Testa, Pulcini e Mastrosanti, “Il Policlinico dei Castelli non sarà la risoluzione di tutti i mali”

0
1467
ospedale_san_sebastiano_frascati
Ospedale San Sebastiano Frascati
ospedale_san_sebastiano_frascati
Ospedale San Sebastiano Frascati

“Il Policlinico dei Castelli non sara’ la risoluzione di tutti i mali, grande attenzione deve prestarsi ai presidi sanitari esistenti sul territorio” – con queste parole i consiglieri comunali Roberto Mastrosanti, Massimo Pulcini e Mauro Testa introducono le loro dichiarazioni sul Policlinico dei Castelli e sui presidi sanitari esistenti sul territorio che riceviamo e pubblichiamo.

“Il Policlinico dei Castelli non potra’ far fronte a tutte le necessita’ delle nostre cittadine! – lo affermano il consigliere comunale di Frascati Roberto Mastrosanti, il consigliere comunale di Monteporzio Massimo Pulcini ed il consigliere comunale di Ciampino Mauro Testa – che ribadiscono l’importanza di presidi sanitari che dovranno sopperire alle emergenze territoriali dopo che la grande struttura entrerà in funzione”.

“I vertici aziendali della Asl devono capire che non esiste su questo tema un predominio della politica, o meglio solo di una parte della politica, ma centrali sono le esigenze dei cittadini e le loro aspettative di un servizio all’altezza. I ritardi che ci sono nell’attuazione dell’atto aziendale relativamente all’Ospedale di Frascati, certificati in maniera inequivoca dai numeri, impone un cambio di marcia repentino. gli impegni vanno mantenuti, mentre ad oggi, grazie anche alla poca attenzione dell’Amministrazione di Frascati, quello che doveva esser tolto e’ stato tolto, mentre quello che doveva esser dato è ancora nell’alveo degli impegni. La salvaguardia del presidio ospedaliero di Frascati è fondamentale per l’intera area tuscolana e per i comuni limitrofi e per questo e’ necessario che tutti siano chiamati all’impegno” – afferma Roberto Mastrosanti”.

“Per i cittadini dei comuni che distano maggiormente dal Policlinico significherà, se non ci saranno i presupposti per un piano di riordino territoriale idoneo che possa sopperire alle richieste sanitarie locali, spostamenti difficili per poterlo raggiungere ed inevitabile aumento di traffico ed inquinamento ambientale. Per quanto riguarda Monteporzio purtroppo, come abbiamo avuto modo di constatare anche lo scorso anno, la delicatissima vicenda dell’Ospedale di Frascati passa sotto il colpevole silenzio dell’Amministrazione Pucci. Questa inerzia non si è mai verificata con l’Amministrazione Gori che non ha mai fatto mancare il suo supporto a livello istituzionale e comprensoriale – continua Massimo Pulcini”.

“Stabilire nel quadro del riordino sanitario le esigenze dei singoli territorio è una priorità dalla quale non ci si può esimere. Sarà necessario uno sforzo ulteriore comune per assicurare strutture sanitarie ambulatoriali e di primo soccorso in tutti i bacini territoriali e non pensare che la struttura possa reggere il peso di tante cittadine con così tanti abitanti. L’ambulatorio di via Calò di Ciampino e la struttura ospedaliera di Marino devono essere potenziati per poter svolgere non solo funzioni ambulatoriali, ma essere in grado di rispondere ad esigenze sanitarie di primo soccorso per tutta la cittadinanza – conclude Mauro Testa”.

“Territori attigui in cui le problematiche da affrontare, e le possibili soluzioni, possono creare un fronte comune nell’interesse della collettività – così chiosano i tre consiglieri comunali dei Castelli Romani”.

Print Friendly, PDF & Email