#tendenzapasseggiata a Frascati siglato il patto del cappuccino

0
855
Frascati
Frascati
Frascati
Frascati

Da Tuscolo: buongiorno dalle pendici del Tuscolo: dove l’aria è buona, i prati profumano di fiori e le prime luci dell’alba gettano squarci di colore sulla sonnolenta città di Frascati che pigramente si prepara per una nuova giornata di lavoro.

E, a proposito di colazioni, gira voce che una di queste mattine, all’alba, sia avvenuto un importante incontro tra un autorevole esponente del PD frascatano e il legale rappresentante di un movimento di centrodestra, nonchè membro del direttivo regionale dello stesso, berlusconiano doc. Si sa, a Frascati le voci girano più veloci del suono e rimbalzano più delle palline di ping pong quando si gioca a ping pong. La notizia ha suscitato clamore. Ha rimbalzato dal bar alla passeggiata, dalla passeggiata ai bar.

Il tam tam in città in breve tempo si è fatto fortissimo. Hanno cominciato ad emergere i particolari. Il fatto che l’incontro sia avvenuto ad un bar di Via Sciadonna, ai benpensanti ha fatto immediatamente arguire che si trattasse di un incontro ai massimi livelli.

I bene informati in città lo hanno già ribattezzato “il patto del cappuccino”. Da tempo circolano voci in passeggiata che sostengono che sia in atto un inciucio tra il PD frascatano e frange del centrodestra, alle spalle del Consiglio Comunale, per sedersi sulle poltrone.

Cosa diranno gli scienziati della politica? (Si puo dire scienziati della politica? mica ho fatto nomi). Che posizione assumeranno i rappresentanti del maggiore partito di centrodestra e di centrosinistra?

I bene informati, sempre loro, scommettono che è quasi certa una nuova manifestazione di protesta, che dalle fila dell’opposizione (nosotros podemos!), con striscione annesso, griderà al mondo intero: PATTO DEL CAPPUCCINO! NOI DICIAMO DI NO!

Calavano le luci sulla città, e dalle falde del Tuscolo ricevevamo una velina certa da uno che si è presentato come “il barista”. Pare, che ascoltando di sottecchi la conversazione tra i due noti esponenti della politica della città, abbia realizzato che l’oggetto della conversazione vertesse su un vero e proprio accordo di scambio: riportando frasi sentite di persona, sembrerebbe che la prossima colazione la dovrebbe pagare l’altro, e con più tempo a disposizione, che si siederanno sulle poltrone del bar.

Il grido della tendenza: galeotto fu il cappuccino.

Saluti da Pasquino Castellano. Saluti da Tuscolo guardando la caldera ossia i Castelli Romani.

Print Friendly, PDF & Email