Sinistra Ecologia e Libertà, ad Albano programma incentrato sul sociale

0
1089
sel
Alcuni candidati della lista di Sel ad Albano
sel
Alcuni candidati della lista di Sel ad Albano

La lista di Sinistra Ecologia e Libertà si presenta convintamente a sostegno della candidatura di Nicola Marini Sindaco per la Città di Albano Laziale, e lo fa con una squadra di candidati improntata al rinnovamento, mantenendo ferma l’identità di una sinistra che riafferma se stessa nella modernità.

Abbiamo approfondito lo spirito e l’anima del progetto di Sel ad Albano con una nutrita rappresentanza di candidati e candidate in una conversazione nella nostra redazione. Claudio Fiorani, assessore all’ambiente con deleghe anche ai Musei ed alle Politiche Energetiche, Maria Gregoria Dimaglie, già assessore al lavoro ed alle politiche giovanili, Ivano Olivetti, nato e cresciuto politicamente a Marino, città del vino, ricoprendo li anche incarichi di giunta in fine anni ’90, da oltre un lustro residente ad Albano, Rosa Del Giovane, Enzo Di Mauro ed Angela Salustri, questi ultimi alla prima esperienza da candidati, ma da tempo impegnati all’interno del tessuto sociale albanense.

E’ proprio il sociale il cuore pulsante dell’offerta politica che Sinistra Ecologia e Libertà propone all’attenzione dei cittadini. “Gli ultimi cinque anni, non ostante siano stati la stagione dei sacrifici per fare uscire Albano dalle secche ai limiti del dissesto finanziario ove era stato confinato dalle giunte dei primi anni 2000, sono stati gli anni in cui le politiche sociali non hanno subito tagli. Questo è un punto dirimente – dichiarano i candidati di Sinistra Ecologia e Libertà – che oggi ci fa rinnovare la fiducia ed il sostegno al Sindaco Nicola Marini. I prossimi cinque saranno quelli della programmazione di un complesso di iniziative che rilancino i servizi sociali alla persona sul territorio. Fare incontrare domanda e offerta tra chi i servizi eroga, il Comune, e coloro che quei servizi necessitano, i cittadini, è il primo passo per efficentare e razionalizzare l’azione, puntando a soddisfare gli effettivi bisogni delle fasce deboli”. Sinistra Ecologia e Libertà individua nella creazione di un Segretariato Sociale comunale, il punto di raccordo e riferimento dei cittadini che si rivolgono al Comune. Dai giovani agli anziani, dai disabili ai migranti, questo e non solo sarà lo spettro entro il quale l’azione pubblica dovrà guardare, senza priorità ma con parità di accesso, sostiene Sel. In nome di quella sinistra che Sel intende rappresentare, il lavoro, specialmente per i giovani, è il cardine attorno al quale costruire il rilancio sociale di Albano dopo la crisi. Le basi poste dall’assessore Maria Gregoria Dimaglie dovranno essere riprese e portate avanti attraverso il progetto del Centro per l’Orientamento al Lavoro che ha permesso a molti giovani, mediante seminari ed incontri individuali con esperti di entrare, a volte per la prima volta, nel mondo dell’occupazione. “Immaginiamo – dichiarano gli esponenti di Sinistra Ecologia e Libertà – un’azione amministrativa che metta in campo una vasta gamma di progetti rivolti al mondo giovanile, che uniscano tutto il territorio comunale valorizzando soprattutto le peculiarità di Cecchina e Pavona, incentrati sullo stimolare ed incentivare le passioni dei ragazzi e delle ragazze. Dai talenti alle competenze, questa è la sfida”. Il lavoro e l’integrazione sono le linee guida che il partito ha in programma di seguire anche per quanto riguarda il mondo delle disabilità. “Integrazione non è una parola vuota e va oltre il pur importante concetto di assistenza – sostiene Sinistra Ecologia e libertà – perchè ad un disabile vanno offerte dal pubblico gli strumenti per inserirsi nel mondo del lavoro”. In tal senso sono ben presenti nella lista di Sel personalità che hanno vissuto percorsi di impegno, personale e professionale all’interno dell’associazionismo e delle assistenze ai diversamente abili di ogni tipo. “Le scuole, i disagi ed il fenomeno del bullismo e delle devianze – dichiarano – sono processi che vanno arginati ed affrontati, soprattutto ed a partire dalle scuole delle frazioni”. Integrazione anche ovviamente per i migranti: “Qui prima di ogni altra cosa non va mai abbassata la guardia – dichiarano da Sinistra Ecologia e Libertà – contro i processi striscianti di intolleranza e xenofobia che in alcuni casi sfociano in manifestazioni di vero e proprio razzismo. La cultura dell’accoglienza e dell’integrazione parte dalla consapevolezza che i diritti universali riguardano le persone indifferentemente dalla loro razza o luogo di nascita”.

Sinistra Ecologia e Libertà ad Albano costruisce la propria piattaforma politica attorno ad una indispensabile stabilità di governo, che ieri ed oggi è garantita da Nicola Marini e dalla ampia coalizione di centrosinistra e civica che lo sostiene. A partire da ciò chiede ai cittadini fiducia per potere, attraverso un ingresso diretto di propri esponenti in Consiglio Comunale, di rappresentare la sinistra nel cammino per costruire un’altra Albano.

Spazio elettorale a pagamento

Print Friendly, PDF & Email