Varato il piano sociale di zona, Albano protagonista dei progetti

0
989
Palazzo Savelli
Il palazzo comunale di Albano Laziale
Palazzo Savelli
Il palazzo comunale di Albano Laziale

E’ stato varato dal tavolo politico del Distretto Socio sanitario RMH2, dopo una lunga gestazione durata mesi e nonostante le difficoltà incontrate, il Piano sociale di zona per l’anno 2014, recependo le ultime direttive regionali di cui alla LR 136/2014. Grazie all’impegno del Comune di Albano, rappresentato dall’Assessore alle Politiche Sociali Dott. Fauzi Cassabgi e dalla Responsabile del Servizio Sociale Dott.ssa Margherita Camarda, per rispondere alle esigenze di tutti i cittadini nonostante le difficoltà economico – finanziarie dei singoli Comuni del Distretto, sono stati programmati prioritariamente, con le risorse a disposizione, interventi e servizi a tutela delle fasce più deboli di popolazione, per rispondere alle sempre più crescenti necessità dei nostri territori e dei cittadini, in particolare: è stato potenziato il budget per i servizi di Assistenza domiciliare integrata, e per il servizio di assistenza domiciliare minori così da eliminare la lista di attesa;

è stato potenziato il budget per il servizio di assistenza domiciliare in favore dei disabili gravissimi così da garantire una maggiore assistenza a domicilio;Â

sono stati previsti gli interventi a contrasto delle dipendenze, che saranno realizzati con l’utilizzo del camper acquistato per il progetto Pianeta Giovani, promosso da quest’Assessorato;

verrà realizzato uno sportello itinerante, sempre utilizzando il camper per la prevenzione e la lotta alla Ludopatia (dipendenza dal gioco di azzardo);

verrà realizzato nel territorio distrettuale il progetto protection network rete permanente per la tutela dell’infanzia e della donna, ideato dal Comune di Albano Laziale e che è stato recepito con DGR dalla Regione Lazio che ne ha fatto un modello da esportare.

Print Friendly, PDF & Email