Lista Sinistra, “Meno discariche e più differenziata ad Albano”

Sinistra Albano: "Meno discariche e più differenziata. L'ambiente va tutelato, non "invaso"". La città castellana premiata come Comune Riciclone 2018 "

0
364
manifesto
Albano Comune Riciclone 2018

“La Città di Albano Laziale è stata premiata come Comune Riciclone 2018 all’interno del Premio Corepla, per lo smaltimento della plastica. Il nostro Comune ha raggiunto nel 2017 una raccolta pro capite di circa 27 kg, un valore che supera ampiamente la media nazionale dei 17,7 kg. Grazie ad un sistema di raccolta porta a porta consolidato negli anni, alla partecipazione dei cittadini e delle cittadine e alla sensibilità dell’Amministrazione Comunale, è stato possibile ridurre la TARI nel 2017 e nel 2018.

Come Gruppo Consiliare della Lista Sinistra siamo lieti di questo importante risultato raggiunto. Il riuso, il riciclo e la riduzione dei rifiuti devono essere elementi imprescindibili nelle politiche ambientali di qualsiasi Amministrazione comunale e su questi temi la Città di Albano Laziale può essere un esempio da seguire per tutti i Comuni dell’area metropolitana. I record nella raccolta degli imballaggi in plastica e nella raccolta degli abiti usati, l’estensione del porta a porta su tutto il territorio, la diffusione del compostaggio domestico, il superamento del 70% di percentuale di differenziazione e gli attuali progetti in essere per riusare e ridurre i rifiuti possono essere considerati motivi di vanto per tutti i cittadini e le cittadine della nostra città.

Su questo tema siamo preoccupati per la ventilata ipotesi di aprire nuove discariche fuori dal territorio di Roma per smaltire i tanti e crescenti rifiuti indifferenziati della Capitale. A Roma la raccolta differenziata porta a porta continua a essere assente in moltissimi quartieri, la percentuale di differenziazione dei rifiuti è totalmente insufficiente e negli ultimi anni è rimasta pressoché immutata, nonostante le tante promesse di cambiamento o addirittura di “rivoluzione” fatte da chi governa la Capitale. Non è più accettabile che gli altri comuni, che tanto si sono impegnati su questo tema, si facciano carico dell’inefficienza e incapacità dell’Amministrazione capitolina. Il Comune di Roma deve chiudere il ciclo dei rifiuti all’interno del proprio territorio; è un dovere legale, ma anche etico” così dichiara il Gruppo Consiliare – Lista Sinistra con Capogruppo Salvatore Tedone e con Assessora Alessandra Zeppieri.

Print Friendly, PDF & Email