Una panchina rossa per dire mai una di meno

Il 10 dicembre a Palestrina, presso l'Istituto Livatino, posizionata una panchina rossa contro la violenza sulle donne in occasione di un convegno sul tema della violenza di genere

0
210
platea
Platea in aula Di Monte a Palestrina
panchina_rossa
Panchina rossa a Palestrina

“Le donne vanno amate e coccolate”, sono queste le parole del sindaco di Palestrina, Mario Moretti, che hanno colpito la platea. C’era silenzio nell’aula Di Monte, luogo dove si è svolto il convegno sui temi del femminicidio e della violenza di genere in tutte le sue forme. Ognuno ha riflettuto su quella frase dal tono carezzevole, ma deciso. Gli studenti erano immobili, alcuni con lo sguardo rivolto verso lo schermo, altri con la testa china, concentrati, quasi a cercare di imprimere quelle parole nella propria anima. Il 10 Dicembre 2019 ha rappresentato una data importante per l’Istituto Livatino di Palestrina, che con questo evento ha voluto argomentare, informare e sensibilizzare i presenti e non solo, su una questione così grave e delicata come la violenza perpetrata sulle donne. Presenti, oltre al Sindaco, l’assessore alle politiche sociali Dott.ssa L. Federici, l’assessore alla cultura, Dott.ssa V. Valenti, la Sociologa, dott.ssa S.Spoletini, la Dott.ssa R. D’Alessandro, relatori esperti, avvocati, giornalisti, come la dott.ssa E. Casale e il dott. M. Sbardella, e i rappresentanti delle associazioni “Laboratorio del possibile”, “Forum” e “CambiaMenti”.
L’impegno degli studenti dedicato a questo progetto era visibile nei loro volti e nel loro coinvolgimento. Hanno saputo coniugare e armonizzare linguaggi artistici diversi dando vita a performances teatrali, letture di poesie nella lingua dei segni, rappresentazioni plastiche, canore e cinematografiche che hanno toccato le corde emotive dei presenti, rendendo ancora più significativa la giornata in occasione della quale l’Istituto Livatino ha inaugurato la propria panchina rossa, simbolo della lotta contro la violenza sulle donne. Un grande apprezzamento ed una speciale menzione va agli studenti e ai docenti delle classi 4A, 4B, 3C, 3A; agli studenti R. Di Maria e S. Ostrowski, che hanno curato il servizio fotografico; al tecnico di laboratorio grafico, E. Colaner; agli studenti – eccellenti hostess e steward -che hanno curato l’accoglienza; agli studenti dell’alberghiero che, assieme al prof. Nutricato, hanno curato il coffee-break; al prof. Tieri, che ha supportato gli studenti Caiazza, Tabolacci e Cappa per i disegni e il montaggio dei cortometraggi e alla prof.ssa Marchitelli, che ha curato l’organizzazione dell’evento. Un ringraziamento speciale va alla Dirigente Scolastica Ester Castaldo che ha sostenuto l’idea sin dall’inizio.

Print Friendly, PDF & Email