Sull’Ospedale di Marino Aversa attacca Palozzi

0
1412
Ospedale di Marino
Ospedale San Giuseppe di Marino
Ospedale di Marino
Ospedale San Giuseppe di Marino

“Sono molto soddisfatto – dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia Adriano Palozzi – delle notizie giunte in queste ore dalla riunione dell’assemblea dei sindaci, che hanno votato l’atto aziendale di riorganizzazione della AslRmH. Un documento fondamentale, che detta la rinascita dell’ospedale di Marino, considerato che il San Giuseppe sarà presidio strategico del comprensorio meridionale di Roma, divenendo polo oncologico e ospedale diurno e mantenendo, al contempo, tutta una serie di – continua Palozzi – reparti di alto livello. Si tratta di una grande vittoria, raggiunta grazie alla professionalità e alla disponibilità del dg Francesco D’Alba, al confronto istituzionale, intrapreso senza pregiudizi ideologici e campanilistici, e soprattutto grazie all’operato amministrativo del sindaco Silvagni, che insieme ai cittadini marinesi ha difeso a spada tratta – conclude la nota – il nostro ospedale”.

A PALOZZI RIBATTE IL SEGRETARIO DEI COMUNISTI ITALIANI MARINESI MAURIZIO AVERSA:

Soddisfatto anche Aversa per l’atto aziendale della Asl, accusa Palozzi di incoerenza, rivendicando la primogenitura al Pdci, per la proposta del Polo Oncologico a Marino

“Non vogliamo farla lunga – dichiara in una nota il segretario dei Comunisti Italiani di Marino Maurizio Aversa – anche perché il luogo ideale di confronto sarebbe stata una assemblea cittadina in Consiglio Comunale, mai concessa dall’ex sindaco Adriano Palozzi e dall’attuale Sindaco. Riconosciamo una differenziazione di approccio dell’attuale amministrazione su questo tema, che, sostanzialmente smentisce proprio il Palozzi. Oggi, il consigliere regionale si dice soddisfatto. E di che cosa? Dei suoi insuccessi?

Infatti, ricordiamo, nella brevità, al Palozzi gongolante – continua Aversa – che:

  1. Ha urlato e si è stracciato le vesti per il Pronto Soccorso. Anche quando noi chiedevamo realismo e invitavamo alla programmazione di bacino, quindi non solo Marino; egli pervicacemente faceva campagne elettorali con l’aiuto di “elicotteri polveriniani” e di arringhe alla folla dal sagrato della chiesa del suo amico Vescovo.
  2. Ha denigrato l’assemblea aperta in piazza San Barnaba, con centinaia di cittadini, promossa da noi e dalle forze di sinistra per chiedere il Polo oncologico a Marino.

Ed oggi, ipocritamente, e prendendo tutti – aggiunge Aversa – per smemorati e stupidi, grida la propria soddisfazione.

Soddisfazione di che? Di vedere un punto programmatico (Polo oncologico) che solo noi abbiamo avuto la trasparenza di indicare prima dell’arrivo della nuova direzione Asl?

Soddisfazione di che? Di certificare che un altro Pronto Soccorso a Marino non è sostenibile in una programmazione di Bacino come indicato da noi?

Soddisfazione di che? Di prendere atto che solo la differenziazione dalle sue precedenti prese di posizioni che l’attuale amministrazione ha assunto in questo settore, ora rende possibile la permanenza (prima messa in discussione da Regione e Ministero) del nostro Ospedale?

Ecco, sembra proprio che più che una soddisfazione, il consigliere Palozzi abbia detto parole in libertà.

Nel merito, dunque, questo atto – conclude la nota del segretario del Pdci – di programmazione aziendale, lo riteniamo un buon punto di partenza per la salute dei cittadini, per la riaffermazione del ruolo della sanità pubblica, per il realismo della programmazione di bacino che si afferma, contro campanilismi e contro le politiche ragionieristiche ministeriali”.

Print Friendly, PDF & Email