Sinistra Ecologia e Libertà in piazza ad Albano per il 25 Aprile

0
963
sel
Sinistra Ecologia e Libertà
sel
Sinistra Ecologia e Libertà

“Per ribadire i valori della democrazia e per trasmetterli ai giovani – si legge in una nota di Sinistra Ecologia e Libertà di Albano Laziale – anche quest’anno il 25 aprile SEL Albano Laziale scenderà in piazza, insieme a tutti i democratici.

In questa giornata di memoria abbiamo il dovere di sentirci particolarmente vicini a quei Paesi nei quali nascono risposte autoritarie ed illiberali e per fuggire dai quali migliaia di persone rischiano la loro vita, come testimonia l’immane tragedia avvenuta nei giorni scorsi nel canale di Sicilia. Perché nessuno deve essere lasciato solo.

Saremo in piazza, perciò, insieme a tutti quei cittadini che – continua Sel nella sua nota – ogni giorno sono impegnati per la liberazione dalle discriminazioni etniche e di genere, dal degrado ambientale, dalla distruzione della scuola e della cultura, dalle mafie, da ogni forma di fascismo, di autoritarismo, dall’indifferenza. Saremo in piazza insieme a tutti coloro che hanno a cuore la libertà di parola, di pensiero e che guardano a questa data non soltanto per ricordare chi si è ribellato al fascismo, ma come una giornata di festa e di lotta per chi, vuole celebrare i valori alti della Costituzione: l’uguaglianza, la giustizia sociale ed il ripudio della guerra.

Valori che, oggi più che mai, anche in Italia, vengono messi in discussione.

Proprio in questi giorni l’attuale Governo vuole stravolgere la Nostra Carta Costituzionale, sta cercando di riscrivere la carta fondamentale con indirizzi dettati da esigenze elettoralistiche o, peggio, personalistiche e non dettato da un rinnovamento democratico reale delle forme e della sostanza della politica e delle istituzioni che metta al primo posto le persone, il lavoro, i diritti, l’ambiente.

Per questo motivo ognuno di Noi – conclude la nota del partito di Vendola – ha il dovere di assumere comportamenti individuali e collettivi di resistenza, perché la giornata della Liberazione non deve essere una ricorrenza formale ma un momento importante per difendere i diritti fondamentali del Nostro Paese”.

Print Friendly, PDF & Email