I traguardi 2018 della Mondadori di Velletri e Lariano

La Libreria Mondadori Bookstore Velletri-Lariano verso i nuovi traguardi per l’anno 2018. Venerdì 19 gennaio incontro su Fabrizio De Andrè

0
463
giordano_governi_velletri
Giordano e Governi alla Mondadori di Velletri

Sarà un anno da ricordare, con un bilancio assolutamente positivo, quello appena passato agli archivi per la Mondadori Bookstore Velletri-Lariano. Il 2017, infatti, ha segnato – qualora ce ne fosse ulteriore bisogno – la conferma della realtà guidata da Guido Ciarla e Aurora De Marzi come punto di riferimento per una cittadinanza innamorata della cultura. Tanti personaggi arrivati a Velletri e a Lariano, ma soprattutto una miriade di occasioni per dibattere, riflettere, pensare, ascoltare e conoscere volti noti che hanno dato qualcosa, dall’alto della loro esperienza giornalistica, televisiva e letteraria, al pubblico che ha affollato tutti gli appuntamenti proposti dalla Libreria veliterna. Da Veronica Pivetti, travolgente e coinvolgente, a Beppe Vessicchio, con la sua musica che fa crescere i pomodori: il primo trimestre dell’anno, con Luca Bianchini, Gaetano Savatteri, Chiara Francini, Lirio Abbate, Roberto Emanuelli, ha lasciato intravedere quella che sarebbe stata una programmazione estiva indimenticabile. Da giugno a settembre, infatti, nella suggestiva location del Chiostro della Casa delle Culture e della Musica, la Mondadori Bookstore ha ideato la rassegna “Velletri Libris” portando in città con appuntamenti settimanali autori impegnati in diversi generi letterari. Un esperimento coraggioso e una scommessa vinta, come testimoniato dal successo di pubblico, che ha lasciato impressionati positivamente gli stessi ospiti, conquistati dal clima veliterno di cultura e attenzione: Giuseppe Culicchia, Michela Marzano, Federico Moccia, Marina Ripa di Meana, Valerio Massimo Manfredi, Alessandra Sardoni, Paolo Di Paolo, Lidia Ravera, Craig Warwick, Antonella Lattanzi, Mara Santangelo, Comandante Alfa e Diego Da Silva con la loro voce hanno trasmesso emozioni, sensazioni, sorrisi, ricordi. Libri, racconti, esperienze di vita: di un festival di tale portata a Velletri non se ne ha memoria e tutti si auspicano già la seconda edizione, perché al di là dei gusti personali vedere la propria città diventare un’illustre tappa di tour nazionali fa davvero un bell’effetto per chi la ama. In collaborazione con la Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura e grazie al supporto degli sponsor Allianz Assicurazioni, Banca Popolare del Lazio, Piana dei Castelli e Casale della Regina è stato svolto un lavoro encomiabile, con uno staff attento ad ogni dettaglio, dall’accoglienza dell’autore alla degustazione di fine presentazione. Il tempo di riorganizzarsi e la stagione autunnale non è stata meno intensa, anzi sono proseguiti gli appuntamenti dentro e fuori le mura della Libreria con autori di altissimo spessore: Massimo Bisotti, Francesca Melandri, Pierluigi Pardo, Gianrico Carofiglio, Magdi Allam presso la Sala Tersicore del Comune di Velletri, Alessia Mattacchioni, Bruno Giordano e Giancarlo Governi, Vanessa Gizzi con lo showcooking di GialloZafferano, Luca Telese, Catena Fiorello, Corrado Augias e Walter Veltroni, questi ultimi due al Teatro Aurora di Piazza San Clemente. Capitolo a parte, ma non meno marginale, è stato quello delle scuole per un’educazione alle lettura, intento base di un progetto ampio che ha visto protagonisti gli istituti di Velletri e Lariano di ogni ordine e grado. Da Giovanni Floris a Lirio Abbate, passando per Nadia Terranova, Angelo Di Liberto e Paolo Di Paolo, gli studenti di Velletri hanno avuto un contatto diretto con storie di vita e di attualità, entrando nella letteratura e nei fatti di cronaca e politica e facendo emergere la loro curiosità. Un anno, dunque, davvero indimenticabile per le tante sfaccettature dei progetti culturali (la Mondadori Bookstore ha aderito ad “AlunninLibreria” e “Io leggo perché”, iniziative nazionali per promuovere la lettura e la diffusione del libro) che hanno coinvolto, per il loro carattere inclusivo, la cittadinanza nelle sue diverse fasce sociali. Ruolo importante in questo lavoro di squadra lo hanno avuto – insieme ai titolari, a cui va riconosciuto il merito di un impegno costante e quotidiano  – Ezio Tamilia, giornalista moderatore degli incontri e tutti i membri dello staff della Libreria, pronti a ripartire per un 2018 pieno di novità che continueranno ad attrarre gente nelle sedi prescelte per gli incontri della Mondadori Bookstore Velletri-Lariano, destinate a diventare il cuore pulsante di una città affamata di cultura e che ha risposto sempre con affetto e partecipazione. Non è per nulla scontato quanto ottenuto dall’anno appena trascorso, perché davvero Velletri ha avuto un’opportunità di crescita con l’inserimento in circuiti nazionali, affermandosi con il suo nome negli uffici stampa nazionali, nelle case editrici e con autori di livello nel panorama contemporaneo. Nel segno della continuità, che sia un anno di soddisfazione, gratificazione, gioia e, naturalmente, libri. Tanti auguri dalla Mondadori Bookstore Velletri-Lariano per un sereno 2018.

“Non per un dio ma nemmeno per gioco”: con Luigi Viva un viaggio nella vita dell’uomo e dell’artista Fabrizio De André

16 gennaio h.12:45 – Fabrizio De André, la musica e la poesia in una fusione tutta da vivere. Il secondo appuntamento della programmazione di gennaio organizzata dalla Mondadori Bookstore Velletri-Lariano sarà incentrato proprio sul cantautore genovese, che rivivrà tramite la voce del giornalista e scrittore Luigi Viva e l’accompagnamento musicale dei musicisti Simone Presciutti e Giampiero Gotti. Venerdì 19 gennaio, a partire dalle 18.30, Viva sarà intervistato da Ezio Tamilia e racconterà il suo Faber, quello narrato in Non per un dio ma nemmeno per gioco. Vita di Fabrizio De André(edizioni Feltrinelli). Arrivato alla sua diciannovesima edizione, il libro non è una biografia o un’apologia, ma il ritratto dell’autore di Bocca di rosa tracciato da un amico, che va ben oltre la semplice memoria o un intento divulgativo. Viva, infatti, con quest’opera (che è al terzo posto dei tascabili più venduti in Italia) ha raccolto testimonianze di amici, collaboratori, conoscenti, unite alle sue esperienze personali provenienti dalla frequentazione di De André. Proprio il cantautore genovese condivise l’idea di pubblicare un libro del genere, dando delle “dritte” sulla prima stesura. Il titolo richiama un testo considerato dai musicologi e dallo stesso Faber come il manifesto della sua canzone e della sua poetica. Luigi Viva, tuttavia, si è impegnato su più fronti dopo la morte di Fabrizio De André per evitare la dispersione del patrimonio culturale, musicale, poetico: è socio fondatore della Fondazione intitolata all’artista, ideatore e direttore del Progetto Conservatori (che prevede la realizzazione delle partiture integrali di tutta l’opera di Faber), oltre che autore di uno spettacolo teatrale scritto insieme a Pino Petruzzelli (“Il viaggio di Fabrizio De André”). Un amico e un addetto ai lavori, che va oltre la biografia in senso stretto e tocca le corde più intime e sincere della vicenda umana e della parabola artistica del grande cantautore, senza dimenticare le amicizie (una su tutti: Luigi Tenco), i successi e il senso di rivolta insito in Faber. L’accompagnamento musicale di due musicisti di livello come Simone Presciutti e Giampiero Gotti farà il resto, contribuendo ad un’atmosfera di immersione totale nella letteratura e nella poesia. Un evento indimenticabile targato Mondadori Bookstore, appuntamento in Libreria (via Pia, 9) a Velletri il 19 gennaio alle 18.30.

Print Friendly, PDF & Email