Velletri, torna il Festival della Cultura del Vino Tutti giù in Cantina

A Velletri tre giorni di eventi con ospite d'onore la Grecia

0
765
cantina
Tutti giù in cantina

CON IL PATROCINIO DELL’AMBASCIATA DI GRECIA, DELLA REGIONE LAZIO E DEL COMUNE DI VELLETRI

Torna il Festival della Cultura del Vino “Tutti giù in Cantina” a Velletri nella sede CREA-VE, da venerdì 8 a domenica 10 settembre si alterneranno degustazioni guidate, installazioni artistiche, reading enoletterari, visite guidate ai vigneti e il consueto prestigioso banco d’assaggio con oltre 50 grandi cantine da tutta Italia da gustare grazie alla classica tracollina con bicchiere. Programma più ricco e vario che mai, supportato anche da un’area food che unirà il cibo di strada con le tradizioni locali per l’evento di pre-apertura della 87esima Festa dell’Uva e dei Vini prevista a Velletri nei giorni 30 settembre – 1 ottobre.

Ma la novità più importante di questa terza edizione è sicuramente la presenza come ospite della Grecia, con i suoi vini e le sue produzioni agroalimentari, grazie alla concessione del Patrocinio Morale da parte dell’Ambasciata di Grecia a Roma. Venerdì 8 si terrà una degustazione guidata di vini greci mentre per tutta la durata della manifestazione sarà attivo uno stand con i sapori tipici gestito da Ellenikà società di distribuzione.

La manifestazione ha ricevuto il patrocinio della Regione Lazio e del Comune di Velletri, mentre l’organizzazione vede in primo piano ancora una volta l’associazione culturale “Idee in Fermento” di Velletri, il CREA-VE che ospiterà l’evento nella storica struttura di via della Cantina Sperimentale e l’associazione culturale “Manacubba”, il tutto in collaborazione con l’Associazione Enologi ed Enotecnici d’Italia (sez. Lazio-Umbria) e la Delegazione Fisar di Roma e Castelli Romani.

Centrale, come sempre, sarà il grande banco d’assaggio che vedrà protagonisti i grandi vini italiani di oltre 50 cantine dal Piemonte alla Sicilia, dalla Puglia al Trentino e un focus sulle produzioni veliterne. Ma non mancheranno gli approfondimenti e gli spettacoli, con un programma che sarà comunicato a breve. Spazio anche a solidarietà e cultura, mentre l’incontro con l’arte sarà curato ancora una volta dall’Associazione Manacubba, che proporrà una nuova serie di “Vite a Rendere”. Il progetto artistico, che trae linfa dal recupero della memoria e dalle storie di vita dei vignaioli dei Castelli Romani, giunge alla sua seconda installazione. Un’esperienza visiva e sonora, dove le fattezze e le voci dei testimoni della tradizione tornano a vivere e raccontare di sé, con sguardi, gesti, atteggiamenti e stralci di voci, qui fissati in un’installazione artistica e riuniti in un percorso che dà vita a suggestioni narrative, ricordi lontani e interessi futuri, per non dimenticare, per riscoprire, per tramandare. L’esposizione del 2017 ripercorre la storia della vitivinicoltura mediterranea, caratterizzata e narrata dai miti e dai culti greci prima e romani poi, per giungere infine quasi sostanzialmente immutata nelle voci e nelle vite dei nostri contadini. Nelle fisionomie dei corpi, si scorge il tratto, appena abbozzato, del vino, che scorre al pari di una linfa rigeneratrice, mai esaurita, pulsante e viva come è vivo lo scorrere del sangue nelle vene, liquido puro che racchiude in sé tutte le storie antiche e moderne.  Un progetto questo, e una mostra, che sono un omaggio a loro, ai vignaioli, e un auspicio: che le loro siano sempre Vite a Rendere! Il progetto è promosso dall’Associazione Culturale Manacubba, a cura di: Giorgio Masi (Artista, Vinarellista), Simona Soprano (Conservatrice del Museo diffuso del Vino di Monte Porzio Catone) e Maurizio Taglioni (Sociologo, Direttore responsabile lavinium.com).

Fondamentale la condivisione e l’appoggio dei media-partner Radio Mania 88.2 e GnamGlam (www.gnamglam.it), che contribuiranno ad ampliare il richiamo dell’evento dopo le fortunate prime due edizioni.

NEANCHE LA PIOGGIA FERMA IL SUCCESSO DI TUTTI GIU’ IN CANTINA”

14:00 12 settembre  – A Velletri oltre 1500 persone nei tre giorni dell’evento dedicato al vino

VENERDÌ E SABATO SERATE DA TUTTO ESAURITO, DOMENICA AD ESCLUSIONE DEI MOMENTI DI FORTI TEMPORALI L’EVENTO È COMUNQUE ANDATO AVANTI SENZA PROBLEMI AL COPERTO

L’unione di cultura e vino piace ai cittadini dei Castelli Romani, di Latina, del litorale e della stessa Roma, sono stati infatti circa 1500 i visitatori arrivati a Velletri per la terza edizione di “Tutti giù in cantina”, il grande festival organizzato da CREA, Idee in fermento e Associazione Manacubba. Non tutti appassionati esclusivamente del nettare di Bacco, molto interesse infatti hanno riscosso l’installazione artistica “Vite a Rendere” e i reading enoletterari, sebbene il fulcro dell’appuntamento sia stato di certo il vino, con un banco d’assaggio da oltre 150 etichette di quasi 70 cantine da tutta Italia e le degustazioni guidate dedicate ai vini greci, ai grandi terroir italiani, ai vini spumanti e infine all’importanza dei tappi.

La manifestazione ha ottenuto il patrocinio dell’Ambasciata di Grecia a Roma, in quanto Paese straniero ospite, della Regione Lazio e del Comune di Velletri, essendo tra l’altro l’evento di lancio della prossima Festa dell’Uva e dei Vini, giunta alla 87esima edizione, di fine settembre. Ad inaugurare l’evento c’erano il dott. Tzanetos Karantzis (Consigliere, Capo Ufficio per gli Affari Economici & Commerciali dell’Ambasciata di Grecia a Roma), la dottoressa Vicky Kynourgioupoulou consulente per i progetti del patrimonio culturale europeo e mondiale dell’UNESCO (e docente presso Illinois University, Arcadia University e Università Roma Tre), la dott.sa Elisabetta Lupotto in rappresentanza del presidente del CREA (Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria) e l’assessore all’Agricoltura di Velletri Orlando Pocci.

Il clou della tre giorni è stata sicuramente la serata di sabato, con tantissimi visitatori anche dai centri vicini e da Roma, che hanno potuto godere della bella serata anche seduti nel boschetto antistante l’aula magna allestito con cura per diventare l’area food di “Tutti giù in cantina”. Ottimo avvio venerdì mentre domenica, purtroppo, i forti temporali hanno impedito ad alcuni di arrivare, scoraggiando altri ad uscire di casa. Un successo pieno in ogni caso, sia come numeri sia come sensazioni, grazie anche al supporto di Radio Mania e GnamGlam come partner media dell’evento. Il livello della cultura enologica sul territorio sta crescendo, ai banchi di assaggio si vedono sempre più giovani già informati e, anche per questo, si riesce a rendere la cornice dell’evento di ampio interesse e utile anche per i produttori vinicoli, soprattutto quelli locali.

Partecipatissime tutte e quattro le degustazioni guidate, così come i reading e le performance degli artisti coinvolti nella sede CREA Viticoltura Enologia di via Cantina Sperimentale 1. Sul palco figure poliedriche e appassionate come Marco Nocca, l’attrice Loredana Martinez e i performer Valerio Peroni e Alice Occhiali. La pioggia intensa ha invece impedito di tenere le lezioni/reading della domenica pomeriggio su arte e archeologia vitivinicola per il mancato arrivo dei relatori, entrambi distanti da Velletri e bloccati dall’alluvione. È bastato però che il sole facesse capolino tra le nuvole perché gli appassionati tornassero a riempire i locali del CREA Viticoltura Enologia di Velletri pur in una giornata non eccezionale. Tutto confermato e operativo quindi, compresa la degustazione realizzata insieme all’azienda Nomacorc che realizza chiusure innovative per il vino, fino all’asta di beneficenza finale in favore dell’Associazione “Lollo 10” che si occupa di progetti di sostegno alle famiglie dei bambini ricoverati presso i reparti Oncologia Pediatrica e Neurochirurgia del Policlinico Gemelli di Roma.

Impeccabile il servizio dei sommelier della Delegazione FISAR di Roma e Castelli Romani, alle prese con oltre 150 etichette da comunicare agli avventori muniti di bicchiere e tracollina. Uno sforzo fisico importante se si pensa che in questi 3 giorni sono state stappate, e quindi maneggiate e sistemate, tra le 500 e le 600 bottiglie di vino.

“Abbiamo ricevuto molti complimenti dalle centinaia di persone intervenute a Velletri – fanno sapere dall’Associazione Idee in fermento (www.ideeeinfermento.it) – e alcuni suggerimenti per migliorare ancora. Purtroppo le previsioni meteo ci hanno impedito di rischiare con gli allestimenti in mezzo alle vigne come da progetto iniziale, ma alla fine la ex Cantina Sperimentale si è dimostrata ancora una volta un luogo ideale per questo genere di incontri. D’altronde siamo solo alla terza edizione di un appuntamento che evidentemente piace, visto il tasso di crescita esponenziale che sta vivendo. Un successo non solo di pubblico, sebbene 1500 persone sia un numero notevole per un evento di questo tipo, ma anche di partner e di collaborazioni. Ringraziamo infatti l’Ambasciata di Grecia a Roma, la Regione Lazio e il Comune di Velletri così come gli sponsor, i media partner e le enoteche che hanno contribuito, ciascuno a proprio modo, alla realizzazione di una manifestazione che sta riportando il binomio vino-Velletri all’attenzione di tutti i cittadini laziali”.

Gli organizzatori danno quindi appuntamento all’anno prossimo, con nuove date e, ovviamente, con un nuovo Paese estero protagonista di “Tutti giù in cantina”.

Print Friendly, PDF & Email