Un pranzo solidale per onorare il 25 Aprile

Ancora un'iniziativa solidale promossa da un gruppo di cittadini di Albano verso medici del Noc, Carabinieri e alle ospiti di una Casa Famiglia

0
487
lasagne_solidali
Lasagne solidali

Hanno voluto onorare in modo particolare questo 25 Aprile. Un gruppo di cittadini di Albano, già resosi promotore e protagonista di alcune iniziative a sfondo solidale nelle ultime settimane. La sirenata delle forze dell’ordine agli operatori sanitari sotto al Regina Apostolorum e le pizze consegnate a medici ed infermieri del Nuovo Ospedale dei Castelli Romani alla vigilia di Pasqua.

Oggi che si celebra la liberazione è la volta di un pranzo solidale. Grazie alla collaborazione dei Supermercati Top e dell’Osteria Da Charlie sono state preparate lasagne e tiramisù, che sono stati poi consegnati per pranzo ai Carabinieri del Comando di Albano Laziale e della Stazione di Santa Maria delle Mole, agli operatori sanitari del NOC, agli ospiti (donne e bambini) e agli operatori di una Casa Famiglia in zona Divino Amore.

“Viviamo Albano e il nostro territorio: promuovere iniziative solidali fa bene, non solo a chi le riceve, ma anche a chi le costruisce – ci dicono gli organizzatori – per questo stiamo ricevendo sempre più proposte di partecipazione per altre iniziative. C’è un contagio brutto, quello del virus, da evitare, e c’è un contagio bello, quello della solidarietà e del fare comunità, da diffondere e far vivere sul territorio”.

Ringraziamenti e apprezzamento per l’iniziativa sono giunti anche dal Comandante dei Carabinieri Salvatore Giordano della Stazione di Albano Laziale, che così si è espresso sui social: “Nella giornata in cui si celebra la Liberazione, simbolicamente siamo chiamati a fare ognuno la propria parte nella tutela dei valori fondanti la nostra Comunità.
A nome di tutte le donne e degli uomini della Stazione Carabinieri di Albano Laziale, ringrazio chi ha provveduto ad allietare il pasto dei militari impegnati a vigilare sul territorio per le misure di contenimento del contagio da Covid19. Piccoli-grandi gesti che ci ripagano dei sacrifici straordinari richiesti dalla contingenza e che ci rendono fieri della cittadinanza cui siamo votati al servizio”.

Print Friendly, PDF & Email