Sull’Sts FI, NCD e Lista D’Orazio attaccano la maggioranza

0
733
Palazzo Marconi
La sede del Comune di Frascati
Palazzo Marconi
La sede del Comune di Frascati

Un consiglio comunale sul filo dei nervi questo andato in scena durante la mattinata ed il primo pomeriggio di ieri a Palazzo Marconi. I gruppi consiliari di Forza Italia, di Nuovo Centro Destra ed il consigliere Alessandro D’Orazio attaccano frontalmente la maggioranza per la gestione del punto all’ordine del giorno riguardante il cambio di statuto dell’STS, in procinto di diventare azienda speciale:

“Il consiglio comunale del 12 dicembre 2013 doveva essere dedicato alle interrogazioni e delle mozioni non discusse nei mesi precedenti. Negli scorsi giorni veniva stilato l’ordine del giorno in cui venivano aggiunti i punti riguardanti i debiti fuori bilancio e sul cambio di statuto della Società Tuscolana Servizi (STS). “Doveva essere un consiglio di vitale importanza per il futuro economico della nostra città e per l’avvenire della STS – dichiarano i gruppi consiliari di Forza Italia, Nuovo Centro Destra ed il consigliere Alessandro D’Orazio – che sarebbe dovuta diventare azienda speciale. Le precedenti commissioni patrimonio, andate pressoché deserte, facevano presagire le difficoltà che la maggioranza avrebbe avuto – continuano i consiglieri Marco Boldrini, Mirko Fiasco, Simone Carboni e Alessandro D’Orazio – per approvare il suddetto punto all’ordine del giorno”.

In aula prima il consigliere D’Orazio, poi consiglieri di Forza Italia e NDC, facevano presente la mancanza del parere del collegio dei revisori sulla mozione presentata.

L’arroganza dimostrata quest’oggi dalla maggioranza è stata punita dai fatti. Quello che noi affermavamo in mattinata – concludono i consiglieri dei gruppi di Forza Italia, Nuovo Centro Destra ed il consigliere D’Orazio – è stato confermata alla riapertura dei lavori, dopo la pausa, dal parere del segretario comunale Senzio Barone”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email