Vaccini, appello ad Anci di Marco De Carolis

Marco De Carolis si rivolge all'Anci per "un ordinanza dei sindaci per l'obbligo vaccinale nelle scuole. Dobbiamo tutelare la salute pubblica".

0
376
decarolis_studenti
Studenti incontrano De Carolis

“Un’ordinanza per la tutela della salute pubblica. Che obblighi i genitori a prestare una idonea certificazione vaccinale dei propri figli, in vista del nuovo anno scolastico. Chiedo questo al presidente di Anci, Antonio De Caro, per contrastare l’ambiguo atteggiamento della politica nazionale nei confronti della campagna di criminalizzazione contro i vaccini: visti come il male assoluto e causa di malattia; quando, in realtà, tutti siamo a conoscenza del fatto che la vaccinazione ha permesso alla nostra società uno sviluppo coerente con i princìpi costituzionali; debellando virus che sembravano non poter essere sconfitti”, lo scrive il presidente del Consiglio comunale di Monte Compatri, Marco De Carolis.

“Il rinvio dell’obbligo vaccinale è l’ennesima dimostrazione di questo atteggiamento pericoloso per l’incolumità di tutti, con il rischio di epidemie e di aggravio dei costi per il Sistema sanitario nazionale. Siamo in presenza di iniziative che denigrano il lavoro della scienza, favorite dall’esplosione di fake-news e dalla loro facilità di diffusione, attraverso l’uso dei social network. Far slittare all’anno scolastico 2019/2020 l’obbligo di sottoporsi ai vaccini per i bambini in età scolare, affidarsi all’autocertificazione, espone la nostra società a dei rischi che non possiamo permetterci di correre”, aggiunge De Carolis.

“Da padre, da amministratore, da uomo che crede nel diritto: sono preoccupato. Non posso fare a meno di sottolineare che esiste una legge del 2000 che esclude l’autocertificazione per i certificati sanitari. La circolare cozzerebbe con il Dpr 445, che all’articolo 49 parla dei ‘Limiti di utilizzo delle misure di semplificazione’. Tradotto: non possono essere i genitori ad attestare di proprio pugno che il figlio/a sia stato vaccinato/a.

Secondo il comma 5 dell’articolo 50 del Tuel, il sindaco è la massima autorità sanitaria sul territorio comunale. In virtù di questo princìpio chiedo di far emanare a tutti i primi cittadini un’ordinanza che obblighi a presentare valida certificazione che attesti la vaccinazione degli alunni per l’anno scolastico 2018/2019”, spiega ancora il presidente del Consiglio comunale di Monte Compatri.

“In attesa di norme nazionali che riscrivano con chiarezza gli obblighi in una materia così delicata, un dibattito che evidentemente non può esaurirsi dopo una lettura su un post pubblicato su facebook, magari da chi non ha competenze nel settore sanitario; credo che questa ipotesi possa farci assolvere ad uno degli obblighi cui siamo chiamati: tutelare la salute pubblica e l’incolumità dei nostri cittadini”, conclude Marco De Carolis.

Print Friendly, PDF & Email