Settembre 2020, la ripartenza della scuola sul nostro territorio

Da lunedì 14 settembre le riaperture scolastiche nel Lazio. Diamo spazio agli auguri, info utili sull'inizio dell'anno scolastico.

0
94
banchi
Banchi Scuola

Da lunedì 14 settembre le riaperture scolastiche nel Lazio. Diamo spazio agli auguri, info utili sull’inizio dell’anno scolastico.

“Pomezia. Inizio anno scolastico: l’augurio del Sindaco Zuccalà e dell’Assessora Delvecchio

Cari dirigenti, docenti e operatori scolastici,

quello che inizia ufficialmente oggi è un anno scolastico che pensiamo, organizziamo e desideriamo da mesi. La chiusura di tutte le scuole nel marzo scorso, così come il lockdown causato dall’emergenza Coronavirus, sono stati eventi eccezionali, unici nella storia repubblicana del nostro Paese. Tutti noi cittadini responsabili ne siamo stati protagonisti e abbiamo fatto i conti con nuove modalità di vita e di lavoro, sacrificando le relazioni interpersonali e la socialità. Il grande esperimento della didattica a distanza, seppur con alcune criticità, ha dimostrato la forza e l’unità del sistema-scuola, mettendo in rete docenti e famiglie per consentire a bambini e ragazzi di continuare a studiare.

Ora è tempo di ripartire, in sicurezza ma in presenza, perché la scuola è il cuore di una società sana, è un presidio di civiltà ed è il motore del futuro. Questo sarà un anno diverso, con regole di distanziamento, dispositivi di protezione, didattica mista; sarà un anno di grande apprensione per docenti e genitori, consapevoli che siamo pronti a contenere il rischio di contagio ma non possiamo annullarlo. Le istituzioni saranno al Vostro fianco, come fatto finora.

Il Comune di Pomezia ha lavorato tutta l’estate per rispondere con efficienza e velocità alle richieste dei Dirigenti scolastici per mettere in sicurezza le scuole e consentire l’inizio delle lezioni. Oggi suona una campanella speciale per tutti, in particolare per bambini e ragazzi, per troppo tempo lontani dai banchi di scuola.

Agli studenti va un pensiero speciale: quest’anno sarà diverso anche per voi, abituati a stare tutti insieme, ad abbracciarvi, a darvi la mano. Il ritorno a scuola è la grande sfida che l’Italia si assume per la ripartenza, ma non bisogna abbassare la guardia, perché non vogliamo più vedere cancelli chiusi e aule vuote. Inizia in questi giorni per Voi un nuovo viaggio, che ci coinvolge tutti, ancora più degli anni passati. Oggi è quindi un nuovo inizio per tutta la comunità cittadina: la scuola – primo ingresso nel mondo sociale, primo luogo di confronto, condivisione e integrazione – è una realtà preziosa, di cui prendersi cura, oggi più che mai.

Con questo spirito, Vi auguriamo un buon inizio”. Lo rende noto l’Ufficio Stampa del Comune di Pomezia.

CITTA’ METROPOLITANA ROMA, PRIMO GIORNO SCUOLA: ZOTTA “BUON LAVORO AD INSEGNANTI E STUDENTI”. 

 “Circa 200 mila studenti delle scuole superiori di Roma e provincia oggi iniziano il loro percorso scolastico in un momento difficile e pieno di insidie. La Città metropolitana di Roma ha lavorato in ogni direzione per poter garantire alle scuole superiori la migliore condizione per iniziare le lezioni scolastiche.

In queste settimane, assieme all’Ufficio scolastico Regionale, continueremo a monitorare la situazione, ponendo l’attenzione sui lavori in corso e soprattutto collaborando, come fatto fino ad oggi, con i Dirigenti scolastici e le altre Istituzioni.

Come sempre raccomandiamo massima attenzione nel seguire le regole di distanziamento, augurando a tutto il personale scolastico, agli studenti e alle famiglie un anno scolastico il più possibile sereno. La Città metropolitana di Roma continuerà il suo lavoro al fianco della Scuola”. Lo dichiara Teresa Zotta, Vice Sindaco della Città metropolitana di Roma.

LAZIO, ASSOTUTELA: “BUONA SCUOLA AI TANTI STUDENTI TRA I BANCHI”

“Dopo settimane di polemiche politiche e critiche istituzionali a non finire, oggi tutto si azzera perché migliaia di studenti di Roma e del territorio regionale del Lazio rientreranno a scuola dopo mesi di lontananza e chiusure forzate a causa della emergenza sanitaria. Un giorno bellissimo, dove tanti alunni e tanti amici si incontreranno per respirare e avere un po’ di vita normale. E lo faranno in un contesto delicato, complicato, fatto di distanziamento sociale, mascherine e banchi monoposto. Ma è pur sempre scuola, formazione, istruzione ossia i capisaldi della nostra società civile. A tutti loro, ai tanti ragazzi e ai professori in aula, Assotutela vuole rivolgere un grande augurio: buona scuola ragazzi, siete il presente e il futuro del nostro paese”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

CORONAVIRUS: D’AMATO, ‘RIENTRO A SCUOLA AL MOMENTO NON CI SONO CRITICITA’’

SOLO QUALCHE SEGNALAZIONE DI ASSEMBRAMENTI DI GENITORI DAVANTI AGLI ISTITUTI

“Al momento non risultano all’Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio comunicazioni da parte dei servizi di prevenzione delle Asl circa criticità nelle scuole. Sono stati segnalati solamente alcuni assembramenti all’entrata degli Istituti legati soprattutto a gruppi di genitori. Un primo bilancio verrà stilato in serata. I servizi di prevenzione delle Asl si riuniscono quotidianamente ogni mattina in videoconferenza per condividere l’operatività degli interventi nelle scuole”.

Lo dichiara l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

SCUOLA/ MATTIA (PD): “UN AUGURIO DI BUONA RIPRESA DELLE LEZIONI A TUTTI I NOSTRI ALUNNI, INSEGNANTI E OPERATORI SCOLASTICI”

“Giungano a tutte le nostre bambine e bambini e a tutte le nostre ragazze e ragazzi che oggi fanno ritorno a scuola i miei migliori auguri di buon inizio. Lo scorso anno scolastico si è concluso purtroppo in maniera anomala a causa dell’emergenza sanitaria e l’inizio di questo nuovo anno, seppure ancora condizionato dalle misure anti-Covid, sta iniziando in presenza grazie al lavoro che in questi mesi ha impegnato dirigenti scolastici e Istituzioni. Come Presidente della IX Commissione Istruzione e Diritto allo studio vigilerò sull’avvio e la prosecuzione delle lezioni e mi impegno a intervenire, se necessario, con l’obiettivo di garantire a tutti i nostri alunni la tutela della salute e il diritto allo studio all’interno degli edifici scolastici. Voi siete una comunità vera, la più numerosa e per noi la più importante. Un augurio anche agli insegnanti e agli operatori della scuola e alle famiglie delle nostre alunne e dei nostri alunni. E’ necessaria, oggi più che mai, una solida alleanza e ci vogliono anche coraggio e fiducia per garantire ai nostri alunni scuole sicure, che siano davvero luoghi di uguaglianza, integrazione e convivenza civile”. Così, in una nota, Eleonora Mattia, Presidente della IX Commissione Istruzione e Diritto allo studio del Consiglio regionale del Lazio.

SCUOLA: DI BERARDINO, “NEL LAZIO HA APERTO IL 70% DEGLI ISTITUTI”

“Il 70% degli istituti del Lazio questa mattina ha aperto ufficialmente l’anno scolastico. Nella Capitale il dato è ancora più alto, con circa il 90%. Si tratta di dati importanti, segno che tutto il lavoro preparatorio dei mesi scorsi ha portato a risultati adeguati per una ripartenza in sicurezza delle attività.

Il 30% delle altre scuole riaprirà, in virtù dell’autonomia scolastica e di alcune ordinanze comunali, il 24 settembre.

Nel frattempo da parte nostra continua l’impegno a fianco dei comuni e dei dirigenti scolastici, sempre in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale, e pronti a intervenire in caso di bisogno. I test sierologici per il personale scolastico stanno procedendo e abbiamo distribuito 5 milioni di mascherine in tempo utile per il suono della prima campanella.

Oggi, intanto, per assistere personalmente all’avvio dell’anno scolastico, ho vistato alcune scuole romane, la Gioberti, la Galilei e la Volontè. Altre ne visiterò nel corso della settimana.

In generale ho trovato un clima sereno, soprattutto tra gli studenti, ai quali ho augurato un buon anno con la raccomandazione di portare avanti comportamenti responsabili nei confronti della loro salute e di quella degli altri”. Così in una nota Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro, Scuola e Formazione della Regione Lazio.

15 Settembre h.6:50 – Primo giorno di scuola, il Sindaco Mastrosanti: «Un ulteriore passo avanti verso il ritorno alla normalità».

riapertura_scuole_frascati_14_09
Riapertura scuole Frascati del 14 Settembre 2020

Riaprono le scuole a Frascati. Nella mattinata di oggi il Sindaco di Frascati Roberto Mastrosanti e la Consigliera delegata alla Scuola Olga Masi hanno visitato i plessi scolastici del centro e della periferia dell’Istituto Comprensivo Frascati 1 e dell’Istituto Comprensivo di Frascati, per portare i saluti dell’Amministrazione comunale e della Città ai tanti giovani studenti che finalmente tornano sui banchi di scuola. Nei prossimi giorni il Sindaco Mastrosanti e la Consigliera Masi si recheranno in visita anche alle scuole superiori del territorio.

Purtroppo, non tutti gli studenti hanno potuto riprendere le lezioni. La scuola di via Massimo D’Azeglio (ex Nazario Sauro) è stata infatti chiusa per via di un docente entrato in contatto con un covid positivo e che fino al giorno prima aveva lavorato insieme ai colleghi e al personale non docente. Si attendono quindi le comunicazioni da parte dell’Istituto Comprensivo di Frascati e delle autorità sanitarie preposte per procedere alla riapertura del plesso scolastico.

«Con l’apertura del nuovo anno scolastico tutti noi facciamo un ulteriore passo in avanti per tornare alla normalità – dichiara il Sindaco di Frascati Roberto Mastrosanti -. Quest’anno l’apertura ha una valenza simbolica, perché è fondamentale per gli studenti, che possono tornare a socializzare con i loro compagni e avere un contatto diretto con le insegnanti. È importante soprattutto per le famiglie che possono gestire meglio gli impegni lavorativi. Molto è stato fatto in queste passate settimane e per questo voglio ringraziare l’Assessore ai Lavori Pubblici Gelindo Forlini, l’Assessore ai Servizi Sociali Alessia De Carli, la Consigliera delegata alla Scuola Olga Masi, la Delegata ai Centri Anziani Mirella Pinori e tutti gli Amministratori che si sono impegnati in questi giorni, per garantire la ripresa delle attività scolastiche. Ringrazio anche i Dirigenti, gli Uffici comunali e l’Azienda Speciale STS per l’impegno e la professionalità dimostrati. Certo non tutto è risolto – continua il Sindaco Mastrosanti -. Siamo pur sempre in una situazione di emergenza. Per questo chiedo a tutte le famiglie, i presidi, il personale docente e non docente di avere pazienza e di affrontare tutti insieme le difficoltà del momento e quelle che potrebbero presentarsi in futuro. Siamo in una fase molto delicata che va gestita al meglio con il contributo di tutti, anche delle opposizioni».

«Il mio pensiero va a tutti gli studenti, alle loro famiglie, ai docenti, al personale scolastico e ai dirigenti – dichiara la Consigliera delegata alla Scuola Olga Masi -. È con particolare affetto che a nome dell’Amministrazione comunale voglio augurare a tutti loro buon anno scolastico. Tutti insieme vivranno la grande avventura dell’educazione e della formazione, che quest’anno ha una valenza ancora più importante, perché è l’auspicio di poterci riprendere quegli spazi di libertà che covid-19 ci aveva tolto. Mi auguro che tutti possano vivere questo inizio scolastico con la consapevolezza che l’Amministrazione comunale farà tutto il necessario per garantire la ripresa in sicurezza delle attività».

È stato un lavoro intenso quello che abbiamo svolto in questi due ultimi mesi, incontrando i presidi e cercando di risolvere i problemi organizzativi che il rispetto necessario e doveroso delle linee guida del Governo ci ha posto di fronte. Abbiamo realizzato tutte le opere concordate con i presidi, ai quali va tutta la nostra comprensione per come hanno affrontato il lavoro. È chiaro che sarà un anno scolastico molto particolare che comporterà una serie di aggiustamenti in corso perché ci troviamo di fronte ad una situazione straordinaria, inaspettata e mai vissuta prima da nessuno di noi. Credo che sia fondamentale rimanere lucidi per trasmettere calma e tranquillità ai nostri studenti. L’Amministrazione è a disposizione di tutti e stiamo già lavorando per migliorare quanto è stato fatto. Auguro a tutti buon anno scolastico»”. Lo rende noto l’Ufficio Stampa del Comune di Frascati.

15 Settembre h.6:55 – SCUOLA, DI BERARDINO SCRIVE AI PRESIDI “GRAZIE PER IL VOSTRO IMPEGNO, VOSTRO RUOLO FONDAMENTALE“

In occasione dell’apertura del nuovo anno scolastico, l’assessore al Lavoro, Formazione e Scuola Claudio Di Berardino ha inviato una lettera ai presidi per ringraziarli per prezioso lavoro svolto in vista della riapertura e per sottolineare il loro ruolo fondamentale.
“Questo anno – scrive Di Berardino – come mai prima si annuncia pieno di incertezze, di problemi vecchi e di nuove difficoltà provocate dall’emergenza Covid, e sento il bisogno di rivolgere un ringraziamento, un saluto e un augurio a voi che state affrontando una sfida epocale per la  nostra scuola e la nostra società. La chiusura improvvisa nello scorso mese di marzo ha obbligato la scuola a ripensare la propria metodologia, ma certo non ha fatto venire meno la sua missione educatrice. Non possiamo tacere i problemi tecnici, sociali e di altra natura che si sono verificati con la didattica a distanza, che non potrà e non dovrà mai sostituire la didattica in presenza. Ma ciò che qui voglio sottolineare sono l’impegno e la dedizione che voi, con i docenti e i tutto il personale scolastico, avete profuso per consentire alla scuola di continuare nei giorni drammatici del nostro Paese in lockdown. Le aule erano vuote, ma i bambini e i ragazzi piano piano si sono ritrovati nella loro aula virtuale e quello è diventato il momento in cui potevano formarsi, vedersi e scambiarsi paure e speranze. Sono ben consapevole che il Covid è venuto a sovrapporsi ai vecchi problemi della scuola italiana, problemi mai del tutto risolti e che voi dirigenti vi trovate ad affrontare ogni giorno nel vostro lavoro. Ecco perché questo nuovo anno scolastico fa tanto parlare di sé. Ma sono fermamente convinto che la vostra dedizione per la scuola vi permetterà di superare anche questa prova così impervia.
Conosco l’impegno con cui, in questi mesi estivi e di fronte all’emergenza, avete  adeguato gli spazi esistenti e ne avete cercati di nuovi per permettere la ripresa della didattica in presenza, in continuo contatto con le istituzioni del territorio e con gli enti preposti. Nella consapevolezza delle diverse competenze e funzioni in capo alle amministrazioni, dal Ministero dell’Istruzione, all’Ufficio Scolastico Regionale, alla Regione agli enti proprietari (comuni e provincie) fino alle singole autonomie scolastiche, ritengo che sia fondamentale che ognuno svolga fino in fondo il proprio ruolo con l’obiettivo condiviso di ridare centralità all’intero sistema scolastico. La Regione Lazio continuerà ad essere al vostro fianco per vincere le sfide che questo nuovo anno ci porrà. Noi saremo sempre a disposizione per contribuire a superare criticità che si presenteranno. Un caro saluto e tanti auguri di buon anno scolastico”. Così in una nota l’assessorato al Lavoro, Scuola e Formazione della Regione Lazio.

15 Settembre h.7:00 – “SCUOLA/ PROTESTA STUDENTI, MATTIA (PD): “GIOVANI NOSTRA PRIORITA’, GIUSTO ASCOLTARLI: PRESTO COMMISSIONE CON LORO ASSOCIAZIONI”

Le proteste degli studenti che si sono svolte oggi (lunedì 14 settembre ndr) davanti ad alcuni istituti scolastici li considero solo la punta dell’iceberg rispetto alle sollecitazioni che le nostre ragazze e i nostri ragazzi hanno subito dall’inizio del lockdown a oggi. Non mi riferisco soltanto agli effetti dell’emergenza sanitaria che li ha colpiti nel profondo, privandoli improvvisamente della socialità e dell’aggregazione fondamentali per la loro crescita. Mi riferisco anche alle difficoltà della ripartenza della scuola, tra nuove regole da osservare e carenze di spazi, banchi e docenti da colmare, che, ancora una volta, ricadrà sui nostri ragazzi con il ricorso, ancorché contenuto, alla didattica a distanza o a orari diversi dal solito. Ancora di più sto facendo riferimento al fatto di cronaca che ha recentemente turbato la loro sensibilità, come il barbaro omicidio di Willy a Colleferro, che ha improvvisamente messo in chiaro la parte più oscura e meno decifrabile della gioventù di oggi, certamente manipolata e deviata da modelli malsani. Come donna che rappresenta le Istituzioni e da Presidente della IX Commissione con delega alle Politiche giovanili, Istruzione e Diritto allo studio, tematiche strettamente legate ai più giovani, credo che sia giusto ascoltare le proteste delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi, prestare attenzione al loro dissenso, aiutarli a tirare fuori la rabbia e a portare avanti le loro ragioni. I giovani sono la nostra priorità, sono loro che guideranno il mondo di domani e abbiamo quindi l’obbligo morale e materiale di accompagnarli soprattutto nei momenti più difficili del cammino che li porterà a diventare individui adulti. La riflessione, il dialogo e il confronto sono le uniche strade che dobbiamo scegliere per risolvere le loro inquietudini e coinvolgerli nella realizzazione di una società sana. Con questo obiettivo, convocherò al più presto i rappresentanti delle associazioni degli studenti in IX Commissione, offrendo loro la sede istituzionale per ascoltare le diverse posizioni, discutere insieme e, ove possibile, soddisfare le richieste”. Così, in una nota, Eleonora Mattia, Presidente della IX Commissione Politiche giovanili, Istruzione e Diritto allo Studio del Consiglio regionale del Lazio.

Nota del sindaco di Marino Carlo Colizza in merito all’inizio dell’anno scolastico.

Cari ragazzi,
finalmente si torna a scuola ma siamo ancora lontani dalla normalità. Voglio ringraziare i Presidi, gli Uffici e la Partecipata per il grande lavoro svolto per garantire un rientro in sicurezza che permetta a tutti voi di non lasciare i luoghi abituali della didattica. Un pensiero va agli insegnanti ed al personale Ata che, come voi, sta affrontando il rientro a scuola in una modalità nuova e piena di sfide, grazie di cuore per l’impegno che mettete e metterete in campo ogni giorno. Non posso che unirmi alle parole dell’Assessore alla scuola, alla cultura e allo sport, e vice sindaca Paola Tiberi:
“la scuola è pronta, nuovamente, ad accogliere le vostre risate e la vostra voglia di conoscere e di stare insieme, tuttavia quello che sta per iniziare non sarà un anno “normale”. Quest’anno sarà la prova del 9 della maturità dei comportamenti di ognuno di noi. Sarà l’anno, infatti, nel quale, ancora maggiore, dovrà essere la collaborazione di tutta la comunità educante. Voi ne siete il fulcro. Inutile dirvi quanto confidi nel vostro impegno. Oggi più che mai dobbiamo mettercela tutta!”
Voi siete il nostro presente ed il nostro futuro. Le Vostre famiglie stanno affrontando anche economicamente spese per garantire la Vostra sicurezza, Vi auguro di essere l’esempio della consapevolezza che siamo una comunità e dobbiamo proteggerci l’uno con l’altro.
Voi siete lo strumento per sconfiggere il Covid e mettere alla porta la violenza, ricordate che nessuno merita di essere vittima di qualsiasi violenza ma sarete anche di stimolo per l’azione amministrativa, perché siete cittadini del presente e non elettori del domani.
Continueremo a chiederVi di proporre le Vostre idee e rifletteremo insieme su come abbattere il muro della violenza. Ora buon rientro con l’augurio che l’unione di intenti tra le famiglie, il personale scolastico e tutti noi trasformi quest’anno da difficile in sorprendente”. Lo dichiara il sindaco di Marino Carlo Colizza.
Print Friendly, PDF & Email