nemmeno mai immaginato, un nuvolo di “risultati esatti primo tempo”, stormi di suadenti “nei prossimi 10 minuti chi segnerà/prenderà un rigore/sarà espulso”, fino all’apoteosi de “quanti calci d’angolo ci saranno nei secondi 45 minuti”. Districarsi senza confondersi, e per di più con qualche soldo guadagnato, non è affatto semplice. Lo psicologico americano Barry Schwartz dice: “L’abbondanza di opzioni crea insoddisfazione e paralisi”, in effetti questi muri di quote mettono soggezione, quindi partiamo subito con il consiglio più ovvio: elimina dalle possibilità di gioco tutto quello che non conosci.

Riuscire a predire cose che sfuggono alla logica del normale rapporto di forza tra squadra (reale o percepito) significa lanciarsi nell’ignoto, e con l’ignoto non si guadagnano soldi. Perché è proprio quello il punto: vincere non è complesso, prima o poi capita anche solo per mera fortuna, è guadagnare che richiede sforzo, ingegno e soprattutto metodo. Un’altra ovvietà è che nessuno conosce un metodo garantito per guadagnare, poiché non esiste realmente una sorta di algoritmo vincente, né stregoni o chiromanti del pallone. Ci sono però delle semplici metodologie di giocata ispirate dalla matematica che, se unite a un modo assennato di giocare, potrebbero dare esito positivo alle nostre scommesse.

3 metodologie per le tue scommesse

Scommesse clone

Abbiamo voluto chiamare “clone” questo tipo di giocata poiché si tratta di una scommessa ripetuta per un certo numero di volte e seguendo la stessa modalità. Poniamo come assunto che il budget mensile a nostra disposizione sia di 200 euro, quindi 50 euro per week end oppure 8 giocate mensili da 25 euro l’una. Puntiamo ogni volta su una giocata semplice, una quota 3, ovvero il prodotto di 3 quote da un 1,45 (1,45×1,45×1,45 = 3,1). Per rientrare nel nostro budget mensile dovremmo vincere 3 volte su 8 guadagnando 225 euro a fronte di 200 euro investiti.

25€ x 3 = 75€ vinta

25€ x 3 = 0€  persa

25€ x 3 = 75€ vinta

25€ x 3 = 75€ vinta

25€ x 3 = 0€  persa

25€ x 3 = 0€  persa

25€ x 3 = 0€  persa

25€ x 3 = 0€  persa

Scommesse doppie in caso di sconfitta

Proprio così, se perdi rigiochi il doppio, ma con criterio. Supponiamo sempre di poter disporre di quei 200 euro mensili, 25 dei quali piazzeremo sempre per la nostra solita scommessa su una quota 3. In caso di vittoria proseguiamo con un’altra giocata normale, in caso di sconfitta raddoppiamo:

25€ x 3 = 0€  persa

50€ x 3 = 0€  persa

100€ x 3 = 300€ vinta

È consigliabile fermarsi al secondo rilancio, quindi alla terza scommessa. Nel caso del nostro budget si tratta di una condizione obbligata, poiché dopo la terza giocata saremmo già al limite (25€ + 50€ +100€ = 175€). Se dovessimo vincere recupereremmo l’investimento e andremmo in attivo, nello sciagurato caso che arrivi anche la terza sconfitta allora è meglio archiviare il passivo e non rischiare ulteriori perdite per quel mese di gioco.

Scommesse aggressive

O la va o la spacca, questa giocata non conosce mezze misure: si gioca raddoppiando la posta anche in caso di vittoria.

25€ x 3 = 75€ vinta

75€ x 3 = 225€ vinta

225€ x 3 = 675€ vinta

Fantascienza? Stiamo sempre parlando di una quota 3, risultato di partite che dovrebbero essere di facile lettura (per chi conosce un minimo le squadre in campo). Magari in questo caso si può avere l’accortezza di preservare 25 euro dopo la prima eventuale vincita, perché in questo caso perdere equivale a svuotare la cassa.

Ultimi consigli

Tenere sempre a mente le parole di Johan Cruijff che disse: “Il calcio è semplice, ma nulla è più difficile che giocare a calcio in modo semplice”. Allo stesso modo queste sono semplici equazioni che non vanno supportate con una base minima di conoscenza dei match sui quali si scommette, per questo ci sono alcuni siti di scommesse che si impegnano per fornire anche ai giocatori dati statistici utili a pesare le scelte di gioco, come quello della SNAI, che offre statistiche real-time e complete per le proprie giocate. È importante tentare con regolarità a seguire uno di questi schemi, senza farsi prendere dalla depressione di una sconfitta o la frenesia di una vittoria, ma soprattutto senza mai superare il budget stabilito.

Print Friendly, PDF & Email