Spaccatura in Forza Italia a Frascati, nasce Idee Nuove

0
1290
papini
Massimo Papini Presidente Associazione Idee Nuove
papini
Massimo Papini Presidente Associazione Idee Nuove

Non mancherà di suscitare polemiche in Forza Italia l’ufficializzazione dell’associazione Idee Nuove a Frascati. L’iniziativa arriva da un gruppo di militanti del centrodestra che, proprio nel giorno in cui Mirko Fiasco tiene una conferenza stampa, unitamente alla coordinatrice del partito frascatano ed altri esponenti azzurri, viene di fatto ufficializzata una spaccatura in seno al partito di Silvio Berlusconi in città. La nascita dell’associazione Idee Nuove, presieduta da Massimo Papini, già candidato nella lista di Fi alle ultime amministrative di maggio, è il segno di un riposizionamento all’interno del movimento berlusconiano e, a giudicare dagli intendimenti dell’associazione Idee Nuove, di una strategia diversa da quella di Fiasco, sul profilo e sul perimetro del centrodestra di Frascati. Tra i fondatori di Idee Nuove infatti vi sono indicati sia esponenti di Forza Italia, come lo stesso Presidente Papini, già candidato di FI alle ultime amministrative, che iscritti a Fratelli d’Italia, come Carlo Barbera. Molti tra i soci fondatori poi sono stati per anni organici o vicini al gruppo che agisce attorno al periodico Argomenti, che vede in Mirko Fiasco il punto di riferimento politico.

Nasce a Frascati L’associazione Idee Nuove, una nuova realtà associazionistica che si propone di operare principalmente nell’Area Metropolitana di Roma ed in particolare ai Castelli Romani. Idee Nuove nasce con l’intenzione di essere interlocutore tra le realtà politiche, economiche e sociali e quei cittadini che “mai come in questo periodo – dichiarano i fondatori – si ritrovano privi di punti di riferimento nei confronti delle istituzioni”. L’associazione, presieduta da Massimo Papini, si propone come punto di incontro delle molteplici realtà del territorio, e non solo, per organizzare incontri, iniziative di carattere culturale e sociale, con l’ambizione di dare quelle risposte che la politica fatica a dare.

“Da mesi, ben prima delle elezioni amministrative dello scorso 25 maggio – dichiara il presidente Massimo Papini – assieme agli altri amici che mi affiancano e mi sostengono in questa nuova avventura, Antonio e Mattia Ambrosio, Carlo Barbera, Francesco D’Amico, Angelo D’Uffizi, Nicola Gallo, avevamo sentito l’esigenza di creare uno strumento che favorisse le condizioni per dare ai cittadini quelle risposte che le realtà politiche, economiche e sociali stentano a dare a chi ha bisogno di aiuto.

Idee Nuove – continua Papini – è nata dunque con l’intento di creare una rete che metta in contatto chi cerca lavoro, imprenditori, commercianti, ma anche coloro che si occupano di politica e chi lavora nel mondo del sociale. Una rete solidale in cui fornitori di servizi e i fruitori cooperino insieme per ottenere risultati concreti e nel tempo un tessuto di impresa sociale stabile e duratura.

La nostra non sarà una strada semplice. I soci fondatori di Idee Nuove – si avvia alla conclusione il Presidente – provengono tutti da un’area politica che il disastro locale delle ultime elezioni amministrative dimostra essere disaggregata e ridotta ai minimi termini. Occuparsi di buche e d’illuminazione stradale è sicuramente meritevole di nota, ma la gente chiede altro, chiede risposte a problematiche che in questi tempi di crisi per molte famiglie assumono i contorni anche del disagio sociale. Al di là delle polemiche – chiosa Papini – Idee Nuove e’ l’occasione per dimostrare quanto invece sia importante mettere in rete realtà diverse del nostro tessuto sociale. A Tale proposito è già attivo lo sportello del cittadino, sito in Via delle Cisternole 40, 00044 Frascati (RM), che offre CAF, Patronato e servizi per il cittadino.

Il nostro è un progetto che vuole essere aperto a chi ci si voglia riconoscere, inclusivo, di ampio respiro. Sarà un impegno difficile, ma a me e a chi mi affianca non manca in questo percorso la caparbietà e la voglia di raggiungere gli obiettivi che l’associazione si è prefissa. A tale proposito vorrei ringraziare anticipatamente gli amici che mi affiancano in questa avventura”.

Print Friendly, PDF & Email