Una bici per il cuore, Stefano D’Orazio canta per la Croce Rossa italiana

0
3461
stefanodorazio
Stefano D'Orazio
stefanodorazio
Stefano D’Orazio

Una Bici per la Vita:

 Al  Teatro Europa di Aprilia,

Stefano d’Orazio dei Vernice canta per la

Croce Rossa Italiana

31 Gennaio 2016 –  ore 18

Sarà tra gli ospiti più attesi al Teatro Europa di Aprilia l’ex frontman dei Vernice, Stefano D’Orazio, che domenica 31 gennaio, alle 18, salirà sul palco a favore del progetto “CRI in bici”, per il soccorso sanitario con defibrillatore.

Non poteva mancare alla ricca cordata degli artisti  invitati dal comitato locale CRI di Aprilia, organizzatore della kermesse,  anche il cantante romano, tornato alla ribalta con il suo ultimo album “Ci vediamo all’Inferno “ dal quale il bellissimo terzo singolo “ Non posso stare senza Te”.

Un cuore gentile dietro un aspetto da diavolo, come l’artista usa dire di sé, che non si tira indietro di fronte alle cose importanti soprattutto se tese al bene comune.

“Non amo ostentare in nessun modo i gesti di solidarietà – spiega D’Orazio – sono piuttosto uno di quelli che preferisce rimanere nell’anonimato nel momento in cui fa beneficenza.  In questo caso, però,  ho ritenuto importante parlarne perché riempire il teatro è davvero fondamentale considerato che l’incasso sarà impiegato per  l’acquisto del materiale  che   sarà, poi,  sotto gli occhi di tutti. Quale sia l’apporto della Croce Rossa al sistema sanitario e

quanto sia salvifico l’intervento degli operatori in alcune circostanze non è certo una novità. Migliorarne il servizio e consentire ai volontari di essere muniti di bici attrezzate per intervenire anche laddove l’ ambulanza non può arrivare dovrebbe essere, quindi, interesse di tutti e, se la mia musica può servire allo scopo, sono felice di mettermi a disposizione”.

“Tra gli obiettivi specifici del progetto – spiegano gli organizzatori della manifestazione – rientra quello di rendere il soccorso più tempestivo.  Il servizio “CRI in Bici” sarà garantito sul territorio di Aprilia in occasione di gare podistiche, festività patronale o altre situazioni in la concentrazione di persone è elevata e l’intervento          di un mezzo di soccorso come l’ambulanza, contrariamente alla bicicletta, non è agevole e quindi non può essere sempre tempestivo. Una richiesta di soccorso non sempre si traduce in reale necessità di trasporto dell’infortunato verso un ospedale. Talvolta invece la gravità delle condizioni del paziente è tale da richiedere il tempestivo intervento di personale qualificato”.

In attesa dell’evento (ingresso a offerta libera), l’ ex leader dei Vernice con la chitarra in mano e la voce nel petto si prepara a regalare al pubblico alcuni dei pezzi più belli del suo repertorio recente e passato tra i quali l’ultimo singolo uscito.

 

Print Friendly, PDF & Email