Under 15 dell’F&D H2O alla final eight

Under 15, l’F&D H2O nella final eight. Matteo Calcagni: “Orgogliosi doppiamente, per le prestazioni e per le basi gettate verso il futuro”.

0
163
u15_f&d_h2o_catania
Under 15 F&d H2O a Catania dopo la qualificazione alla Final Eight

Dopo l’under 19, è gioia anche per l’under 15. L’F&D H2O Velletri, nel suo percorso di affermazione veloce e costante nel panorama pallanuotistico nazionale, conquista la seconda finale scudetto di categoria giovanile dopo una spedizione trionfale in Sicilia per la disputa delle semifinali. Le due vittorie in tre partite consentono alle veliterne di staccare il pass per la final eight, in programma ad agosto: un punto di partenza prestigioso. Dopo il tour de force con le tre gare in due giorni, il coach Matteo Calcagni ha ripercorso l’esperienza isolana del team di Velletri: “C’è grande soddisfazione, siamo tra le prime otto in Italia ed un motivo di orgoglio per me, per le ragazze, per la società…per tutti noi”. L’F&D H2O ha affrontato Ekipe Orizzonte, Cosenza e Como. Il tecnico ha analizzato, partita per partita, la crescita delle sue atlete: “Contro il Cosenza abbiamo fatto un’ottima vittoria, siamo stati sempre avanti a e metà gara avevamo quattro gol di vantaggio. Il risultato non è mai stato in discussione, anche se loro si sono rifatte sotto alla fine. Era fondamentale chiudere con un successo per rompere il ghiaccio in un clima di stanchezza, dovuta al viaggio, e tensione”. Al 12-10 rifilato alle calabresi ha fatto seguito lo stop contro L’Ekipe, padrona di casa: “Nei primi due tempi contro Ekipe Orizzonte abbiamo giocato bene e sprecato tanto. Poi hanno preso il largo, ma ci tengo a dire che ce la siamo giocata. Quando però hanno dilagato, la mia scelta è stata quella di far giocare tutte in vista della gara del pomeriggio. Il passivo è eccessivo, ma comunque la sconfitta è giusta”. Tutto rimandato all’ultima partita, con l’11-5 che vale le finali: “Siamo entrate convinte all’ultima contro Como, lucidi e consapevoli. La partita è stata messa sul binario giusto dalle ragazze”. Un risultato lusinghiero per il quale mister Calcagni non nasconde la propria gioia: “Siamo al lavoro da tre anni con questo gruppo, sono contento per le ragazze e per la società. Queste sono le basi per il futuro, abbiamo vinto il campionato under 13 e abbiamo una final eight con l’under 15. Speriamo di proseguire così, lavorare bene questi mesi per non fare la comparsa ad agosto. Affronteremo” – dice il tecnico – “le squadre migliori d’Italia, alcune molto favorite e altre meno. Abbiamo due mesi per lavorare e non fare le vittime sacrificali”. In ultimo, l’allenatore ha ringraziato il presidente Perillo, mister Danilo Di Zazzo, i genitori e i dirigenti. Adesso il tempo di riprendersi dall’euforia della vittoria e di nuovo tutte in acqua. Complimenti alle ragazze.

F&D H2O VELLETRI: Aprea Andreacarola, Giuliano Sara, Falletta Aurora, Attenni Ludovica, Ducci Claudia, Picca Giorgia, Mele Giorgia, Cappelluti Aurora, Cianfarani Emanuela, Castorina Giorgia, Iacomino Chiara, Aprea Ginevra, Gaibisso Martina, Di Giacomantonio Dalila. Allenatore: Matteo Calcagni. Dirigenti: Riccardo Gaibisso, Antonio Aprea.

Waterpolis, chiusura con sconfitta. Criserà: “Stagione straordinaria, pensiamo già al futuro”

10 giugno h.14:00 – Si conclude con un ko indolore la splendida e trionfale stagione della Waterpolis, che conferma di essere la vera rivelazione di questa Serie C concludendo al quinto posto, a ridosso delle big e nel gruppone di testa, con 32 punti frutto di 10 vittorie, 2 pareggi e 6 sconfitte. Un cammino assolutamente sopra le righe per una squadra che, sotto la sapiente guida di mister Domenico Criserà, ha saputo offrire un’ottima pallanuoto rimanendo sempre al di fuori dei discorsi pericolosi nelle zone basse e valorizzando al meglio i giovani. Contro il Circolo Villani, secondo, la Waterpolis non riesce a chiudere con un successo tra le mura amiche perdendo 8-3. A segno Fioravanti con una doppietta e Droghini, ma gli ospiti portano a casa gli ultimi tre punti in palio. La sconfitta non rovina affatto la festa per una stagione esaltante, positiva sotto tantissimi aspetti e conclusa con un piazzamento onorevole. Concetto ribadito anche da mister Criserà a fine gara: “Terminiamo una stagione con una sconfitta che ci può stare. Ci siamo presentati a questo appuntamento un po’ rimaneggiati, con diverse defezioni dovute a squalifiche e infortuni. Non siamo stati brillanti e cinici, abbiamo sbagliato parecchio in attacco e sull’uomo in più. L’imprecisione si paga, ma comunque devo solo ringraziare tutti: staff, atleti, dirigenti…”. Riguardo al futuro della Waterpolis, il tecnico ha dato un importante annuncio: “La settimana prossima ci siederemo intorno al tavolo con la società per definire i programmi, l’obiettivo è fare una squadra competitiva che possa arrivare in alto. Naturalmente prima siamo in corsa con le giovanili, gli under 17 nazionali e le under femminili, ed è importante chiudere anche lì in bellezza”. Una cavalcata, quella della Waterpolis, entusiasmante e avvincente. La pallanuoto dei Castelli passa da qui, come recita lo slogan del club.

Print Friendly, PDF & Email