Erasmus Plus, studenti da tutta Europa a Grottaferrata

Il Comune di Grottaferrata ed il Liceo Bruno Touschek protagonisti del progetto Erasmus Plus accolgono gli studenti europei

0
79
erasmus_plus_a_grottaferrata
Erasmus Plus a Grottaferrata

Circa settanta studenti liceali provenienti da cinque paesi (Germania, Spagna, Croazia, Finlandia e Polonia) sono stati in visita nei giorni scorsi al Comune di Grottaferrata.
A ricevere i giovani, in Italia grazie al progetto Erasmus Plus esteso alle scuole medie superiori, sono stati il vicesindaco Luciano Vergati e l’assessore alle Politiche scolastiche, Mirko Di Bernardo. Gli studenti esteri sono stati accompagnati dai ragazzi del liceo scientifico Bruno Touschek di Grottaferrata, guidati dalla professoressa  Maria Rosaria Gismondi, coordinatrice del progetto intitolato “From me to we”. “From Me to We” ha approfondito e stimolato le cosiddette “soft skills”, ossia le abilità e competenze di natura relazionale e sociale che, pur non essendo oggetto di misurazione e valutazione diretta nel curriculum scolastico, si rivelano fondamentali non solo nello stile di apprendimento di studenti e studentesse, ma anche nella loro futura carriera universitaria e professionale. Altro aspetto non trascurabile è stato l’approfondimento delle competenze linguistiche e comunicative, essendo l’inglese la lingua veicolare utilizzata da tutti i partecipanti.Dopo avere analizzato i fattori che rendono l’ambiente scolastico più gradevole e adatto allo studio/lavoro (Barcellona, Novembre 2017), le qualità umane e gli atteggiamenti che favoriscono le relazioni interpersonali (Pietarsaari, Finlandia, Gennaio 2018), viaggi che  hanno visto protagonisti anche gli studenti del Touschek che hanno partecipato al progetto, nella visita a Grottaferrata i ragazzi si sono focalizzati sulle abilità organizzative e di team-building, con particolare attenzione ad un uso consapevole dei media digitali, puntando l’attenzione sul tema della bellezza connaturata alla storia e alla cultura italiane. L’assessore Di Bernardo nel suo saluto agli studenti ha sottolineato il triplice potenziale di valori tra loro connessi che vedono Grottaferrata al centro come “porta d’oriente grazie alla presenza della millenaria abbazia greca di San Nilo” quindi “luogo naturale di rapporti interculturali” che hanno visto sancire, ad esempio, grazie ai pre-esistenti gemellaggi come quello di lunga data con la città francese di Vandœuvre, dei protocolli d’intesa tra le università più prossime ai due comuni: Tor Vergata per Grottaferrata e l’università della Lorena, prossima al comune d’oltralpe.  L’assessore ha quindi ricordato i progetti già in atto grazie all’intesa tra Comune e università: i tirocini riservati a studenti e studentesse “che si prestano a supportare l’attività amministrativa sulla base di una convenzione che prevede per un periodo la possibilità per loro di formulare progetti all’ interno del Comune” trasformando a tutti gli effetti il municipio “in un luogo di studio e ricerca”. Di Bernardo ha quindi ricordato i più recenti provvedimenti come il laboratorio per il lancio di un incubatore d’imprese che nascerà dalla recente intesa a tre firmata tra Comune di Grottaferrata, Università degli Studi Niccolò Cusano – Telematica Roma e Fondazione Universitaria Inuit-Tor Vergata, oltre al patto preliminare di gemellaggio per la pace e la cooperazione internazionale con Betlemme sottoscritto ad Assisi.
L’appuntamento è stato buona occasione anche per sottolineare e promuovere l’istituzione del Consiglio comunale dei Giovani, significativa palestra istituzionale dalla quale lo stesso assessore Di Bernardo proviene.
Il progetto Erasmus Plus del liceo Touschek – su loro stessa richiesta accolta con favore dagli assessori Vergati e Di Bernardo – nella prossima edizione punterà ad essere tra i protagonisti della Fiera di Grottaferrata per poter promuovere ulteriormente e di fronte a una platea di pubblico ancor più numerosa i benefici dell’Incontro e della collaborazione tra studenti di tutta Europa.

Print Friendly