Scuola, D’Acuti “Le novità del nuovo anno a Monte Compatri”

Scuola, il sindaco di Monte Compatri D'Acuti "Le attività didattiche nell'era Covid: una sfida che raccogliamo per farci trovare pronti il 14 settembre"

0
85
polo_didattico_monte_compratri
Polo Didattico Monte Comaptri

SCUOLA, IL SINDACO D’ACUTI: “LE ATTIVITÀ DIDATTICHE NELL’ERA COVID: UNA SFIDA CHE RACCOGLIAMO PER FARCI TROVARE PRONTI IL 14 SETTEMBRE. ECCO LE NOVITÀ DEL NUOVO ANNO”

 Un’attività scolastica in sicurezza. Se questa era una priorità negli anni scorsi, in un periodo caratterizzato dall’emergenza sanitaria Covid-19 diventa ancora più importante garantire spazi e aule che assicurino il distanziamento fisico e permettano la tutela della salute, di alunni ed insegnanti, per prevenire i contagi. Perché sia l’istruzione che la salute sono diritti costituzionali e noi puntiamo a una ripresa della didattica che rispetti l’equilibrio tra benessere socio-emotivo e contenimento del rischio. Alcune aule dei plessi del Comune di Monte Compatri saranno ampliate, nuovi edifici saranno utilizzati, banchi e sedie sono stati acquistati. Tutto questo è il frutto del lavoro dell’amministrazione comunale, del lavoro congiunto dell’ufficio Lavori Pubblici e Scuola, rispettivamente guidati da Adriano Di Franco ed Elisa Gentili, insieme al confronto con la dirigenza dell’istituto comprensivo Paolo Borsellino, in primis la dottoressa Loredana Di Tommaso e tutte le figure di supporto che qui voglio ringraziare. Due gli incontri e diversi i sopralluoghi per rispondere ai bisogni di alunni e lavoratori, rispettando le linee guida del ministero. Dieci nuovi ambienti sono stati individuati in via Serranti, in una struttura in classe IV antisismica e senza barriere architettoniche, senza dividere gli studenti: qui, in blocco verrà trasferita la media di Laghetto, con il trasporto garantito dal servizio gratuito di scuolabus comunale. Nella scuola secondaria del centro urbano sarà necessario abbattere i tramezzi di 4 classi per rendere le aule più spaziose. Altre due classi saranno ricavate, dopo lavori adeguati, nei 4 locali dell’ex Asl, sotto la struttura delle medie di via Felici. Rimodulati gli ambienti della primaria del centro cittadino: al piano terra della palazzina A saranno ricavate tre aule grandi più una già esistente; al piano seminterrato sarà sfruttata un’aula grande, più la 3.0 e quella multimediale. Nell’edificio B, altre tre classi grandi più una esistente; al seminterrato una nuovo più un’altra già disponibile. All’interno dell’aula magna e nella mensa ci saranno due spazi per accogliere 21 bambini ciascuno; spostando le quinte alle medie. All’infanzia di via Rosmini, quattro aule saranno necessarie per dividere gli alunni di due classi, il seminterrato ospiterà 4 gruppi interi. A Laghetto, invece, 4 aule saranno utilizzate per frazionare gli studenti di due classi, utilizzando anche la struttura della secondaria. A Molara, infine, saranno utilizzati sala mensa e corridoio per creare un unico open space senza la necessità di creare più gruppi. Le risorse finora assegnate dal Ministero sono pari a 70mila euro, che utilizzeremo, come da progetti già approvati, per l’adeguamento degli spazi. Abbiamo già predisposto l’acquisto di 400 nuovi banchi e altrettante sedie, per un totale di circa 25mila euro. La situazione che stiamo vivendo è totalmente nuova, ci mette di fronte a una sfida: quella di riprendere l’attività didattica in totale sicurezza, ma garantendo lezioni senza turnazioni e limitando al massimo la divisione dei gruppi classe. Sarà un anno scolastico particolare, abbiamo cercato di ottenere il meglio in un tempo ristrettissimo; raccogliamo la sfida per farci trovare pronti il 14 settembre”, lo comunica il sindaco di Monte Compatri, Fabio D’Acuti”. Lo rende noto l’Ufficio Stampa del Comune di Monte Compatri.

Print Friendly, PDF & Email