Via Francigena, salvati 40 platani a Monte San Biagio

La Via Francigena a Monte San Biagio, dopo le proteste delle associazioni ambientaliste e col Gruppo dei Dodici salvati 40 platani.

0
121
epitaffio
epitaffio

Roma/Monte San Biagio(LT). Via Francigena salva platani

Roma/Monte San Biagio (LT). La Via Francigena a Monte San Biagio, dopo le proteste delle associazioni ambientaliste e col Gruppo dei Dodici salvati 40 platani. Ora progettato percorso in sicurezza.

Alcuni esponenti del “Gruppo dei Dodici”, dediti alla attuazione dei cammini e alla salvaguardia dei paesaggi – per la sicurezza dei pellegrini e dei camminatori oltre che della difesa ambientale – dove la Via Francigena percorre il territorio del Comune di Monte San Biagio (LT), hanno potuto contribuire alla modifica di differenti disegni pensati in precedenza. Così, dopo le forti proteste di Legambiente e WWF locali ,  con un sopralluogo chiesto in questi giorni dal  Gruppo dei Dodici, con l’Amministrazione comunale, ha potuto assumere impegni e offrire qualche idea sul percorso pedonale in sicurezza, ad esempio rinunciando ad abbattere come in precedenza era previsto 45 platani. Infatti una nuova organizzazione del cammino può prevedere, sempre in ragione della sicurezza delle persone, il solo abbattimento di cinque platani. La stessa Assessora ai LL PP e viabilità, arch. Luana Colabello, ha infatti commentato positivamente quanto questo nostro incontro ha potuto produrre. Dice l’arch. Colabello “In mattinata ho partecipato ad un incontro con rappresentanti  del gruppo dei dodici per chiarire e revisionare il progetto presentato dal Comune di Monte San Biagio, riguardante la messa in sicurezza della via Francigena, che in questi giorni ha sollevato qualche malinteso.Ascoltate le proposte di diverse associazioni ambientaliste , ho ritenuto opportuno effettuare un sopralluogo personalmente per studiare una proposta valida a soddisfare tutte le richieste dettate dalla direttiva nazionale dei percorsi della Via Francigena senza ledere in alcun modo il paesaggio circostante. Grazie ad un attento e dettagliato colloquio e rendendomi conto dei punti critici direttamente sul posto, il progetto verrà rimodulato con alcune modifiche che riguardano :modifica del camminamento dal lato destro a quello di sinistra;  creazione di 1/2 attraversamenti con ponte; pulizia approfondita del bordo stradale;  rimozione di n 5 platani; individuazione di un attraversamento pedonale in zona Epitaffio. Queste nuove proposte che verranno ripresentate e inviate in Regione con la speranza che possano essere condivise ed apprezzate da tutti coloro che si sentono parte attiva di un territorio.La condivisione di idee per la risoluzione di problemi sul territorio di ogni genere, sono la base per migliorare un paese.”. Il Gruppo dei Dodici, in questa occasione, come in tante altre simili, continua sempre a seguire la propria condotta di piena collaborazione con gli enti locali e le associazioni ambientaliste e di camminatori , coi quali interagisce, proprio al fine di valorizzare la Via Francigena. Con l’obiettivo esplicito di offrire sostegno ai pellegrini e agli appassionati dei cammini, così come offrire delle ricadute nelle economie locali che abbiano il sapore di far emergere storia e cultura dei territori inclusa la piccola economia fuori dai circuiti del consumismo fine a se stesso.

 

Print Friendly, PDF & Email