Tutte le novità della nuova Vivace Grottaferrata

0
2019
mario isoni
L'allenatore della nuova Vivace Grottaferrata Mario Isoni
mario isoni
L’allenatore della nuova Vivace Grottaferrata Mario Isoni

Gli ultimi aggiornamenti dal mondo della nuova Vivace Grottaferrata che si approccia alla prossima stagione con una nuova proprietà, un nuovo allenatore e tante altre novità:

La nuova Vivace Grottaferrata è praticamente definita. La società castellana ha lavorato intensamente per allestire un organico importante che possa ben figurare nel prossimo campionato di Prima categoria. Le ambizioni sono notevoli e dalle parti del quartier generale di via degli Ulivi nessuno le nasconde. La squadra criptense si è radunata ieri (martedì 27 agosto) per una sorta di pre-ritiro presso il campo “Comunale”: il programma prevede allenamenti quotidiani per due settimane almeno, poi a breve la Prima categoria giocherà un test in famiglia con la Juniores regionale. Intanto è stato deciso il grosso dell’organico che difenderà i colori biancorossi nel prossimo campionato: i portieri saranno Verdelli e Graziani, i difensori Vinciguerra, Raparelli, Rosi, Ledda, Di Iulio, Petruzzi, Cozzolino, Falchetti e Di Verio, i centrocampisti Giovannangelo, Marroni, Piersigilli, Pippo, Ferri e Iorio e gli attaccanti Melis, Schiavi, Marziale, Verdini e Testa. I giocatori saranno a disposizione di mister Mario Isoni, tecnico sardo che ha avuto numerose esperienze nel settore giovanile (tra cui un’importante avventura con la Juniores dell’Olbia) e che l’anno scorso allenava la Juniores del Centro Calcio Rossonero. Un allenatore che sa far giocare bene le sue squadre e che ha accettato con entusiasmo la sfida di prendere in gestione una squadra “di grandi” per la prima volta nella sua carriera. Intanto il gruppo societario che gestisce (oltre alla Vivace Grottaferrata) anche il Centro Calcio Rossonero ha messo a segno un altro importante colpo a livello di settore giovanile: nel quartiere capitolino di Boccea nascerà infatti l’Accademia Roma di Vincent Candela (l’arcinoto ex difensore francese della squadra giallorossa) presso il centro sportivo situato in via Mattia Battistini. Ma le novità potrebbero non essere ancora terminate…


L’avventura è iniziata. La Prima categoria del Grottaferrata è la punta dell’iceberg di una società completamente rinnovata in estate (con una nuova proprietà a guidarla) e certamente nella cittadina criptense ci si aspetta molto da una compagine che deve riscattare la retrocessione dello scorso campionato. Il Grottaferrata ha affidato il compito delicato della ripartenza a mister Mario Isoni, tecnico sardo che, nonostante la giovane età, ha avuto numerose esperienze nel settore giovanile e che è al primo appuntamento nel guidare una squadra “di grandi”. «Per me è una vera sfida – dice il neo allenatore del Grottaferrata che l’anno scorso ha allenato la Juniores del Centro Calcio Rossonero –, sono convinto di poter fare bene. Non trovo ci siano grandi differenze nell’allenare i ragazzi o gente di età più avanzata, comunque qui avremo un gruppo mediamente giovane e ce la metteremo tutta per fare un buon campionato». Sulle prospettive del nuovo Grottaferrata è ancora presto per sbilanciarsi. «Sto conoscendo il gruppo – sottolinea Isoni – in questi primi giorni di preparazione (gli allenamenti sono partiti lunedì scorso, ndr) e solo tra un po’ potrò avere le idee chiare sulle potenzialità di questi ragazzi. Le prime giornate di campionato, poi, ci daranno un’idea del livello delle avversarie. So che la società ha obiettivi importanti: noi dovremo pensare a salvarci nella maniera più veloce possibile e poi alzare l’asticella». Isoni sarà affiancato nel suo lavoro dal preparatore fisico Gianluca Orsini e dal team manager Zico Shahin. La società sta cercando di curare al dettaglio anche il lavoro sul settore giovanile provando ad allestire gruppi competitivi per l’agonistica (con squadre che militeranno tutte nei regionali, con i Giovanissimi che faranno l’elite) e ad offrire il miglior servizio possibile nel settore Scuola calcio che, come noto, sarà “targato Milan”.

Print Friendly, PDF & Email