Shoah, gli studenti di Colonna incontrano Alberto Sed

0
594
sed
Alberto Sed con gli studenti di Colonna
sed
Alberto Sed con gli studenti di Colonna

Un caloroso applauso degli alunni dell’Istituto Comprensivo Tiberio Gulluni e dei numerosi ospiti presenti accoglie Alberto Sed uno degli ultimi sopravvissuti della grande tragedia dell’olocausto di Auschwitz mentre emozionato percorre il lungo corridoio del PALAZZETTO dello SPORT che i ragazzi guidati dalla professoressa MARTA LO RUSSO hanno trasformato in un ideale binario che portò Alberto nell’inferno in terra.

Dopo il saluto del sindaco Augusto Cappellini e della neo eletta prima cittadina dei ragazzi Gioia Cascia, Alberto, accompagnato dalla moglie Renata e dalle figlie Gioia, Enrica e Paola, inizia il racconto, moderato dallo storico cassinate avvocato Roberto Molle.

I numerosi presenti idealmente trasportati ad Auschwitz dalle immagini e dai video curati dal Prof. Luigi Guglielmo, vengono immediatamente rapiti dai racconti e dai ricordi di chi non avrebbe voluto mai ricordare ma che ha scelto di testimoniare affinché la riflessione del passato indichi, soprattutto ai giovani, le vie da percorrere e quelle da evitare.

Al termine i ragazzi emozionati hanno donato ad Alberto i lavori frutto delle loro riflessioni, scaturite dalla lettura del libro “Sono stato un numero” dove la storia di Alberto è stata impressa per sempre dalla penna di Roberto Riccardi.

La memorabile giornata si è conclusa con l’intervento della dirigente scolastica dott.ssa Manuela Scandurra che visibilmente emozionata ha ringraziato tutti i docenti per l’infaticabile lavoro che quotidianamente svolgono nella formazione di sane coscienze. Le esecuzioni degli alunni, egregiamente dirette dal Prof. Luigi Calzuolo, sulle coreografie delle professoresse Laura Carletti e Cinzia Calabritto si sono concluse sulle note de “La vita è bella” che ha arricchito una giornata che ha fatto conoscere un’indimenticabile Storia della storia.

Print Friendly, PDF & Email