Sospesa la partita tra Atletico Morena e Zagarolo

0
1060
Sandro Serafini Atletico Morena
Sandro Serafini Dg Atletico Morena

L’inferno della Terza categoria è purtroppo anche questo. L’Atletico Morena, capoclasse del girone B, ha visto scrivere una pessima pagina di calcio domenica scorsa sul campo dell’Atletico Zagarolo. «Loro erano animati dalla voglia di agganciare il terzo posto – spiega il direttore generale della società capitolina, Sandro Serafini – e si giocavano il tutto per tutto. Nella ripresa, sul punteggio di 0-0, sono stati ridotti prima in nove da due espulsioni e poi, a metà frazione, addirittura in otto. Il terzo “rosso” ha fatto perdere la testa ai giocatori di casa che hanno circondato e avvicinato bruscamente l’arbitro il quale, impaurito, ha fischiato la fine del match e chiamato le forze dell’ordine». In tutto questo, oltre al povero direttore di gara, la parte “lesa” è certamente l’Atletico Morena. «Attenderemo il comunicato del giudice sportivo la prossima settimana – dice Serafini -, ma è chiaro che ci aspettiamo la vittoria a tavolino. Purtroppo a questi livelli sono storie che non dovrebbero accadere, ma siamo andati a giocare in campi “caldissimi” in questa stagione e voglio plaudire i nostri ragazzi che hanno sempre tenuto un comportamento esemplare. Anche per questo motivo è bene lasciare al più presto la Terza categoria». In attesa del verdetto del giudice sportivo la squadra di mister Andrea Aquilanti ha nove punti di vantaggio sul Torre Angela secondo della classe a cinque giornate dal termine. «Ora noi osserveremo un turno di riposo – dice Serafini – mentre il Torre Angela sarà ospite del Rocca Santo Stefano, in un campo molto ostico. La sosta capita a pennello per far ricaricare le batterie al nostro gruppo: siamo un po’ stanchi e i primi caldi accentuano la fatica». La società capitolina ha organizzato un’amichevole per venerdì sul campo amico dell’“Amedeo Fabrizi”. «Vogliamo preparare al meglio – sottolinea Serafini – la delicata sfida del prossimo 25 aprile sul campo del Poli terzo della classe. Sarà un’altra battaglia perchè loro attualmente sono terzi e poi contro la prima in classifica tutti mettono qualcosa in più: l’augurio è che si possa parlare solo di calcio».

Print Friendly, PDF & Email