Sporting Pavona si arrende alle prime della classe della Virtus Roma

0
869
virtus
Sporting Pavona vs Cherotermica Virtus Roma
virtus
Sporting Pavona vs Cherotermica Virtus Roma

Nella sfida casalinga che vedeva le ragazze dello Sporting Pavona opposte ALLA Cherotermica Virtus Roma, prime della classe nel girone A della Serie C, rispettato il pronostico che vedeva le ancora imbattute romane favorite sulle gialloblu pavonesi ancora sul fondo della classifica. L’esito finale della gara è stato di 3 set a 0 per le virtussine, con un Pavona in continuo crescendo che ha venduto cara la pelle, confermando il buon momento di forma che ha visto le ragazze di mister Trivelloni vincere due gare nelle ultime quattro di campionato. 17-25, 19-25 e 22-25 i parziali a conferma di una gara in crescendo per Sporting Pavona.

Inizio di primo set con lo Sporting Pavona sorprendentemente in testa che, in vantaggio di 12 a 9 costringe la panchina delle romane a chiamare il primo timeout della gara. Di li in avanti è punto a punto, fino a quando la Virtus Roma non scava il solco che la porterà ad aggiudicarsi il parziale per 17-25.

Copione simile nel secondo set in cui è sempre Pavona a partire forte ed a cedere man mano che il ritmo e l’intensità delle ottime romane non si faceva preferire permettendo alla Cherotermica di vincere con il punteggio di 19-25.

Di diverso segno il terzo set che inizia sotto il segno della Virtus che mette a segno un parziale di 4 a 0 che pare annunciare l’ennesima cavalcata trionfale ma, sul 18 a 11 per le romane è Sporting Pavona a rialzare la testa rifilando un parziale di 8 a 3 che rimette in gioco il set. La rimonta pavonese si arresta sul rocambolesco punto match scaturito da una staffilata della centrale Jessica Scano che, rimbalzando sulla testa di una malcapitata romana è finito sul teraplex della palestra Terzo Millennio, chiudendo parziale e gara a favore della Virtus Roma con l’ultimo tabellino fermo sul 22-25 a scapito delle castellane.

Tra le ragazze dello Sporting Pavona da segnalare un buon impatto sulla gara della giovane e promettente schiacciatrice Maria Vittoria Costa, mentre è emersa ancora una minore capacità di tenere i ritmi alti durante tutta la gara da parte delle gialloblu, a tutto vantaggio delle prime in classifica.

Print Friendly, PDF & Email