Sts Multiservizi diventa Azienda Speciale del Comune di Frascati

0
1248
alessandro_spalletta
Il Sindaco di Frascati Alessandro Spalletta
alessandro_spalletta
Il Sindaco di Frascati Alessandro Spalletta

È stata approvata dal Consiglio Comunale di oggi, sabato 2 agosto 2014, la Delibera di Costituzione della STS Multiservizi Azienda Speciale del Comune di Frascati. Il provvedimento, che riguardava oltre 80 dipendenti e le loro famiglie, così come numerosi servizi erogati dall’attuale Srl, è passato con 10 voti favorevoli, un astenuto e un Consigliere comunale uscito dall’aula al momento della votazione.

«Voglio esprimere tutta la mia soddisfazione per l’approvazione della Delibera di Consiglio che vedrà la Costituzione della STS Multiservizi in Azienda Speciale del Comune di Frascati. – dichiara il Sindaco di Frascati Alessandro Spalletta -. Per i circa 80 dipendenti e per le loro famiglie, che da anni lavorano nella STS, è un importante risultato, ottenuto dall’Amministrazione Comunale e dalla Maggioranza di Governo. Senza dimenticare che questo permetterà di sviluppare una serie di fondamentali servizi per la nostra Comunità e una serie di attività che daranno stabilità a tutta l’organizzazione interna del Comune di Frascati, migliorando i servizi al cittadino con un netto risparmio per le casse comunali».

«A partire da oggi inizia l’iter amministrativo per la costituzione dell’Azienda Speciale STS Multiservizi – dichiara l’Assessore al Patrimonio e alle Società Partecipate Damiano Morelli -. I ripetuti interventi normativi sul tema del contenimento della spesa pubblica e le ultime notizie sulla Spending Review del Commissario Cottarelli facevano presagire un imminente intervento del Governo sulle società a partecipazione pubblica. L’eventuale liquidazione della STS, senza aver previsto soluzioni alternative adeguate, avrebbe avuto un enorme impatto negativo per la nostra Città. Tutto questo è stato scongiurato con l’approvazione della Delibera di Consiglio, che recepisce gli indirizzi di questa Amministrazione in trasparenza, maggiore economicità, declinazione delle competenze e organizzazione degli uffici».

Dalla costituzione della STS Multiservizi Azienda Speciale, che il TUEL definisce all’articolo 114 comma 1, come Ente strumentale dell’Ente Locale, dotato di personalità giuridica, di autonomia imprenditoriale e di proprio statuto, stabilendo tra l’altro che sia il Consiglio Comunale a costituirla, si ricaveranno numerosi vantaggi. Infatti, con il trasferimento di entrate direttamente all’Azienda Speciale per i servizi erogati, il Comune di Frascati accantonerà risorse che, come indicato nel piano economico, oggi versa alla Srl per i contratti di servizio. A saldo di questa operazione il Comune avrà un risparmio circa 550 mila euro annui, che potranno essere destinati ad ulteriori servizi per i cittadini.

 

Altro vantaggio si avrà sul fronte della riorganizzazione degli uffici con il trasferimento del personale che oggi opera in STS all’Azienda Speciale unitamente ai servizi che svolge, proponendo ai dipendenti la migrazione al contratto nazionale degli enti locali. L’attuale sede della STS sarà chiusa per accorpare gli uffici comunali con quelli della STS per creare una positiva sinergia tra le persone che vi lavorano. Questo porterà al potenziamento delle attività ed ad un miglioramento dei servizi prestati in favore dei cittadini evitando duplicazioni di funzioni e ripartendo nel miglior modo possibile il lavoro tra il personale.

 

Inoltre ci sarà un maggiore controllo sull’Azienda Speciale rispetto a quello esercitabile sulle società a partecipazione pubblica. Un controllo che secondo quanto stabilisce la legge sarà sugli organi e sugli atti, sulle azioni e sui comportamenti. Un controllo quindi di tipo gerarchico che di fatto nelle società a partecipazione pubblica avviene in larga parte per mezzo dei contratti di servizio, con la nomina degli Amministratori e l’approvazione del Bilancio di Esercizio. Lo statuto ed il piano programma, con il contratto di servizio che disciplina i rapporti tra il Comune e l’Azienda, i bilanci economici di previsione annuale e pluriennale, il conto consuntivo e il bilancio d’esercizio saranno sottoposti all’approvazione annuale del Consiglio Comunale.

Print Friendly, PDF & Email