Tevere, si rinnova la tradizione del tuffo di Capodanno

Martedì primo dicembre si rinnova la tradizione romana del tuffo del Tevere. Tra i quattro protagonisti ancora una volta Simone Carabella

0
485
‘Si avvicina il primo gennaio ed è iniziato il conto alla rovescia per il tradizionale tuffo di Capodanno da Ponte Cavour. Una tradizione tutta romana con la quale i quattro Mr Ok Maurizio Palmulli, Simone Carabella, Valter Schirra e Marco Fois fanno gli auguri di un sereno anno a Roma e all’Italia. La tradizione nasce nel 1946 con Rick de Sonay che con il suo primo tuffo dal ponte dà il via a un ciclo destinato a durare negli anni. Il salto di 20 mt nelle gelide acque del Tevere avviene a mezzo giorno in punto quando spara il cannone del Gianicolo come tradizione Romana impone. Uno dei quattro Mr Ok e’ Simone Carabella definito da molti il gigante buono che ogni anno dedica il suo tuffo ad una delle sue tante battaglie scrivendo una dedica dietro la schiena. Quest’anno – dichiara Carabella – oltre agli auguri a Roma ai romani e a tutti gli italiani il tuffo lo dedicherò alle Forze dell’Ordine, sono convinto che l’Italia ripartirà dalle regole e della legalità quindi è doveroso un ringraziamento a chi per pochi Euro indossa una divisa e ogni giorno per strada difende donne , anziani e bambini.
Tante poi le scritte sul petto, partendo da Francesco Maria Pennacchi, la principessa Agata, le associazioni di Arquata del Tronto, Chiara Insidioso, il guerriero Leo e Desirè. Vi aspetto il primo gennaio dalle 11:30 sul ponte Cavour per conscerci, farci gli auguri di persona e per regalarvi una tradizione romana che dura ormai da più di 70 anni. Saremo comunque anche in diretta Facebook per far guardare il nostro
tuffo in tutto il mondo’ conclude Carabella.

Print Friendly, PDF & Email