Tomassini e Di Giuliantonio (Frascati Sporting Village pallanuoto), «Possiamo divertirci»

0
896
dimarcantoniotomassini
Di Marcantonio e Tomassini
dimarcantoniotomassini
Di Marcantonio e Tomassini

Sono reduci dalla vittoria del campionato di pallanuoto di serie A2 femminile, ottenuta con la calottina della Sis Roma. Anche loro, in estate, sono entrate a far parte del gruppo di un 3T Frascati Sporting Village che s’annuncia molto ambizioso, come da tempo era nei programmi del presidente Massimiliano Pavia. Giulia Tomassini e Giulia Di Marcantonio sono altre due (prestigiose) frecce inserite nell’arco a disposizione di coach Andrea Casaburi. La prima, 27enne centroboa, conosce bene l’ambiente del club tuscolano. «Ho giocato qui due anni fa e so bene quale siano le intenzioni del presidente e del coach. Sta nascendo un gruppo importante, “rinforzato” dalla notizia dell’accordo col Racing che ha portato qui diversi ex elementi di quella squadra. Credo che l’obiettivo minimo della squadra debba essere quello del raggiungimento dei play off: i primi allenamenti ci danno indicazioni positive, speriamo di poter dare seguito a queste buone impressioni». Molto felice dell’approdo al Racing anche la Di Marcantonio, 25enne universale. «Sono in prestito dalla Sis e desidero ringraziare entrambe le disponibilità per la possibilità che mi hanno dato. Da tempo coach Casaburi cercava di portarmi nel suo gruppo e quest’anno ci sono state le condizioni giuste affinchè questo si verificasse. Ho trovato sin da subito un gruppo di ragazze fantastiche, molto determinate e allo stesso tempo molto compatte. L’unità del gruppo è un fattore fondamentale per ottenere dei successi in vasca: se ci aiutiamo e remiamo nella stessa direzione ci possiamo togliere belle soddisfazioni. La Tomassini? L’ho conosciuta l’anno scorso ed è nato un bel rapporto di amicizia anche fuori dalla vasca, sono contento di averla ritrovata qui assieme ad altre due mie ex compagne di squadra come la Perazzetti e la Fatati». Da parte di entrambe nessun rammarico di non aver potuto fare la serie A1. «Impegni ed esigenze personali ci hanno indotto a questa scelta – rispondono in coro la Tomassini e la Di Marcantonio -, ma siamo felici di aver trovato un club ambizioso dove poterci esprimere al meglio».

Print Friendly, PDF & Email