Successo di pubblico per Voci de’ Roma ad Albano

Una Sala Nobile di Palazzo Savelli gremita di pubblico per il concerto della Corale San Filippo Neri all'interno di Albano Insieme

0
227
voci_de_roma
Voci de' Roma

All’interno della magnifica Sala Nobile di Palazzo Savelli, lo scorso 9 Giugno si è svolto l’evento “Voci de’ Roma”, a cura dell’Associazione Culturale Corale “S. Filippo Neri”. Le persone hanno cominciato a stiparsi sulle scale del secondo piano di Palazzo Savelli già dalle ore 17.30 nonostante le porte siano state aperte alle ore 18; in un batter d’occhio, la Sala è stata completamente riempita. Due dipendenti della Segreteria Comunale sono dovute intervenire, miracolosamente, per aggiungere altre sedie prese direttamente dalla Sala Giunta, ovviando il problema dei posti a sedere venutosi a creare a causa dell’ingente affluenza. All’improvviso, silenzio… L’attesa delle persone intente a ravvivarsi con lo stupefacente odore di alloro e fiori, disposti in vari punti della Sala.  In questo fragrante contesto, irrompe il tenore Emanuel Bussaglia, il quale si introduce nella Sala passando per la porta d’ingresso intonando uno stornello romano; a lui seguono la soprano Noemi Umani, la Corale “S. Filippo Neri”, i musicisti del Wind Quartet e l’attore Francesco De Santis, mentre il M° Stefano Terribili accompagna il lieto canto del tenore al pianoforte. Il Coro, in costume tipico romanesco, si pone come sfondo a questo quadro marcatamente ottocentesco, incominciato con i vocalizzi dei due cantanti lirici, i quali propongono alcune fra le più celebri canzoni popolari romanesche di inizio ‘900. A seguire, il Coro interviene alternandosi con i cantanti, attraverso un repertorio di melodie romanesche rielaborate per 4 voci dispari. Il coro viene accompagnato magistralmente dal Wind Quartet, composto da flauto traverso, sax contralto, trombone e clarinetto basso, diretto senza eccezione dal M° Stefano Terribili. Fra uno stornello e l’altro, l’attore Francesco De Santis recita alcuni monologhi in dialetto romanesco, suscitando commozione, fascino e molto coinvolgimento. Le persone si sono trattenute interamente fino al termine dello spettacolo, coinvolte, estasiate, commosse e piacevolmente affascinate, chiedendo anche il bis al Coro, desiderando forse rimanere per tutta la notte ad ascoltare quella musica, densa di ricordi e memorie di fanciullezza.

Print Friendly, PDF & Email