Tre categorie regionali per il Frascati Calcio

0
485
frascati
Asd Frascati Calcio
frascati
Asd Frascati Calcio

L’Asd Frascati Calcio tocca un’altra importantissima tappa nel proprio percorso di crescita. Con il comunicato n°8 del 5 agosto scorso, infatti, la Lega Nazionale Dilettanti ha sancito che nella prossima stagione il sodalizio frascatano avrà tre categorie Regionali: gli Allievi fascia B, guidati da Gianluca Orlandi, i Giovanissimi 2002 di Raffaele Salvischiani e i Giovanissimi fascia B di Leonardo Orlandi. Un piccolo grande traguardo raggiunto, che però vuole essere solo un nuovo punto di partenza verso obiettivi ancora più ambiziosi.

CAPORICCI – “Non possiamo che essere orgogliosi di questo risultato – commenta il direttore sportivo Massimiliano Caporicci – che testimonia ancora una volta la bontà del nostro lavoro e la cura che continuiamo a portare avanti nell’attività giovanile. Ma non dobbiamo sentirci e non ci sentiamo affatto appagati: dopo il riconoscimento della Scuola Calcio d’Elite e l’ingresso nel regionale di ben tre gruppi, vogliamo proseguire su questa strada e spostare ancora più in alto i nostri obiettivi. Non sarà semplice, ma adesso puntiamo a confermarci, a riconquistare i Regionali con la Juniores e ad ottenerli con l’altro gruppo Allievi”. Il ‘sogno’ (ma il termine in questo caso è usato in maniera inappropriata) è riuscire un giorno ad arrivare all’Elite con l’intero settore giovanile. “Quello è sempre stato il grande progetto sia della Lupa che della Gioc Cocciano – continua Caporicci – e adesso che abbiamo unito le forze proveremo a raggiungerlo con ancora più determinazione”. Base solida, e spiccato senso di appartenenza: questi i capisaldi della filosofia del Frascati Calcio. “Stiamo lavorando non solo per allestire un settore giovanile di prima fascia – conclude il ds – ma anche per riuscire a creare quello spirito identitario che può costituire da una parte una risorsa fondamentale per il futuro, e dall’altra essere uno stimolo trainante in più per tanti ragazzi del nostro territorio. Sarebbe bello, tra qualche anno, vedere esordire in prima squadra un giocatore partito con noi dai Piccoli Amici. Penso che quello sarebbe il più grande successo possibile”.

Print Friendly, PDF & Email