Si presenta l’estate marinese 2013 con i suoi appuntamenti

0
755
Marino Palazzo Colonna
Palazzo Colonna a Marino
Marino Palazzo Colonna
Palazzo Colonna a Marino

Unitarietà di intenti e partecipazione collaborativa finalizzate a valorizzare e promuovere il «prodotto» Marino, in tutte le sue espressioni, offrendo ai cittadini cinque fine settimana di eventi, coinvolgenti e aggreganti, pensati per rinnovare, sotto le stelle delle calde serate estive, il piacere di vivere la città.

Sono i principi base di «Estate ’13: di tutto…di più», la manifestazione che gli assessorati alla Cultura e alle Attività Produttive guidati da Arianna Esposito e Giuseppe Bartolozzi mettono in campo dal 29 giugno al 28 luglio prossimi a Marino Centro, Santa Maria delle Mole e Frattocchie.

Un momento importante di condivisione di un progetto comune che, basato sulla partecipazione di numerose associazioni e comitati di quartiere, vede proporre appuntamenti all’insegna della creatività e della tradizione. In cartellone musica, arte e sfilate di moda, spettacoli e animazione, esibizioni sportive e ballo, giochi e intrattenimenti. Con spazi dedicati alla Festa della Birra ma anche alla religiosità con le celebrazioni della Madonna de u Sassu. Con particolare attenzione ai bambini e ai ragazzi in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù.

Ad organizzare gli eventi le due espressioni della Pro Loco marinese: quella di Boville presieduta da Cristina Gastaldi e di Marino Centro rappresentata da Massimo Lauri. Presente poi l’Associazione Attività Produttive Centro Storico Marino guidata da Donatella Abbatini, l’ACF MarinoAssociazione Commercianti Frazioni di Massimo Caucci e l’Accademia Castrimeniense di Mario Franceschini.

Apertura in grande stile sabato 29 giugno (ore 21) in piazza Sciotti a Santa Maria delle Mole con lo spettacolo «Uno, Due, Tre…Moda» all’interno del quale commercianti, artigiani e associazioni sportive, collaborano per proporre al pubblico sfilate dedicate all’abbigliamento bimbi, alla moda donna, uomo e sport, con momenti di attenzione al settore sposa ed esibizioni sportive.

Sempre alle 21, gli appassionati di musica e ballo potranno ritrovarsi a Cave di Peperino dove il Comitato di Quartiere presieduto da Marco Tisei, ha organizzato una serata con musica dal vivo, balli di gruppo e liscio.

Domenica 30 giugno (ore 17.30) in lago Oberdan, la IV edizione della «Ciumachella de Marino» proposta dall’Associazione Culturale U Torcitu presieduta da Rita De Alessandris. Un percorso all’interno di storia, tradizioni, riti, usanze del territorio con musica, lumache e vino e interessanti visite guidate nei luoghi più affascinanti della città.

«Accogliamo con gioia questa manifestazione – afferma il vice sindaco Fabrizio De Santis ringraziando tutti coloro che hanno collaborato affinché fosse realizzata – perché, con la finalità aggregante propria di ogni evento capace di coinvolgere le più diverse realtà della nostra comunità, è in grado di rappresentare le tradizioni, la storia e la cultura del nostro territorio. Offrendo una risposta concreta a chi vuole vivere la sua città in tutte le sue espressioni e potenzialità ogni giorno dell’anno».

«Dopo l’ottima riuscita dei festeggiamenti in onore di San Barnaba e gli eventi legati alla manifestazione Boville Estate – afferma l’assessore alla Cultura Esposito – Marino sale ancora sul palco per proporre, sotto l’egida dell’unitarietà di obiettivi e della partecipazione collegiale, un mese di appuntamenti sempre diversi che andranno ad interessare le tre circoscrizioni territoriali. Un’occasione nella quale tangibile è la volontà del territorio di unire le forze e muoversi in una direzione comune che parla di cultura e tradizioni, nella valorizzazione e nella crescita. Finalità che vedono l’Amministrazione presente, disponibile e collaborativa».

«Proporre un programma di eventi di qualità che va ad interessare l’intera città – conclude l’assessore alle Attività Produttive Bartolozzi – è un importante obiettivo raggiunto, nonostante le ristrettezze economiche comunali. Un risultato capace di interpretare la volontà dell’Amministrazione di vedere una grande Marino che si muove, opera e si esprime in funzione di un linguaggio comune: quello dell’ unità. Grazie a tutti quelli che, con la loro collaborazione, hanno reso possibile la realizzazione dell’evento».

Print Friendly, PDF & Email