Terre Ospitali, presentato il progetto di rete

Lunedì 23 ottobre è stato presentato il progetto di rete Turismo Castelli Romani Terre Ospitali a Villa Mondragone di Monte Porzio Catone

0
529
villamondragone
Villa Mondragone

Dalla giornata del Turismo e dell’accoglienza, al via i mini-corsi per operatori turistici. Un progetto di rete. Grande e qualificata partecipazione di pubblico alla Giornata del turismo e dell’accoglienza che si è tenuta lunedì 23 ottobre a Villa Mondragone e che ha dato il via ufficiale al progetto di rete Turismo Castelli Romani Terre Ospitali. Il progetto, finanziato dalla Regione Lazio, ha come capofila il Comune di Monte Porzio Catone e come braccio operativo il Gal Castelli romani e prenestini insieme alla CNA Roma Castelli. Alla rete hanno aderito imprese della ricettività, cantine e attività artigianali dei comuni di Monte Porzio Catone, Frascati, Grottaferrata, Montecompatri, Colonna e Rocca Priora. La presenza di rappresentanti delle istituzioni comunali e degli enti sovra territoriali, insieme agli operatori turistici aderenti alla rete di imprese, testimonia la volontà del territorio di fare sistema per supportare la destinazione Castelli Romani e Prenestini secondo logiche nuove, aggiornate rispetto alle nuove esigenze del turista, sempre più connesso e mobile. Dalle istituzioni – Parco Regionale dei Castelli Romani, Consorzio SBCR con la DMO, Comunità Montana con il Museumgrandtour – è emersa la volontà di condividere percorsi di sviluppo attraverso una progettazione comune e pluriennale, come ha sottolineato in particolar modo Sandro Caracci, Presidente del Parco. Non si parte da zero. Il seme gettato durante la scorsa programmazione attraverso il progetto “Terre Ospitali” del GAL Castelli Romani e Monti Prenestini sta dando i suoi frutti. L’enogastronomia si conferma uno degli asset vincenti del territorio. A testimoniarlo durante la giornata è stata la presenza di numerose aziende enogastronomiche (aziende vitivinicole, ristoranti, forni) e della condotta Slow Food Terre Tuscolane, che hanno ricordato l’importanza di puntare sul cibo di qualità e sull’autenticità della nostra accoglienza. Nello specifico il cuore del progetto sarà la costruzione operativa del Club di Prodotto enogastronomico, quale strumento di promo-commercializzazione ad uso delle aziende aderenti alla rete. Si parte con dei mini-corsi per operatori turistici. Il 15, 16 e 17 novembre si entrerà nel vivo del progetto attraverso mini-corsi di due ore, impostati come pillole formative, attraverso i quali verranno trasmessi strumenti e conoscenze operative sul tema dell’accoglienza, con l’obiettivo di creare una rete di ospitalità diffusa sul territorio. Gli incontri, replicati in diverse sedi, nei comuni coinvolti dal progetto, sono aperti a tutti coloro che a qualsiasi titolo si trovano nel loro lavoro quotidiano a contatto con visitatori e turisti: operatori turistici (strutture ricettive, ristoranti, guide, personale dei musei etc.), ma anche “interfacce sul campo” (tassisti, baristi, edicolanti tabaccai…).

Per partecipare ai mini corsi è necessario iscriversi compilando il modulo sul sito del GAL CALENDARIO CORSI:

15 Novembre
Rocca Priora – ore 14:30-16:30 (rivolto agli operatori di Monte Compatri e Rocca Priora) Grottaferrata – ore 17:30 – 19:30 (rivolto agli operatori di Grottaferrata)

16 novembre
Monte Porzio Catone – ore 15:00 – 17:00 (rivolto agli operatori di Monte Porzio Catone e Colonna)

17 novembre
Frascati – ore 12:00 – 14:00 (rivolto agli operatori di Frascati)

*Le sedi verranno comunicate al momento dell’iscrizione

Print Friendly