Silvestroni chiama, Carabella risponde

0
1373
carabella
Simone Carabella
carabella
Simone Carabella candidato Sindaco nella città di Albano Laziale

Nell’annunciare la sua candidatura a Sindaco, Marco Silvestroni si era appellato alle liste civiche di Albano per l’apertura di un confronto in vista delle prossime elezioni amministrative di primavera. A questo appello ha risposto Simone Carabella, candidato Sindaco per la lista Ne destra ne sinistra – Amo Albano, attraverso la nota che qui pubblichiamo.

“Apprendo dalle pagine di Osservatore d’Italia le esternazioni di Marco Silvestroni – dichiara in una nota Simone Carabella, candidato Sindaco ad Albano per la lista “Ne destra ne sinistra – Amo Albano” – in merito alla situazione politica di Albano. Premetto che la mia decisione di candidarmi a sindaco della mia città è una naturale evoluzione del mio impegno sociale in campagne a favore delle cellule staminali, a sostegno delle vittime del sangue infetto, a favore delle persone diversamente abili e contro l’inceneritore e la discarica di Roncigliano. Nessuna di queste battaglie può essere classificata come appartenente ad una ideologia politica e, come dice anche Silvestroni, ben poco hanno di “moderato”.

La premessa era necessaria – continua Carabella – per motivare anche la decisione presa insieme ai miei amici, di adottare lo slogan (divenuto anche il nome della mia lista): “né destra né sinistra, amo Albano”.

Albano ed i suoi cittadini, soprattutto i più deboli, sono il cuore della mia attività sociale.

Vedo con molto favore quindi che una persona, da tempo impegnata politicamente, senta forte il richiamo del sociale e dei problemi primari delle famiglie e che abbia compreso, unico forse ad Albano, il messaggio di una persona che, da tempo impegnata socialmente, ha sentito di portare un contributo alla politica.

Accetto con piacere quindi – aggiunge Carabella – la proposta di Marco Silvestroni di aprire un tavolo di lavoro che, pur mantenendo nei suoi protagonisti la propria identità, possa mettere a frutto le necessità che entrambi abbiamo colto: ascoltare la voce dei cittadini.

Non solo, quindi, accolgo la proposta di Silvestroni ma rilancio proponendo di organizzare, a breve, un primo incontro finalizzato alla raccolta dei dati necessari per l’avvio di un progetto comune da presentare in una conferenza stampa congiunta.

Albano farà scuola – conclude Carabella – saremo d’esempio in Italia”.

Print Friendly, PDF & Email